Covid Sicilia, il bollettino: 603 nuovi casi su 20.207 tamponi

Sicilia
©Ansa

In terapia intensiva ci sono 124 pazienti mentre in totale i ricoverati con sintomi sono 883

 

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Sono 603 i nuovi contagi registrati in Sicilia su 20.207 tamponi effettuati.

Gela non è più 'zona rossa'. L'aggiornamento epidemiologico dell'Asp di Caltanissetta ha consentito di revocare le misure restrittive adottate in precedenza. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

19:30 - Vaccini, in Sicilia da lunedì al via prenotazioni per over 40

Da lunedì 17 maggio via libera, in Sicilia, alle prenotazioni delle vaccinazioni anti-Covid anche per i quarantenni. L'estensione della somministrazione del siero - per i nati dal 1972 al 1981 - è stata autorizzata nell'ambito della campagna nazionale di immunizzazione. Da lunedì, quindi, nell'Isola si allarga il target di cittadini che potranno vaccinarsi: restano esclusi solamente i soggetti tra i 16 e i 39 anni che non hanno patologie. Da oggi, intanto, nelle more che il Comitato tecnico scientifico nazionale dia il proprio parere sull'utilizzo del vaccino AstraZeneca (oggi Vaxzevria) per gli under 60, il dirigente generale del dipartimento Asoe dell'assessorato alla Salute Mario La Rocca, su disposizione del presidente della Regione Nello Musumeci, ha comunicato alle Asp che la campagna di vaccinazione potrà proseguire, a richiesta, anche con vaccini a mRna (Pfizer o Moderna). Resta invariato il siero da utilizzare, invece, nel richiamo per chi ha già effettuato come prima dose il vaccino AstraZeneca.

18:51 - Consiglieri Marsala occupano aula: "Ridateci l'ospedale"

Invocando il ritorno alla piena funzionalità dell'ospedale "Paolo Borsellino", dallo scorso novembre Covid Hospital per la provincia di Trapani, i consiglieri comunali di Marsala hanno deciso di occupare l'aula di Palazzo VII Aprile, sede dell'assemblea cittadina. Ciò, sottolinea una nota del Comune di Marsala, in "segno di protesta per la mancanza di ascolto da parte dell'Asp Trapani e della Regione". In precedenza, infatti, il Consiglio comunale aveva inviato un documento unitario ad Asp e Regione chiedendo "risposte certe" sul futuro dell'ospedale, lamentando che il "Borsellino", oltre ad essere struttura dedicata al Covid, è stato depauperato di strumentazioni e personale. "Comprendo le ragioni dell'iniziativa - dice il sindaco Massimo Grillo - L'ospedale Covid ha avuto come conseguenza lo smantellamento del nostro presidio, a beneficio di altri reparti ospedalieri della provincia, potenziati con le nostre attrezzature e su cui l'Asp ha già fissato programmi a lungo termine. Puntualizzato ciò, e beninteso che Asp e Regione devono a Marsala risposte certe sui tempi relativi ai lavori per il padiglione Malattie infettive e al consequenziale ripristino degli standard ospedalieri di primo livello - continua il primo cittadino - è pur vero che occorre una strategia d'azione che coinvolga i sindaci trapanesi, al fine di formulare una proposta unitaria all'Asp ed al governo della Regione. Per questo ho sollecitato un incontro a Trapani, fissato per domani, con alcuni sindaci della provincia. Attiviamoci tutti in una logica politica non divisoria e campanilistica, ma unitaria".

17:00 - In Sicilia 603 nuovi casi su 20.207 tamponi

Sono 603 i nuovi contagi registrati in Sicilia su 20.207 tamponi effettuati. In terapia intensiva ci sono 124 pazienti mentre in totale i ricoverati con sintomi sono 883. In isolamento domiciliare 18.158 persone. Dall'inizio della pandemia sono stati effettuati 4.189.509 tamponi.

