Covid, Palermo in zona gialla: torna obbligo mascherina all'aperto

Sicilia

Bar, pub e ristoranti potranno essere aperti anche a cena senza limiti di orario, ma c'è il limite di quattro commensali non conviventi seduti allo stesso tavolo. Il capoluogo siciliano ieri con 343 nuovi positivi era la provincia con il più alto numero di contagi in Italia

Primo giorno in zona gialla (COVID: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI IN ITALIA E NEL MONDO - I DATI DEI VACCINI IN ITALIA - L'EMERGENZA IN SICILIA) a Palermo, città che ieri con 343 nuovi positivi era la provincia con il più alto numero di contagi in Italia. Col passaggio dalla zona bianca alla gialla torna anche l'obbligo di tenere la mascherina anche all'aperto ma, complice il gran caldo, non tutti rispettano la regola. Molti la tengono abbassata o sul braccio, alcuni neppure la indossano.

Cosa cambia in zona gialla

vedi anche

Covid, Sicilia in zona gialla: ecco cosa cambia

Tutte le attività sono state riaperte (tranne le discoteche) e grazie al green pass non dovranno chiudere. Bar, pub e ristoranti potranno essere aperti anche a cena senza limiti di orario, ma torna il limite di quattro commensali non conviventi seduti allo stesso tavolo. Per sedersi al chiuso sarà necessario il green pass. Non ci saranno più limiti di orario alla circolazione: il coprifuoco è stato eliminato il 21 giugno su tutto il territorio nazionale. Per quanto riguarda gli spostamenti tra Regioni, ci si potrà spostare in libertà anche con la zona gialla. È possibile raggiungere le seconde case fuori regione senza considerare il colore del territorio di provenienza e di quello di arrivo. Teatri, cinema, concerti, musei sono aperti e per loro vigono le stesse regole della zona bianca: sarà possibile partecipare agli eventi di spettacolo prenotando i posti e sempre con l'utilizzo del green pass. "Per noi il problema non è la zona gialla - dice Davide Cammarata, gestore di un bar in centro a Palermo -. Il grosso timore è la zona arancione che potrebbe scattare se queste misure non serviranno a fare comprendere che bisogna vaccinarsi tutti per superare l'emergenza. Noi abbiamo già organizzato tutto per fare sedere i nostri clienti, come stabilito".

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24