Eruzione ed esplosione a Stromboli: colonna di fumo e colata lavica. VIDEO

Sicilia
©Ansa

Lancio di lapilli incandescenti e fuoriuscita di lava. La colata, che sta scendendo a mare, lungo la sciara del fuoco, ha provocato anche una frana. Il boato è stato avvertito distintamente dagli abitanti e dai turisti che hanno cominciato in questi giorni ad affollare l'isola

Nuova forte eruzione a Stromboli, con l'emissione di lapilli incandescenti, un'alta colonna di denso fumo bianco e la fuoriuscita di lava. La colata, che sta scendendo a mare, lungo la sciara del fuoco, una zona desertica dell'isola, ha provocato anche una frana. 

L'eruzione a Stromboli
L'eruzione a Stromboli - ©Ansa

La situazione

L'attività dello Stromboli è monitorata costantemente dai vulcanologi dell'Ingv e della protezione civile. Il boato è stato avvertito distintamente dagli abitanti e dai turisti che hanno cominciato in questi giorni ad affollare l'isola nelle Eolie. Al di là del panico provocato dall'esplosione, non si registrano danni a cose o persone. 

L'attività dello Stromboli si era intensificata negli ultimi giorni, come sottolineato anche dai bollettini dell'Ingv di Catania che ieri aveva evidenziato "una attività vulcanica esplosiva normale di tipo stromboliano accompagnata da attività a tratti intensa all'area numero 2". Oggi l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha comunicato che "a partire dalle ore 12:47 si è osservato un incremento dell'attività esplosiva dall'area craterica Nord che alle ore 12:51 ha prodotto un flusso piroclastico che ha raggiunto la linea di costa sviluppandosi in mare per oltre 1 km e producendo una nube di cenere che ha raggiunto un'altezza stimata di circa 1.5-2 km sul livello del mare". "Altri flussi piroclastici di minore intensità - prosegue la nota - si sono verificati a partire dalle ore 13:02 producendo modeste nubi di cenere e materiale grossolana caldo che raggiunge la linea di costa. Il fenomeno è tuttora in corso".

L'ultimo trabocco lavico dal celebre vulcano si era registrato lo scorso gennaio.

Le parole del sindaco di Lipari Marco Giorgianni

"Al momento non si registrano danni a cose o a persone, la situazione è sotto controllo". Marco Giorgianni sindaco di Lipari, da cui dipende amministrativamente Stromboli, è in costante contatto con il Centro operativo, il dipartimento di Protezione civile regionale, la sala operativa e la Prefettura di Messina. Dopo l'eruzione sul vulcano, cominciata alle 14:47 ora locale, come ha puntualizzato l'Ingv, sull'isola sono stati attivati i gruppi di Protezione Civile comunale e i Vis-Volontari Isola di Stromboli per verificare eventuali danni. Fino ad ora è stata rilevata una limitata ricaduta di cenere, sia a Stromboli che a Ginostra, il minuscolo borgo dell'isola raggiungibile solo via mare.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.