16:56 - Vaccini: presto attivi 4 nuovi hub nel Catanese

Saranno attivi dalla prossima settimana quattro nuovi Hub vaccinali in provincia di Catania. Lo rende noto l'Asp del capoluogo etneo. Martedì 18 maggio saranno aperti al pubblico gli Hub di Acireale, Misterbianco e Sant'Agata Li Battiati, ai quali si aggiungerà successivamente quello di Caltagirone. Si potenzia così la rete dei Centri vaccinali dell'area metropolitana di Catania per puntare al target delle 11.000 vaccinazioni giornaliere. Rimangono operativi tutti i Punti di Vaccinazione ad esclusione dei PVO e dei PVT di Acireale e di Caltagirone, e dei Punti di Vaccinazione dei PTA 'San Luigi' e 'San Giorgio' di Catania. Le seconde dosi già programmate in tali centri saranno somministrate rispettivamente negli Hub di Acireale, Caltagirone, Sant'Agata Li Battiati e Misterbianco. Gli utenti saranno avvisati tramite SMS del cambio della sede di vaccinazione. Rimangono invariati data e orario già comunicati.

16:35 - Vaccini: prime dosi nuovo hub in palazzetto sport a Bagheria

Prime vaccinazioni questo pomeriggio a Bagheria, nell'hub provinciale realizzato dall'Asp di Palermo, in collaborazione con la Protezione civile regionale, il comune di Bagheria e la Città Metropolitana. La struttura, allestita all'interno del palazzetto dello sport 'Dalla Chiesa-Setti Carraro', di piazza Sant'Ignazio di Loyola, garantirà a regime 1.500 somministrazioni al giorno. "Ad un intenso programma di iniziative nelle isole e nei comuni montani, si associa il massimo impegno per arricchire la dotazione di strutture da dedicare esclusivamente alla vaccinazione di massa - sottolinea il direttore generale dell'Asp Daniela Faraoni - dopo l'hub di Misilmeri, già pienamente operativo, si aggiunge oggi quello di Bagheria e domani mattina anche quello di Cefalù, mentre la prossima settimana attiveremo a Palermo il primo hub vaccinale, realizzato all'interno di un centro commerciale (La Torre). Contiamo in questo modo - aggiunge - di andare incontro a tutte le esigenze dei cittadini ai quali rivolgiamo l'appello a vaccinarsi. Tutti i prodotti sono sicuri e tutti ci danno la concreta speranza di venire fuori da una pandemia che ha sconvolto e condizionato le nostre vite". L'hub di Bagheria è aperto sette giorni su sette, dalle 8 alle 20. Nella struttura, dotata di 14 poltrone vaccinali, lavorano 100 operatori divisi in due turni tra medici, infermieri, farmacisti e personale amministrativo.

16:14 - Vaccini: in arrivo in Sicilia 59.400 dosi Janssen e Moderna

Due nuove forniture di vaccini anti-Covid per un totale di circa 60mila dosi saranno recapitate nei prossimi giorni dal corriere espresso di Poste Italiane nei centri siciliani. Gli speciali furgoni di Sda consegneranno domani 13mila fiale Janssen di Johnson & Johnson, mentre il prossimo lunedì giungeranno sull'Isola 46.400 dosi Moderna. Le forniture saranno destinate alle farmacie ospedaliere di Enna (rispettivamente 1.300 Moderna - 1.000 Janssen), Palermo (23.200 - 3.000), Erice Casa Santa (2.100 - 1000), Giarre (6.600 - 2.000), Milazzo (4.000 - 2.000), Siracusa (1.900 - 1.000), Ragusa (1.600 - 1.000), Agrigento (2.300 - 1.000), Caltanissetta (1.600 - 1.000), Augusta (700 Moderna) e Messina (1.100 Moderna).

