Covid Sicilia, 1.288 casi su oltre 29mila tamponi

Sicilia
©Getty

I ricoverati con sintomi sono 1.274, quelli in terapia intensiva sono 182

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

In Sicilia registrati quest’oggi 1.288 casi su 29.049 tamponi eseguiti. I ricoverati con sintomi sono 1.274, quelli in terapia intensiva sono 182 (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI).

19:27 – Palermo, over 80 potranno vaccinarsi anche senza prenotazione

Porte aperte da domani in tutti i centri dell'Asp di Palermo agli over 80, che potranno vaccinarsi senza bisogno di prenotazione. L'iniziativa, già in atto all'Hub provinciale della Fiera del Mediterraneo, si estende ad altre 10 strutture di città e provincia dell'Azienda sanitaria del capoluogo. I cittadini con età pari o superiore a 80 anni (compresa tutta la classe di nascita 1941) potranno recarsi direttamente nel centro di vaccinazione più vicino, muniti di documento di identità e tessera sanitaria, per ricevere la somministrazione del vaccino (Pfizer o Moderna). Il personale medico effettuerà la valutazione e compilerà la scheda di anamnesi. L'Asp invita a scaricare la documentazione dal sito internet, in alternativa autocertificazione, informativa e consenso al trattamento dei dati e consenso informato alla somministrazione del vaccino saranno forniti dal personale della struttura. "L'invito pressante che rivolgiamo ai nostri anziani è di vaccinarsi - ha sottolineato il direttore generale dell'Asp, Daniela Faraoni - non ci sarà bisogno della prenotazione, ma basterà recarsi direttamente in una delle 11 strutture dislocate in maniera capillare anche in provincia per ricevere la prima dose di Pfizer o Moderna. Se l'anziano ha difficoltà motorie, ma trasportabile in auto, il personale medico ed infermieristico raggiungerà direttamente la persona da vaccinare nella strada adiacente il centro dell'Asp: l'anziano rimarrà seduto in auto dove riceverà la dose, poi, insieme al personale della struttura, attenderà il tempo necessario richiesto dopo l'inoculazione. Il vaccino è l'unica soluzione all'epidemia e lo è ancor di più per i nostri anziani che dobbiamo proteggere dal virus". La campagna di vaccinazione a favore degli over 80 vede pienamente coinvolti anche i medici di medicina generale che possono somministrare le dosi sia al domicilio dell'assistito (che rientra nel target nazionale), nel proprio studio o in una delle strutture dell'Asp. Impegnati nelle vaccinazioni domiciliari agli over 80 non trasportabili ci sono pure i medici delle USCA. Da domani a domenica è nuovamente in programma anche l'Open day con Astra Zeneca rivolto a tutti cittadini (non fragili) compresi nella fascia di età 60-79 anni. Potranno recarsi nelle strutture dedicate di Palermo e provincia, senza prenotazione, per ricevere la somministrazione del vaccino.

18:23 - Sindaco Marsala: "Da venerdì torna arancione"

Marsala torna zona arancione da venerdì prossimo. Lo dicono il sindaco di Marsala Massimo Grillo ed il dipartimento di Prevenzione dell'Asp di Trapani. L'andamento della curva epidemiologica in città, dopo 10 giorni di forti restrizioni, ha infatti registrato un abbassamento tale da non giustificare il prolungamento del regime di zona rossa. L'incidenza settimanale dei casi non è stata superiore a 250 nuovi positivi ogni 100 mila abitanti. "Sono lieto che Marsala possa tornare in zona arancione, con tutto ciò che ne deriva per gli operatori economici ed i cittadini tutti. Il passaggio alla zona arancione, però, non deve assolutamente suonare come "un liberi tutti" - sottolinea Grillo - anzi, ci richiama ad un surplus di responsabilità e di rispetto delle regole".

17:55 – In Sicilia 1.288 casi su oltre 29mila tamponi

Sono 1.288 i nuovi positivi al Covid19 in Sicilia su 29.049 tamponi processati, con una incidenza del 4,4%. La Regione è terza per numero di contagi giornalieri dietro la Lombardia e la Campania. Le vittime nelle ultime 24 ore sono state 10 e portano il totale a 5.218. Il numero degli attuali positivi è di 25.188 con un incremento di 289 casi rispetto a ieri; i guariti sono 989. Negli ospedali i ricoverati sono 1.456, 21 in più rispetto a ieri, quelli nelle terapie intensive sono 182, 2 in più rispetto a ieri. La distribuzione tra le province, vede Palermo con 298 casi, Catania 517, Messina 98, Siracusa 98, Trapani 43, Ragusa 7, Caltanissetta 110, Agrigento 90, Enna 27.

