Covid, in Sicilia 859 nuovi casi su 23.761 tamponi

Sicilia
©Getty

In terapia intensiva ci sono 121 pazienti mentre in totale i ricoverati con sintomi sono 726. In isolamento domiciliare 14.937 persone

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Sono 859 i nuovi contagi registrati in Sicilia su 23.761 tamponi effettuati. In terapia intensiva ci sono 121 pazienti (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI).

18:30 - Vaccini, nessuna defezione AstraZeneca in hub Fiera Palermo

"Nessuna defezione, tutti gli utenti che abbiamo ricontattato per la vaccinazione con le dosi AstraZeneca si sono presentati e abbiamo fatto regolarmente le inoculazioni". Lo dice all'ANSA Renato Costa, commissario per l'emergenza Covid a Palermo nella prima giornata di ripresa della somministrazione del vaccino che era stato sospeso temporaneamente dall'Ema. Nell'hub della Fiera del Mediterraneo di Palermo, allestito dalla Regione Siciliana con la Protezione civile, in collaborazione con il comune, si sono presentate nel pomeriggio circa 350 persone che si erano prenotate e dopo essere state ricontattate si sono sottoposte regolarmente al vaccino AstraZeneca.

17:10 - In Sicilia 859 nuovi casi su 23.761 tamponi

Sono 859 i nuovi contagi registrati in Sicilia su 23.761 tamponi effettuati. In terapia intensiva ci sono 121 pazienti mentre in totale i ricoverati con sintomi sono 726. In isolamento domiciliare 14.937 persone. Dall'inizio della pandemia sono stati effettuati 2.898.109 tamponi.

17:07 - Vaccini, al via un hub nel polo industriale di Siracusa

Confindustria Siracusa ha promosso, d'intesa con l'assessore regionale alla Sanità, Ruggero Razza, un protocollo per istituire l'hub di vaccinazione multi-aziendale nel polo industriale di Siracusa. L'hub vaccinale è già stato predisposto nelle scorse settimane al dopolavoro Isab-Lukoil di Città Giardino (Melilli). Sarà pienamente operativo con la firma del protocollo da parte dell'assessore della Regione Siciliana e servirà a vaccinare dipendenti delle aziende, diretti e dell'indotto, compresi i familiari, stimati in circa 15 mila persone. "Grazie all'impegno dei medici interni alle aziende e con la collaborazione degli altri medici dell'Asp di Siracusa, potremo così aumentare la sicurezza dei lavoratori" - ha commentato Rosario Pistorio, vice presidente Confindustria con delega alla salute e sicurezza. "Al primo posto la salute dei lavoratori del polo industriale che sono stati in prima linea in questo anno difficile - ha detto Diego Bivona, presidente di Confindustria Siracusa - nella consapevolezza che la crisi economica che stiamo vivendo possa essere superata solo con la vaccinazione di massa. Non dimentichiamo che nei periodi di lockdown del Paese le nostre aziende con i loro lavoratori hanno assicurato al Paese le produzioni indispensabili per la vita delle persone".

16:12 - Paziente scrive a medici Partinico: “Mi avete riportato in vita”

"Mi averte accolto quasi senza vita e mi avete riportato a casa più vivo che mai". E' solo un passaggio della lettera che Vincenzo Spallina, paziente Covid, ha scritto al dottore Vincenzo Provenzano, responsabile del Covid hospital di Partinico, in provincia di Palermo. "Sento il bisogno di scrivervi questa lettera per ringraziare i medici, lo staff e gli infermieri dell'ospedale che mi hanno seguito durante il mio lungo e difficile percorso che il Covid mi ha portato ad affrontare con voi - scrive Spallina - Nonostante la lontananza dai miei cari e la difficile situazione che stavo vivendo, grazie alla vostra umanità, cura e professionalità sono riuscito a trovare la forza che mi ha spinto ad andare avanti. Mi sono sentito accudito da una famiglia che non era la mia ma era come se lo fosse. Non so se in altre strutture o ospedali le cose siano così, ma sono orgoglioso di dire che a Partinico, in Sicilia, dove spesso si sente solo dire male degli ospedali e non solo, esistete voi, con la vostra umanità, la sensibilità e le parole dette col cuore, che, a volte, sono più potenti potenti di qualsiasi terapia". La lettera è stata pubblicata sulla pagina Facebook del dottore Provenzano, con un commento di speranza: "insieme ce la faremo. Grazie".