15:52 - Palermo, vaccino per direttore assessorato alla Salute

Mario La Rocca, direttore generale del Dipartimento di pianificazione strategica dell'assessorato alla Salute della Regione Siciliana, si è vaccinato oggi contro il Covid-19 nell'hub della Fiera del Mediterraneo di Palermo. Ha ricevuto una dose di AstraZeneca. "Mi fido ciecamente di questo vaccino e della scienza - afferma La Rocca -. È ampiamente dimostrato che AstraZeneca è efficace: ha già protetto milioni di persone in Gran Bretagna consentendo a questo Paese di tornare alla normalità". "Anche grazie a questo vaccino, oltre che agli altri attualmente disponibili, riusciremo a sconfiggere il virus. Spero che in tanti vengano a immunizzarsi dal Coronavirus perché è un dovere civico ed è l'unico modo di riprenderci le nostre vite", conclude.

15:20 - Vaccini, il punto dell’Asp Palermo

Torna da domani a domenica, dalle 8 alle 20, il 'drive in' della 'Casa del Sole' di Palermo, organizzato da Asp Palermo e riservato ad over 80 e fragili. Gli utenti riceveranno la vaccinazione rimanendo seduti in auto. Sempre da domani a domenica, è in programma, per la prima volta, anche un 'drive in' a Carini (ore 8-20). Nella zona industriale, di via Don Luigi Sturzo, verranno vaccinati gli over 80, gli invalidi e disabili. Altro centro 'drive in', sabato e domenica prossimi (ore 8-20) anche a Termini Imerese, in Largo Mercato Ittico verranno vaccinati a bordo delle autovetture over 80 e fragili. Vicina alla conclusione la prima fase della vaccinazione di massa nelle isole di Ustica e Lampedusa. Da questa mattina, i medici dell'Asp sono impegnati ad Ustica nella somministrazione di 560 dosi (che si aggiungono alle 510, già, inoculate in precedenza.). Per 120 utenti si completerà il ciclo, così come per i 90 che verranno vaccinati con il monodose Janssen. Gli operatori dell'azienda sanitaria rimarranno ad Ustica fino a sabato. Da domani a mercoledì prossimo 10 medici, 5 infermieri e 4 operatori informatici saranno impegnati nel Poliambulatorio di contrada Grecale, a Lampedusa: saranno vaccinati circa 1.800 cittadini. La prossima settimana, le Pelagie potranno contare su 5.200 cittadini (3.400 sono già stati vaccinati) che avranno ricevuto almeno una dose di siero. Infine, tutti gli hub ed i centri di somministrazione di Palermo e provincia dell'Asp (complessivamente 20) saranno aperti ogni giorno, dalle 8 alle 20, garantendo la vaccinazione agli aventi diritto anche senza prenotazione.

15:05 - A Monreale la chiesa diventa piccolo hub vaccinale

La chiesa di San Gaetano a Monreale sarà trasformata da domani a domenica (ore 9-18) in un centro vaccinale. I medici dell'Asp di Palermo, con i quelli di medicina generale e con il supporto di farmacisti ed infermieri locali, che si sono resi disponibili all'invito del sindaco Alberto Arcidiacono, garantiranno circa 1.000 somministrazioni, in base ad una preregistrazione curata dall'amministrazione comunale di Monreale. Ne dà notizia l'azienda sanitaria palermitana. I cittadini dovranno andare nel centro nel giorno e nell'orario indicato dallo staff del sindaco, che ha curato l’organizzazione.

15:04 - Asp Palermo, da sabato vaccini in 10 comuni montani

Prenderà il via sabato prossimo un intenso programma vaccinale, promosso da Asp Palermo, grazie al supporto dell'Esercito, già al fianco dell'azienda in tante altre attività relative alla campagna di contrasto al Covid-19, che coinvolgerà fino a lunedì 17, dieci comuni montani della provincia di Palermo. Si tratta di Contessa Entellina, Bisacquino, Chiusa Sclafani, Campofiorito, Giuliana, Campofelice di Fitalia, Santa Cristina Gela, Scillato e Sclafani Bagni.

