Comiso, cade dal secondo piano di un edificio: morto operaio 66enne

Sicilia

L'uomo è scivolato e precipitato al suolo mentre stava eseguendo dei lavori in un'abitazione. La Procura di Ragusa ha aperto un'inchiesta

Francesco Occhipinti, operaio di 66 anni, è morto  a Comiso cadendo dal muretto del terrazzo di un una casa (e non da un ponteggio come si era appreso in un primo momento) al secondo piano in un edificio di via Diaz. Sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato di Comiso, il personale della scientifica della questura e il medico legale, che hanno eseguito i rilievi. La Procura di Ragusa ha aperto un'inchiesta: dell'accaduto è stata informata il sostituto procuratore di turno, Martina Dall'Amico.

L'incidente

Secondo le prime ricostruzioni, l'operaio è scivolato e precipitato al suolo mentre stava eseguendo dei lavori di ristrutturazione in un piccolo immobile nel centro storico del paese, nel quartiere Immacolata. L'impatto, causato forse dal fatto di essersi sporto in avanti per aprire e liberare la cassetta dell'impianto di metano (dove si erano piazzati alcuni piccioni) è stato letale: il 66enne è morto sul colpo. Al momento della cadura era da solo e nessuno si è accorto dell'accaduto. Un altro operaio, che era nello stabile per altri lavori, ha sentito il tonfo ed è accorso, seguito da altri abitanti della zona subito dopo.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24