Tentata estorsione, arrestato commerciante a Palermo

Sicilia
©IPA/Fotogramma

Intimidito un imprenditore che insieme ad alcuni soci si è aggiudicato il complesso "Oceania" di piazzale Giotto a un'asta fallimentare

Avrebbe intimidito un imprenditore che insieme ad alcuni soci si è aggiudicato il complesso "Oceania" di piazzale Giotto, a Palermo, a un'asta fallimentare. Per l'ex titolare Simone Li Muli, 68 anni, quell'asta sarebbe dovuta andare deserta e l'avrebbe più volte l'aveva ribadito al neo acquirente. All'ultimo appuntamento in una residenza della vittima, l'ex commerciante ha trovato i carabinieri che lo hanno arrestato con l'accusa di tentata estorsione.

Le indagini

Secondo le indagini dei carabinieri, nei giorni scorsi un imprenditore aveva acquistato all'asta fallimentare, insieme a due soci, il locale destinato a impianto sportivo, ma adibito a ristorante. L'ex proprietario aveva più volte tentato di avvicinare i tre imprenditori, riuscendoci in due occasioni. In quelle conversazioni, con tono aggressivo, avrebbe detto ai tre di rinunciare all'acquisto. All'ultimo appuntamento, avvenuto davanti ad un testimone, Li Muli avrebbe ribadito alla vittima di non proseguire nel processo di acquisizione del locale, con minacce all'imprenditore e alla sua famiglia. A questo punto sono intervenuti i carabinieri.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.