14:42 - Vaccini: a Palermo dosi anche nella Missione Speranza e Carità

"Per me questo è un giorno di speranza e rinascita. Io mi trovavo all'inferno prima adesso che vivo in missione sono molto più sereno e felice. Farò il vaccino con molta gioia". Lo afferma uno dei cinquanta ospiti che oggi sarà vaccinato nella missione speranza e carità di Biagio Conte, missionario laico che assiste i poveri e gli emarginati a Palermo. Si inizia dalla struttura in via Archirafi che accoglie i più fragili. "Il Covid non è il problema più grave per i poveri - dice Riccardo Rossi frate della missione - Per i poveri il dramma è quello di un posto per dormire e dove vengono garantiti pasti caldi. Per molti di loro questo periodo è stato di grave sofferenza. Non hanno trovato lavoro perché è tutto bloccato e sono aumentati gli assistiti che hanno avuto problemi mentali. Noi nelle strutture accoglievamo mille uomini e donne. Adesso per garantire il distanziamento siamo scesi a 400. Dove sono finiti gli altri? Alcuni li abbiamo visto dormire alla stazione tra i treni fermi". Don Pino frate della missione sottolinea l'importanza dell'azione simbolica di oggi. "E' un segno di attenzione nei confronti degli ultimi è un segno importante di rinascita e di speranza che possa farci superare insieme questa terribile pandemia". Presente alla vaccinazione degli ospiti anche il commissario per l'emergenza Covid di Palermo Renato Costa. "Oggi vacciniamo chi era fuori da tutti i circuiti - dice - Stiamo portando il vaccino dove non sarebbe mai arrivato. Dobbiamo farlo ovunque ". Tanti i volontari impegnati in questa giornata. "Un giorno tanto atteso. Nessuno di loro poteva pensare che poteva essere tra quanti avrebbero ricevuto il vaccino - dice Francesco Russo medico volontario della missione - Ognuno di loro è intimamente contento della vaccinazione. Abbiamo risposto a tutte le loro domande e i loro dubbi. Adesso speriamo che questa iniziativa si estenda nei vari centri in via Decollati, nella struttura che accoglie le donne della missione il centro a San Lorenzo. E' stato un periodo di forte tensione per tutti. Qui abbiamo vissuto un periodo molto duro quando c'è stato il focolaio nelle strutture. Quelli sono stati mesi molto difficili adesso speriamo nella rinascita che deve partire anche in queste strutture che accolgono da anni gli ultimi e gli emarginati". 

14:15 - Confcommercio Sicilia ferma sciopero fame

I vertici regionali di Confcommercio sospendono lo sciopero della fame: "dopo sette giorni - ha detto Gianluca Manenti, presidente regionale di Confcommercio - abbiamo deciso di fermarci anche in attesa dell'esito della conferenza Stato Regioni convocata il prossimo lunedì dal Governo. E' stata dura, ma senza risposte siamo pronti a riprendere la protesta per sostenere le imprese". Lo sciopero è rientrato perché gli imprenditori sperano che il prossimo lunedì il governo vari il cambio di colore della Sicilia: da zona arancione a zona gialla. Inoltre, "250 milioni di euro, approvati dal Cipe, saranno messi in circolo nell'economia siciliana - dicono da Confcommercio - a sostegno delle categorie più colpite dalla pandemia". Insomma, le imprese restano in attesa su temi scottanti, come la revisione del coprifuoco e date certe per la ripartenza di tutte le attività economiche "oggi bloccate o limitate fortemente, all'aperto e al chiuso", dice Manenti.

