Covid, in Sicilia 1.681 nuovi casi. Regione in zona gialla

Sicilia
©Getty

L'incidenza risale poco al di sopra del 7,4%, ieri era un punto in meno, al 6,4%. L'isola resta sempre nettamente al primo posto per nuovo contagio giornaliero

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Sono 1.681 i nuovi casi di Covid19 registrati nelle ultime 24 ore in Sicilia a fronte di 22.589 tamponi processati. L'incidenza risale poco al di sopra del 7,4%, ieri era un punto in meno, al 6,4%.

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato l'ordinanza che porta la Sicilia in zona gialla. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI IN ITALIA E NEL MONDO - I DATI DEI VACCINI IN ITALIA)

17:53 - Sicilia in zona gialla, Speranza firma ordinanza

"Ho appena firmato una nuova ordinanza che porta la Sicilia in zona gialla. È la conferma che il virus non è ancora sconfitto e che la priorità è continuare ad investire sulla campagna di vaccinazione e sui comportamenti prudenti e corretti di ciascuno di noi". Così il ministro della Salute, Roberto Speranza. 

17:38 - Crescono ancora contagi in Sicilia, 1.681 nuovi casi 

Sono 1.681 i nuovi casi di Covid19 registrati nelle ultime 24 ore in Sicilia a fronte di 22.589 tamponi processati. L'incidenza risale poco al di sopra del 7,4%, ieri era un punto in meno, al 6,4%. L'isola resta sempre nettamente al primo posto per nuovo contagio giornaliero seguita dalla Toscana con 754 casi, meno della metà. Gli attuali positivi sono 26.525 con un aumento di altri 415 casi. I guariti sono 1.255 mentre si registrano altre 11 vittime che portano il totale dei decessi a 6.285. Sul fronte ospedaliero sono adesso 881 i ricoverati, 26 in più rispetto al giorno precedente mentre in terapia intensiva restano 103 esattamente come ieri. Sul fronte del contagio nelle singole province la situazione è la seguente: Palermo 329, Catania 353, Messina 18, Siracusa 233, Ragusa 308, Trapani 126, Caltanissetta 94, Agrigento 133, Enna 87.

15:37 - Al via screening tra guardie penitenziarie a Trapani 

"Dobbiamo prendere atto che il capo Dap Dino Petralia, dopo la denuncia della UilPa Polizia Penitenziaria, ha messo in campo immediatamente le iniziative con il commissario straordinario del'ASP di Trapani Zappalà per la salvaguardia del personale di polizia penitenziaria del carcere di Trapani." Lo dice il segretario generale della UILPA Polizia Penitenziaria della Sicilia Gioacchino Veneziano intervenendo sulla situazione dei contagi da covid al carcere Pietro Cerulli di Trapani. "Abbiamo saputo - aggiunge- che il capo del Dipartimento ha tenuto una riunione straordinaria con il commissario dell'ASP Zappalà per accelerare al massimo la profilassi all'interno del penitenziario. Infatti, da lunedì inizierà lo screening epidemiologico a tappeto per tutti i colleghi".

12:29 - Vaccini, dosi somministrate in magazzini Brancaccio a Palermo 

"Centinaia di cittadini che probabilmente non sarebbero mai andati alla Fiera del Mediterraneo che è alla parte opposta della città, hanno avuto l'opportunità di recarsi qua per vaccinarsi: ancora una volta è l'occasione per dire a tutti vaccinatevi!". Così il sindaco metropolitano, Leoluca Orlando, che stamani ha partecipato all'inaugurazione del centro vaccinale allestito nei magazzini Brancaccio dell'Istituto Danilo Dolci, a Palermo. "La Città Metropolitana, raccogliendo l'impegno e la richiesta del preside dell'Istituto Danilo Dolci, Matteo Croce, ha chiesto all'Agenzia per i beni confiscati di poter avere l'assegnazione dei magazzini Brancaccio che sono stati consegnati alla scuola proprio ieri - ha detto Orlando - Magazzini che sono straordinariamente importanti per una serie di attività di una scuola che è uno degli Istituti più grandi della nostra città e che serve soprattutto molti studenti dell'area metropolitana e che al tempo stesso è una struttura a disposizione del territorio oltre che degli studenti". 