16:00 - Sono più giovani i pazienti di Pneumologia al Policlinico

Sono operativi da lunedì e sono già tutti occupati i 7 posti letto aggiuntivi attivati presso la struttura complessa di Pneumologia covid dell'Aou Policlinico "Paolo Giaccone" di Palermo. L'azienda ospedaliera universitaria sta fronteggiando anche questa fase della pandemia con un totale complessivo di 88 posti covid di degenza ordinaria e 8 di terapia intensiva. Nel complesso sono 4 le strutture in prima linea nella gestione dei pazienti colpiti dal virus: medicina, malattie infettive e pneumologia con unità di terapia sub-intensiva respiratoria. Per i pazienti affetti da polmonite con grave insufficienza respiratoria sono adesso disponibili 27 posti di pneumologia con UTIR, Unità di Terapia Intensiva Respiratoria, con età media dei pazienti ricoverati che si attesta sui 53 anni e senza particolari fattori di rischio o patologie pregresse. I sanitari stanno riscontrando alcune differenze significative tra l'ultimo trimestre 2020 e questi primi mesi del 2021. Se tra ottobre e dicembre 2020 in totale sono stati 97 i pazienti ricoverati per grave insufficienza respiratoria da polmonite da covid, tra gennaio e marzo il numero si è innalzato a 184. In ospedale i pazienti sono più giovani, ma si registra anche un tasso di guarigione maggiore rispetto al passato: il 56% torna a casa, mentre nella fase precedente la percentuale era del 36%. Si è abbassata anche la mortalità, dal 26% al 21% e si è dimezzata la necessità di ricorrere a manovre invasive di tipo rianimatorio. "Ci sono più variabili - spiega il prof. Nicola Scichilone, direttore dell'Uoc di Pneumologia - che hanno inciso su questi esiti: di certo l'esperienza ha permesso con il tempo di affinare sempre più il nostro approccio clinico introducendo le terapie più idonee. Attualmente la tecnica di ventilazione non invasiva, con supporto alla meccanica respiratoria, el'erogazione di aria e ossigeno ad alti flussi, si stanno rivelando più efficaci di altri trattamenti in uso in precedenza. Se negli ultimi mesi del 2020 abbiamo visto pazienti che in media avevano 68 anni, oggi la riduzione dell'età media si può di certo motivare anche con l'avvio della campagna vaccinale in cui è stata coinvolta la popolazione più anziana e fragile. A favorire il contagio tra i più giovani nell'ultimo periodo sembra essere stata la prevalenza delle varianti, tra cui quella inglese che è risultata tra le più diffusive. La vaccinazione resta un'arma essenziale per contrastare i contagi".

15:12 - Positive due studentesse a Lipari, lezioni in dad

Due studentesse dell'istituto superiore 'Conti' di Lipari (Me), nelle isole Eolie, sono risultate positive al Covid. Una, positiva al tampone molecolare, frequenta la terza classe dell'indirizzo turistico, mentre l'altra, della terza classe del liceo scientifico, già al tampone rapido è risultata positiva. Oggi tutto l'istituto ha svolto la didattica a distanza in attesa dell'Usca per i tamponi a tutta la popolazione scolastica in modalità drive in. Si tratta della scuola più importante dell'arcipelago con 400 studenti. Le famiglie, secondo fonti dell'isola, non sarebbero in quarantena in quanto non hanno avuto ancora comunicazioni da parte dell'Usca.

15:10 - Albergatori Siciliani: “Proroga coprifuoco ci penalizza”

"Con un'estate con il coprifuoco in Italia, la possibilità di vacanze all'estero rischia di diventare una certezza". E' quanto sostengono gli albergatori siciliani, commentando la bozza del nuovo decreto sulle riaperture, che tra le restrizioni per il contenimento della pandemia comprenderebbe anche l'estensione del coprifuoco dalle 22 fino al 31 luglio. "Regole restrittive che permangono e che chiaramente si pongono in antitesi con il concetto di vacanza - dichiara Nicola Farruggio vice presidente vicario di Federalberghi Sicilia - e che non possono essere in linea alle certezze delle iniziative di promozione che gli operatori preparano per i potenziali vacanzieri". "La Sicilia purtroppo si trova ancora in ritardo sulla tabella di marcia auspicata - continua Farruggio - anche se resta ancora tra le destinazioni particolarmente gettonate per questa estate. Ovvio che proporre una stagione estiva a mezzo regime ci pone battuti in partenza, anche sotto questo aspetto, rispetto ad altre mete estive che garantiscono aperture no limits, come molte destinazioni nel Mediterraneo. "Serve pertanto - conclude Farruggio - una politica protezionistica da parte del Governo, per sostenere il settore. Viaggiare in Italia deve essere lo spot di questa prossima stagione che si preannuncia comunque più complicata del 2020, malgrado i vaccini".