13:23 - Vaccini: inaugurato a Partanna hub della Valle del Belice

E' stato inaugurato, stamane, a Partanna (Trapani), il nuovo hub vaccinale anti-Covid al servizio di diversi centri della Valle del Belice. "Lavoravamo già dal mese di febbraio per la realizzazione di quest'importante obiettivo - ha dichiarato il sindaco Nicolò Catania - e siamo soddisfatti della sinergia istituzionale profusa che, quando funziona, da subito risposte al territorio. E' già disponibile sulla piattaforma dell'Asp la possibilità di prenotazione per tutte le fasce d'età previste dal piano regionale. L'hub di via Buonarroti è il frutto di un intenso impegno a tutela della salute dei cittadini, e del proficuo lavoro svolto tra l'amministrazione comunale, il Dipartimento regionale alla Salute, l'Asp di Trapani e il Dipartimento regionale della Protezione Civile". Per la realizzazione dell'hub vaccinale, il mese scorso, il sindaco e il commissario straordinario dell'Asp di Trapani avevano sottoscritto la convenzione per la concessione in comodato d'uso gratuito della palestra/palazzetto di via Antonio Gramsci annessa all'Istituto tecnico commerciale. La struttura, spiega una nota del Comune di Partanna, "ospita sei postazioni vaccinali più altre otto dedicate al 'check triage' e alle successive operazioni di check in e check out ed è in grado di effettuare circa 800 vaccino al giorno. Al servizio della stessa c'è un ampissimo parcheggio facilmente raggiungibile anche dalle persone in carrozzina e/o con disabilità". 

12:46 - Vaccini, si corre nel Palermitano: target 12mila dosi giorno 

Settimana intensa per le vaccinazioni in provincia di Palermo. Il programma prevede nel pomeriggio l'attivazione dell'hub vaccinale a Bagheria e l'avvio dell'ultima fase di vaccinazione della popolazione a Ustica con il primo ciclo. Domani, attivazione hub di Cefalù; drive in "Casa del Sole" a Palermo; drive in area industriale a Carini; hub nella chiesa di San Gaetano a Monreale; ultima fase di vaccinazione di massa per l'isola di Lampedusa, dove si prevede la somministrazione di 1.800 dosi, in aggiunta alle 3.400 già somministrate. Sabato e domenica si continua a Palermo, Carini e Monreale e si vaccina anche a Termini Imerese, Contessa Entellina, Bisacquino, Chiusa Sclafani, Campofiorito e Giuliana. Lunedì vaccinazioni a Campofelice di Fitalia, Santa Cristina Gela, Scillato, Sclafani Bagni. "Questo è uno sforzo che ci consente di guardare con maggiore sicurezza alle imminenti riaperture", dice Marco Intravaia, esponente di DiventeràBellissima, movimento del governatore Musumeci. "L'obiettivo è raggiungere le 12mila inoculazioni al giorno. Tutti gli hub saranno aperti dalle 8 alle 20 e sarà possibile vaccinarsi anche senza prenotazione, purché si rientri nelle fasce previste. Il vaccino è la nostra unica arma per tornare alla normalità e programmare una ripartenza non soltanto delle nostre vite, ma dell'intera economia siciliana".

12:07 - Vaccini, aperto hub a Partanna: previste mille dosi al giorno

Il dirigente generale della Protezione civile Siciliana, Salvo Cocina, alla presenza del Commissario straordinario dell'Asp di Trapani, Paolo Zappalà, e del sindaco di Partanna, Nicolò Catania, ha dato il via alle prime operazioni vaccinali nel nuovo Hub di Partanna. La palestra del Palazzetto adiacente l'istituto D'Aguirre Alighieri è stata adattata a centro per le somministrazioni di dosi anti-Covid in 13 giorni che oggi, come da programma, sono state avviate. Il nuovo hub realizzato su impulso del presidente della Regione, Nello Musumeci, e su disposizione di Cocina, è il terzo in ordine di avvio sui 20 nuovi Hub pianificati, che sono in corso di attivazione in questa settimana. Nel centro di Partanna sono stati realizzati 6 box dove operano 4 medici e 4 vaccinatori. Sono presenti anche 10 operatori dell'Asp di Trapani per la registrazione degli utenti e il rilascio delle certificazioni, due funzionari del Drpc e 10 volontari. Con le 6 postazioni operative si prevede una capacità di somministrazione di 1.000 vaccini al giorno.

11:37 - Diminuiscono contagi, Gela non è più zona rossa

Gela non è più 'zona rossa'. L'aggiornamento epidemiologico dell'Asp di Caltanissetta ha consentito di revocare le misure restrittive adottate in precedenza. Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha già provveduto a firmare una nuova ordinanza, con decorrenza immediata.