15:15 - Vaccini: ancora utenti in coda in hub Fiera Palermo

Anche oggi sul marciapiedi di via Anwar Sadat, nell'hub della Fiera del Mediterraneo di Palermo, non sono mancate le code di persone "estremamente vulnerabili" in attesa di ricevere la dose di vaccino. La pioggia, caduta a tratti in mattinata sul capoluogo siciliano, ha ulteriormente complicato l'attesa degli utenti, molti dei quali hanno trascorso qualche ora fuori con l'ombrello aperto. "Sono qua da stamattina - dice uno dei tanti palermitani in attesa - sono certo che i sanitari lavorano ma non pensavo di trovare questa disorganizzazione. Per noi, categoria più fragile, la cosa più importante è vaccinarsi". Riprendono anche nell'hub della Fiera le vaccinazioni di AstraZeneca. "Abbiamo oggi circa 350 utenti da vaccinare con il siero anglo-svedese, erano prenotati e li abbiamo contattati, sono tutti confermati", spiega Renato Costa, commissario per l'emergenza Covid a Palermo". Poi, riferendosi alle file davanti ai cancelli della Fiera e davanti al padiglione 20, dice: "Posso assicurare che stiamo lavorando a ritmi davvero elevati, i sanitari vanno avanti senza sosta e comunque il sentimento che avverto è che i cittadini vogliono il vaccino. L'obiettivo è fare presto con la vaccinazione di massa". 

13:06 - Il prefetto di Messina: "Impegno per ripresa economica" 

"In questa fase il mio primo sforzo sarà per l'emergenza sanitaria, con la questione dei vaccini e la gestione epidemiologica della provincia, auspicando che questo momento, così complesso per il nostro Paese, possa evolvere il più rapidamente possibile verso soluzioni di ripresa della nostra quotidianità". L'ha detto in un incontro con la stampa il neo prefetto di Messina Cosima Di Stani. "Nello stesso tempo - ha aggiunto Di Stani - si deve affrontare con massima attenzione la ripresa economica del territorio, bisogna valutare che prospettive ci sono e fare attenzione al temi sociali connessi, con i licenziamenti che incombono. Gli aspetti economici non vanno sottovalutati perchè incidono sul rilancio del tessuto produttivo del territorio, ma possono avere ricadute di ordine pubblico. Molte imprese sono in difficoltà e ci possono essere disordini o attenzioni anche della criminalità e questo incida anche sulla sicurezza del territorio. Bisogna fare attenzione al tema della ricostruzione del tessuto economico e ho chiesto di incontrare tutte le associazioni di categoria per fare il punto della situazione". "Conoscevo Messina per le bellezze del suo territorio, ora come prefetto cercherò di osservare il contesto mettere insieme tutte le sinergie e le energie fondamentali per risolvere i problemi della città", ha concluso.

10:41 - Assembramento e musica alta, sanzionati sette giovani

I carabinieri hanno multato a Terrasini, nel Palermitano, sette giovani tra i 16 e 21 anni per il mancato rispetto delle norme anti assembramento. I giovani sono stati trovati in viale dei Pini nella riserva naturale Capo Rama mentre ascoltavano musica ad alto volume e bevevano alcool dentro le auto. I giovani non utilizzavano le mascherine. Due di loro erano già stati multati per violazioni della normativa anti Covid. Complessivamente le sanzioni elevate sono state 3.600 euro.

7:48: Vaccini, prenotazioni per mail per conviventi vulnerabili

I conviventi di soggetti estremamente vulnerabili, che hanno diritto alla vaccinazione insieme al loro familiare, dovranno prima di ricevere il vaccino nei punti di vaccinazione dell'Asp di Catania, prenotarsi inviando una mail all'indirizzo vaccino.covid@aspct.it., riportando le loro generalità e il nome del familiare con relativo codice di esenzione. all'atto della somministrazione del vaccino dovranno esibitre la relativa autocertificazione. Ai conviventi sarà somministrato il vaccino AstraZeneca, essendo quelli Pfizer e Moderna esclusivamente indicati alle categorie dei soggetti "estremamente vulnerabili" e "ultra 80enni". Lo rende noto l'Asp di Catania dopo che l'Aifa ha reso nota la ripresa della campagna vaccinale con AstraZeneca. Queste le patologie "estremamente vulnerabili" indicate dall'Asp di Catania secondo le disposizioni dell'assessorato regionale della Salute: pazienti in trattamento con farmaci biologici o terapie immunodepressive; pazienti con grave compromissione polmonare o marcata immunodeficienza; pazienti con immunodepressione secondaria a trattamento terapeutico; pazienti oncologici e oncoematologici in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di sei mesi dalla sospensione delle cure; pazienti in lista d'attesa o trapiantati di organo solido; pazienti in attesa o sottoposti a trapianto di cellule staminali emopoietiche dopo i tre mesi e fino ad un anno; pazienti trapiantati di cellule staminali emopoietiche anche dopo il primo anno, nel caso che abbiano sviluppato una malattia del trapianto contro l'ospite cronica, in terapia immunosoppressiva.

7:22 - In Sicilia sono 789 i nuovi positivi, 14 i morti

Sono 789 i nuovi positivi al Covid-19 in Sicilia su 26.163 tamponi processati, con una incidenza di positivi di quasi il 3%, in salita da due giorni consecutivi. Le vittime sono state 14 nelle ultime 24 ore e portano il totale a 4.397. Il numero degli attuali positivi è di 15.461. I guariti sono 279. Negli ospedali i ricoverati sono 848, quelli nelle terapie intensive sono 117. La distribuzione nelle province vede Palermo con 225 casi, Catania 202, Agrigento 75, Siracusa 50, Enna 28, Ragusa 43, Caltanissetta 45, Messina 63, Trapani 58. 

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.