14:15 - In hub Sicilia tre distinte corsie per gli utenti

Da domani in tutti gli hub vaccinali della Sicilia l'aziende sanitarie siciliane dovranno predisporre tre distinte corsie per gli utenti. Una cosiddetta 'Line prenotati' sarà destinata a soggetti aventi diritto che hanno eseguito regolare prenotazione tramite portale dedicato, un'altra 'Open Line' dedicata a soggetti over 60 (nati nel 1961) non prenotati, infine,la terza 'Line anamnesi' (medici di base) per soggetti aventi diritto già muniti di anamnesi precompilata dal proprio medico di medicina generale. Alle tre tipologie di accesso potranno accedere indifferentemente tutti i cittadini over 80 (Linea preferenziale over 80) senza alcun vincolo di prenotazione al fine di facilitarne l'accesso e quindi ridurre al minimo i tempi d'attesa. La disposizione è stata firmata dal dirigente ad interim del dipartimento attività sanitarie ed osservatorio epidemiologico Mario La Rocca e dal presidente della regione Nello Musumeci, assessore ad interim della salute, ed è stato inviato ai dirigenti generali delle aziende sanitarie siciliane, ai referenti delle task force vaccini e ai commissari per l'emergenza Covid di Palermo, Messina e Catania. "Le vaccinazioni in questione sono riservate ai residenti in Sicilia e a coloro i quali sono domiciliari per motivi di lavoro, di assistenza familiare o per qualunque altro giustificato motivo che imponga una presenza continuativa nel territorio regionale", scrivono La Rocca e Musumeci.

13:11 - Vaccini: ritorna da domani in Sicilia l'open weekend

"Visto il successo di vaccinazioni nello scorso fine settimana, ritorna in Sicilia l'open weekend e rilancia con un giorno in più. L'iniziativa voluta dal governo Musumeci ha l'obiettivo di accelerare la campagna vaccinale nell'Isola: alle giornate di venerdì, sabato e domenica, infatti, si aggiungerà anche quella di domani (giovedì)". Lo afferma una nota della Regione. "Negli Hub e Centri di riferimento della Regione - prosegue - sarà possibile vaccinarsi - con il siero AstraZeneca - per gli ultrasessantenni (persone tra 60 e i 79 anni, che non presentano fragilità) anche senza prenotazione". In occasione dello scorso fine settimana, sono state oltre 26 mila le somministrazioni del vaccino di Oxford nelle 66 strutture operative nelle nove province.

12:29 - Il sindaco di Sciacca consegna le chiavi della città a Anthony Fauci

L'immunologo statunitense Anthony Fauci, i cui nonni paterni erano originari di Sciacca, incontrerà ufficialmente domani pomeriggio (in modalità online) il sindaco della cittadina agrigentina Francesca Valenti. Il contatto è stato promosso dalla Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia pediatrica), che ha invitato proprio il professor Fauci ad aprire i lavori della tre giorni del 23° convegno nazionale che inizierà proprio domani pomeriggio. Avendo appreso dell'intendimento del comune di Sciacca, annunciato nei mesi scorsi, di conferire al professor Fauci la cittadinanza onoraria, la Siaip ha chiesto al sindaco di intervenire ai lavori del convegno medico per un saluto ufficiale e per dare vita ad una sorta di consegna virtuale delle chiavi della città nelle mani del celebre immunologo. "Recentemente - dichiara il sindaco - ho parlato col professor Fauci, mi ha confermato quanto aveva già dichiarato in più occasioni, ossia il suo fermo intendimento di venire a Sciacca non appena la pandemia lo consentirà. In ogni caso ho accolto di buon grado l'invito della Società italiana di allergologia e immunologia pediatrica, che ringrazio, per un momento che, sebbene virtuale, rende particolarmente orgogliosa la nostra comunità per la indiscutibile credibilità internazionale del professore Fauci”.

10:49 - Vaccini, Asp Ragusa: domani apre hub Modica

Aprirà domani mattina l'hub vaccinale di Modica (Rg), ricavato nel centro 'AG Distribuzione' che si trova lungo la SS 115 per Ispica. Il centro vaccinale si trova tra i comuni di Modica, Ispica, Pozzallo e Scicli. I locali sono stati messi a disposizione, gratuitamente, dall'imprenditore Giorgio Alescio. Una grande struttura di circa mille metri quadrati che ospiterà venti postazioni per l'inoculazione dei vaccini. Ampi spazi per l'accoglienza, la reception, per gli ambulatori medici e sarà garantito anche un ambiente per il servizio di assistenza psicologica. Un vasto spazio esterno allestito direttamente dal comune di Modica - che ha anche contribuito alla realizzazione dell'hub - permetterà di parcheggiare i mezzi degli utenti. Soddisfazione da parte della direzione strategica dell'Asp di Ragusa per la nuova struttura che per le sue caratteristiche darà un impulso in più alla vaccinazione nella provincia di Ragusa, aggiungendosi agli centri vaccinali e sostituendo il punto vaccinale di via Sacro Cuore di Modica.

7:19 - In Sicilia 1.148 nuovi casi su 25.779 tamponi

Sono 1.148 i nuovi positivi al Covid19 in Sicilia su 25.779 tamponi processati, con una incidenza del 4,4%. Le vittime nelle ultime 24 ore sono state 36 e portano il totale a 5.208. Il numero degli attuali positivi è di 24.899 con un decremento di 1.423 casi rispetto a ieri; i guariti sono 2.535. Negli ospedali i ricoverati sono 1.435, quelli nelle terapie intensive sono 180. La distribuzione tra le province, vede Palermo con 431 casi, Catania 262, Messina 125, Siracusa 49, Trapani 108, Ragusa 26, Caltanissetta 64, Agrigento 49, Enna 34.  

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.