Covid, in Sicilia 1.000 contagi su 27.029 tamponi

Sicilia
©IPA/Fotogramma

Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 167, quelle negli altri reparti sono 1.136 mentre quelle in isolamento presso il proprio domicilio sono 23.470

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Nelle ultime ore in Sicilia si sono registrati 1.000 nuovi contagi a fronte di 27.029 tamponi processati. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 167, quelle negli altri reparti sono 1.136 mentre quelle in isolamento presso il proprio domicilio sono 23.470. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

17:40 – In Sicilia mille nuovi contagi su 27.029 tamponi

Sono 1000 i nuovi positivi al Covid19 in Sicilia su 27.029 tamponi processati, con una incidenza del 3,7%. I morti sono stati 10 e portano il totale a 5.420. Il numero degli attuali positivi è di 24.773, con un decremento di 123 casi rispetto a ieri. I guariti sono 1.113. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 167, quelle negli altri reparti sono 1.136 mentre quelle in isolamento presso il proprio domicilio sono 23.470. La distribuzione dei nuovi casi tra le province, vede Palermo con 357 casi, Catania 193, Messina 93, Siracusa 106, Trapani 14, Ragusa 102, Caltanissetta 51, Agrigento 60, Enna 24.

15:14 - Palermo, vuole vedere padre morto per Covid: sfonda porta camera mortuaria

Voleva entrare a tutti i costi nella camera mortuaria del padre, morto per il Covid all'ospedale Civico di Palermo. Un uomo di 37 anni nel quartiere Zen , ha aggredito verbalmente il guardiano che lo aveva bloccato cercando di spiegargli che non si poteva entrare. L'uomo ha scardinato una porta laterale dell'obitorio e ha fatto entrare alcuni parenti per rendere omaggio al padre nonostante le misure anti Covid. Il custode ha chiamato i carabinieri e ha presentato denuncia. I carabinieri sono sulle tracce del figlio del defunto che adesso rischia una denuncia.

14:02 – FdI protesta in piazza a Palermo contro le misure del governo

"Fratelli d'Italia è accanto ai commercianti, alle attività produttive e ai lavoratori colpiti dai provvedimenti del governo e lasciati soli ad affrontare la più grave crisi economica degli ultimi decenni. Il coprifuoco è una scelta assurda e illegittima che rischia di compromettere la ripresa, serve anche a Palermo un cambio di passo per evitare la chiusura di migliaia di imprese: il sindaco Orlando cambi registro o vada a casa". Lo dice Francesco Scarpinato, coordinatore cittadino di FdI a Palermo, che questa mattina ha partecipato al flash mob organizzato dal partito di Giorgia Meloni davanti al Teatro Politeama, con il coordinatore di Fratelli d'Italia per la Sicilia occidentale, Giampiero Cannella, e a quello provinciale Raoul Russo. "Siamo scesi in piazza a Palermo come nelle principali città italiane - aggiunge Scarpinato - dimostrando di avere una classe dirigente all'altezza delle sfide che ci attendono a livello nazionale come a livello locale. La tutela della salute è prioritaria, ma non è con il coprifuoco che si torna alla normalità: bisogna vaccinare, aiutare gli italiani in difficoltà e salvaguardare i posti di lavoro". Gli fa eco Giampiero Cannella: "Il mondo del lavoro e della produzione di beni e servizi sta pagando il prezzo più alto della pessima gestione nazionale dell'emergenza pandemia. Per questo motivo non festeggiamo, ma denunciamo le gravi inadempienze e le scelte politiche sbagliate che rischiano di causare danni irreversibili al sistema economico e sociale del Paese".

13:53 - Record di vaccinazioni in Sicilia, quasi 35mila

Nuovo record di vaccinazioni ieri in Sicilia. Negli hub e nei centri vaccinali di tutta l'Isola sono state somministrate 34.503 dosi, superando di oltre il 23% il target giornaliero di 28 mila dosi, assegnato dalla Struttura commissariale per l'emergenza Covid nell'ambito del Piano nazionale. Un incremento che conferma l'accelerazione della campagna. "Le iniziative intraprese dalla Regione Siciliana per dare una spinta alle vaccinazioni - afferma il presidente Nello Musumeci - stanno dando i loro frutti. Il trend che rileviamo negli ultimi giorni è decisamente al di sopra dell'obiettivo quotidiano che ci è stato assegnato e il traguardo iniziale delle 50 mila somministrazioni al giorno è più vicino. Se avremo a disposizione le dosi e ci sarà consentito di aprire la campagna anche ai cittadini al di sotto dei 60 anni - aggiunge Musumeci - potremo essere presto in grado di raggiungerlo anche grazie alla rete di operatori e punti vaccinali che il governo regionale sta mettendo in campo su tutto il territorio. Una mobilitazione che vede anche il coinvolgimento di medici di medicina generale, farmacie, case di cura private, aziende e associazioni di volontariato".