11:01 - Bloccato perché senza mascherina, lancia sassi contro supermercato

Paura ieri pomeriggio in un supermercato a Caltanissetta dove un 34enne ha lanciato pietre contro la vetrata e l'ingresso. Pare per rappresaglia perché gli era stato proibito l'ingresso perché sprovvisto di mascherina. Il personale e i clienti si sono barricati dentro e nel frattempo hanno contattato la polizia giunta poco dopo sul posto. Al loro arrivo gli agenti hanno trovato l'uomo che brandiva un grosso masso all'indirizzo della porta d'ingresso del supermercato già in frantumi. Lo hanno bloccato e portato in Questura dove è stato identificato. Il responsabile della sicurezza dell'attività commerciale ha riferito ai poliziotti che poco prima l'uomo era stato allontanato poiché si era presentato all'entrata del negozio privo di dispositivi di protezione individuale. Poco dopo era tornato e aveva iniziato a tirare grossi massi all'indirizzo della porta d'ingresso frantumandone i vetri. Il 34enne è stato denunciato per danneggiamento aggravato e getto pericoloso di cose e sanzionato amministrativamente per violazione alla normativa anti Covid-19. 

10:25 - Ordine dei medici, green pass anche ai sanitari vaccinati da 6 mesi

"Il pass vaccinale che consentirà a tutti di spostarsi più serenamente è un sistema intelligente, ma nei fatti esclude gli spostamenti dei medici, degli infermieri e di tutti gli operatori sociosanitari che hanno ricevuto il vaccino tra la fine del 2020 e gli inizi del 2021". Così il presidente dell'Ordine dei medici di Palermo Toti Amato, componente della Federazione nazionale Fnomceo, rilanciando l'allarme del presidente nazionale della Federazione, Filippo Anelli. "Considerato che il green pass sarà rilasciato a giugno, vanno riviste le priorità della campagna vaccinale, assicurando a tutti i sanitari la terza dose di vaccino. Quando il certificato verde arriverà - sottolinea il presidente dei medici - saranno già scaduti i sei mesi di protezione contro il Covid certificati dall'Agenzia europea per il controllo e la prevenzione delle malattie infettive (Ecdc)". Ecco cosa accadrà: "Tutti liberi - rimarca Amato - tranne chi si è massacrato per curare e salvare vite, spendendosi, come ha detto il presidente Anelli 'senza risparmiarsi per far fronte alla pandemia, non solo curando i pazienti, ma cercando di puntellare, con la loro disponibilità e abnegazione, tutta una serie di carenze strutturali e organizzative'". "Il pass è un'ottima soluzione - ribadisce Amato - ma va accompagnato al diritto al richiamo e ad una tempistica certa della terza somministrazione, che per medici e sanitari vuol dire non solo godere di una meritata vacanza come il resto della popolazione, ma continuare a lavorare con più serenità nelle corsie a contatto diretto con i positivi". 

7:17 - In Sicilia due zone rosse e proroga per altri Comuni

Due nuove zone rosse in Sicilia e proroga per altre sette. Restrizioni da domani fino al 26 maggio, decise per i Comuni di Gagliano Castelferrato, nell'Ennese, e San Biagio Platani, in provincia di Agrigento. A disporlo è l'ordinanza del presidente della Regione Nello Musumeci, sentite le amministrazioni comunali e a seguito delle relazioni delle Asp che registrano un aumento dei positivi. Proroga fino al 19 maggio delle zone rosse per i Comuni di Tortorici e Nizza di Sicilia, nel Messinese, Santa Cristina di Gela e San Cipirello (in provincia di Palermo), Ravanusa (provincia di Agrigento), Mineo (provincia di Catania) e Gela, nel Nisseno. Da domani al 19 maggio vigeranno le restrizioni nei centri di Caltavuturo e Polizzi Generosa, nel Palermitano, quale reiterazione della precedente ordinanza che ha interessato i comuni della Città metropolitana di Palermo.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.