10:05 - Sicilia oltre soglia ospedali e incidenza 200 

Sicilia in testa per superamento degli indicatori decisionali con un tasso di occupazione in terapia intensiva del 12,1% (contro la soglia del 10%), occupazione posti letto in area medica non critica del 19,4% (contro il 15% di soglia) e incidenza a sette giorni (20-26 agosto) più alta di tutta Italia con 200,7 casi per 100mila abitanti contro la soglia di 50. Questi i dati contenuti nella tabella ministero della Salute/protezione civile che accompagna la bozza del monitoraggio settimanale. In Sardegna 11,2% intensive e 14% area medica, con 148,5 di incidenza. In Calabria 15,2% nei reparti e 5,9% intensive con incidenza di 101,5.

9:52 - Vaccini, Ruggero Razza: "Obbligo sia tema del governo Draghi"

"Credo che prima o poi il tema dell'obbligo vaccinale, soprattutto per alcune categorie a rischio, sarà da mettere all'ordine del giorno. Sono papà di un bambino di quattro mesi, al sessantesimo giorno ho portato mio figlio a fare i vaccini obbligatori; non capisco perché delle minoranze inconsapevoli dovrebbero condizionare la vita della stragrande maggioranza dei cittadini. È un problema che il governo nazionale dovrà assumere come prioritario". Lo ha detto l'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, intervenendo stamattina alla trasmissione Agorà su RaiTre. "La circolazione del virus sta colpendo soprattutto le aree più affollate, a maggiore flusso turistico, in Sicilia abbiamo avuto un luglio e un agosto da record, superando del 7-8% gli arrivi del 2019 che fu un anno straordinario. Ma pesa tantissimo un'adesione alla campagna vaccinale che vede la Sicilia indietro rispetto alle altre regioni italiane - ha aggiunto Razza - Non c'è stata in una parte della popolazione una presa di consapevolezza chiara. Abbiamo raggiunto ieri il 70% di prime vaccinazioni con un ritardo rispetto al resto del Paese. La Regione ha messo in campo di tutto: 200 punti vaccinali, i medici di medicina generale, le farmacie, le campagne di vaccinazione di prossimità; ma c'è una quota di cittadini che forse si sta svegliando soltanto adesso. Ci troviamo in una regione in cui una minoranza - forse perché inconsapevole e faremo di tutto per renderla consapevole - non si è ancora vaccinata, ma che non può condizionare la vita sociale della maggior parte dei cittadini che invece si è vaccinata, che vuole ritornare alla normalità, e soprattutto non può condizionare la vita economica e sociale di un territorio". 

9:22 - Covid, 10 regioni a rischio moderato, escalation Sicilia

Sono 10 Regioni e le province autonome che risultano classificate a rischio moderato, secondo quanto si apprende, nel monitoraggio settimanale Iss-Ministero della Salute e la Sicilia, che dovrebbe diventare gialla da lunedi', e' classificata a rischio moderato ma con "un'alta progressione di escalation nei prossimo 30 giorni". Le restanti 11 Regioni risultano classificate a rischio basso. Oltre la Sicilia che ha superato le soglie per i ricoveri (19.4%) e le intensive (12.1%), il rischio moderato riguarda Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Liguria, Piemonte, Trento, Puglia, e Valle d'Aosta. 

7:10 - In Sicilia 1.097 nuovi casi su 17.082 tamponi

Sono 1.097 i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore nell'isola a fronte di 17.082 tamponi processati in Sicilia. L'incidenza scende al 6,4%. Gli attuali positivi sono 26.110 con un aumento di altri 604 casi. I guariti sono 478 mentre si registrano altre 15 vittime che portano il totale dei decessi a 6.274. La Regione comunica che i deceduti riportati in data odierna si riferiscono ai seguenti giorni: quattro del 24 agosto 21, tre del 23 agosto e due del 12 agosto 21. Sul fronte ospedaliero sono adesso 855 i ricoverati, mentre in terapia intensiva sono 103. Sul fronte del contagio nelle singole province la situazione è la seguente: Palermo 254, Catania 231, Messina 35, Siracusa 139, Ragusa 12, Trapani 131, Caltanissetta 96, Agrigento 84, Enna 115.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24