12:22 - 1 maggio a Palermo con spiagge e parchi vuoti 

Spiagge vuote e strade del centro affollate, con decine di palermitani a passeggio nel capoluogo siciliano. Oltre ai divieti sta pesando anche il tempo nuvoloso che ha scoraggiato tanti a recarsi sulla spiaggia di Mondello, dove peraltro il sindaco ha proibito l'ingresso con una ordinanza. Nella piazza della borgata marinara, a sorvegliare e scongiurare assembramenti ci sono i poliziotti del reparto operativo e agenti a bordo delle moto. Controlli intensificati anche nel parco della Favorita dove è stato deciso il divieto di sosta e transito per il ponte del primo maggio. Nel lungomare della Cala e lungo il foro Italico sin dalla mattina, in tanti si sono ritrovati a fare un po' di footing o in bici. Diversi i negozi di alimentari aperti nonostante il giorno di festa e molti lo saranno aperti anche domani. Le forze dell'ordine controllano i centri nevralgici e gli assi principali della città. Il prefetto di Palermo Giuseppe Forlani nelle riunioni del comitato per l'Ordine e la sicurezza pubblica, ha disposto l'intensificazione dei dispositivi di controllo interforze del territorio, per limitare gli assembramenti di persone e gli spostamenti. Controlli anche agli ingressi dei supermercati, al fine di verificare l'effettivo utilizzo dei dispositivi di protezione individuale, nonché il rispetto delle prescrizioni sul distanziamento sociale e la predisposizione di erogatori di gel disinfettante prima dell'accesso agli esercizi.

11:21 - Fials e Cobas, 12 le mensilità di bonus a lavoratori 

Nessuna impugnativa, la legge regionale per erogare il bonus Covid agli operatori sanitari sembrerebbe valida. Dunque ai lavoratori andrebbero erogate 12 mensilità e non tre. È quanto emerso in un incontro nella commissione parlamentare speciale di indagine e di studio per il monitoraggio dell'attuazione delle leggi dell'Assemblea regionale siciliana, alla presenza dei sindacati Cobas e Fials e del presidente della commissione Carmelo Pullara. "Come più volte annunciato dal governo regionale - dicono i sindacati in una nota a firma di Raffaele Faraci, Cristian Anastasi, Carmelo Salamone e Sebastiano Motta - entro i prossimi mesi, in due tranche, verosimilmente tra giugno e luglio, dovrebbero essere erogate ai lavoratori le somme di tre mensilità di bonus per un totale di 3 mila euro. Tuttavia, durante il confronto, come sollevato da Cobas e Fials, è emerso un particolare molto rilevante: la tanto discussa preimpugnativa da parte del ministero di Economia che prevedeva l'erogazione di sole tre mensilità anziché l'intero riconoscimento come predisposto dalla normativa, a quanto pare secondo la commissione non sarebbe stata formalizzata al governo regionale, bensì sarebbe solo frutto di monito informale tra il ministero e l'assessorato della Salute, circa la paventata impugnativa. Questo di fatto configura piena validità alla legge in questione e riteniamo che come tale deve essere applicata nella sua totale pienezza. Il presidente Pullara ha chiesto di effettuare una nuova convocazione con la presenza del presidente della Regione, l'assessorato alla Salute e l'assessorato al Bilancio, oltre che delle parti sociali, per chiarire tale circostanza".

8:06 - In Sicilia 861 nuovi casi su 28.145 tamponi

Sono 861 i nuovi positivi al Covid-19 in Sicilia su 28.145 tamponi processati, con una incidenza del 3,1%. I morti sono stati 19 e portano il totale a 5.410. Il numero degli attuali positivi è di 24.89. I guariti sono 1.190. Negli ospedali i ricoverati sono 1.337, quelli nelle terapie intensive sono 165. La distribuzione dei nuovi casi tra le province, vede Palermo con 306 casi, Catania 215, Messina 113, Siracusa 51, Trapani 50, Ragusa uno, Caltanissetta 24, Agrigento 75, Enna 26.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.