Covid Sicilia, 523 casi. Caltanissetta e Palma Montechiaro zona rossa

Sicilia
©Ansa

L'ordinanza entrerà in vigore domani, 16 marzo, e sarà valida per i successivi 14 giorni, fino al 30 marzo. Il provvedimento, che prevede anche la chiusura delle scuole, è stato richiesto dai sindaci delle due città

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Il presidente della Regione, Nello Musumeci, ha istituito due nuove zone rosse in Sicilia: sono i comuni di Caltanissetta e Palma di Montechiaro, in provincia di Agrigento. Anche Caltavuturo, in provincia di Palermo, e Scicli, in provincia di Ragusa, si aggiungono alle "zone rosse" siciliane.

Intanto, oggi in Sicilia ci sono stati 523 nuovi casi di Coronavirus. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

19:09 - Razza: "Sostituire AstraZeneca? Aspettiamo Aifa"

"Per individuare quale tipo di vaccino somministrare a chi si è prenotato, dobbiamo aspettare le decisioni dell'Aifa di domani. L'auspicio è che tutti i vaccini somministrati al mondo, siano somministrati anche in Italia". Così l'assessore alla Salute in Sicilia, Ruggero Razza, rispondendo ai cronisti sull'ipotesi che il vaccino AstraZeneca venga sostituito con un altro vaccino in conferenza stampa dopo lo stop al vaccino AstraZeneca. "Questo atteggiamento di prudenza da parte dell'Aifa va nell'interesse dei cittadini, ai quali non si può chiedere di sottoporsi a vaccinazione nell'incertezza di dati scientifici. Penso abbia fatto bene l'Aifa a prendersi il tempo necessario, perché di giorno in giorno stava iniziando a crescere il sentimento di allontanamento dalla vaccinazione , e questo sarebbe stato sbagliato".

18:34 - Zona rossa in 2 Comuni in provincia di Palermo e Ragusa

Anche Caltavuturo, in provincia di Palermo, e Scicli, in provincia di Ragusa, si aggiungono alle "zone rosse" siciliane. Dopo l'ordinanza riguardante Caltanissetta e Palma di Montechiaro (in provincia di Agrigento), il presidente della Regione, Nello Musumeci, ha appena firmato analogo provvedimento che riguarda i due centri e, anche in questo caso, le misure restrittive entreranno in vigore dal 16 marzo fino al 30. A Biancavilla (in provincia di Catania) Musumeci ha disposto la chiusura delle istituzioni scolastiche dal 17 al 20 marzo.

17:00 - In Sicilia 523 nuovi casi su 21.455 tamponi

Sono 523 i nuovi positivi al Covid19 in Sicilia su 21.455 tamponi processati, con una incidenza di positivi di quasi il 2,5%, in diminuzione rispetto a ieri. La regione è nona nel contagio giornaliero di oggi. Le vittime sono state 14 nelle ultime 24 ore e portano il totale a 4.358. Il numero degli attuali positivi è di 14.756, con un aumento di 443 casi rispetto a ieri. I guariti sono 76. I ricoveri ospedalieri sono 825, 34 in più rispetto a ieri, di cui 107 in terapia intensiva, sette in più. La distribuzione nelle province vede Palermo con 295 casi, Catania 74, Messina 59, Siracusa 35, Trapani 6, Ragusa 1, Caltanissetta 46, Agrigento 2, Enna 5.Negli ospedali i ricoverati sono 825; 34 in più rispetto a ieri, quelli in terapia intensiva sono 107, sette in più rispetto a ieri.

16:20 - Palermo, market chiuso per vendita vino: accolto ricorso

Il giudice di pace Angela Tantillo ha accolto il ricorso della società Prezzemolo & Vitale, che gestisce diversi supermarket, e ha sospeso l'efficacia esecutiva del verbale con cui, sabato scorso, era stata disposta la chiusura del punto vendita di via Principe di Villafranca a Palermo per avere venduto alcolici dopo le 18. Lo dice l'avvocato Alessandro Palmigiano, che rappresenta la società. La vicenda, legata all'ordinanza firmata la settimana scorsa dal sindaco di Palermo, rappresenta un precedente importante a favore della società che, in virtù di questo provvedimento, può immediatamente riaprire il supermercato, dice il legale. Il giudice della II sezione, infatti, "vista la sussistenza dei presupposti che legittimano la sospensione del provvedimento impugnato", ha sospeso l'efficacia del verbale in attesa dell'udienza di merito, fissata per il 23 giugno prossimo, data in cui è prevista la discussione del ricorso. "È una notizia importante - dice Palmigiano - perché dimostra l'attenzione posta dall'ufficio del giudice di Pace su un argomento molto delicato, visto che riguarda la vita di un'azienda seria e il lavoro di tante persone, messi a rischio non solo da un'ordinanza che non condividiamo, ma per la mera vendita di una bottiglia di vino a un cliente". 

15:39 - Caltanissetta e Palma Montechiaro in zona rossa

Il presidente della Regione, Nello Musumeci, ha istituito due nuove zone rosse in Sicilia: sono i comuni di Caltanissetta e Palma di Montechiaro, in provincia di Agrigento. L'ordinanza entrerà in vigore domani, 16 marzo, e sarà valida per i successivi 14 giorni, fino al 30 marzo. Il provvedimento, che prevede anche la chiusura delle scuole, è stato richiesto dai sindaci delle due città e si è reso necessario a causa di un repentino aumento dei contagi registrati negli ultimi giorni e certificato dalle rispettive Asp, dice la Regione. Venerdì scorso erano diventate zona rossa, per 15 giorni, i comuni di Altavilla Milicia e San Mauro Castelverde, nel Palermitano; Montedoro, in provincia di Caltanissetta; Portopalo di Capo Passero, nel Siracusano; Raffadali in provincia di Agrigento. Ed era stata disposta la chiusura delle scuole in 24 comuni fino al 20 marzo.

15:26 - Vaccini, Asp Agrigento potenzia personale con 48 assunzioni

Sono 48 le nuove figure professionali reclutate con un primo step dall'Asp di Agrigento per potenziare gli organici di personale da dedicare alla campagna vaccinale per il contrasto al Covid-19. Si tratta di 9 tecnici informatici, 19 assistenti amministrativi, 12 collaboratori amministrativi, 3 educatori professionali, 2 collaboratori ingegneri e 3 assistenti sociali assunti a seguito di un avviso pubblico regionale con contratti di collaborazione coordinata continuativa. "Le nuove unità rappresentano un primo contingente di personale che sarà progressivamente incrementato sin dai prossimi giorni per far sì che le operazioni di vaccinazione della popolazione agrigentina risultino spedite quando la fornitura nazionale di vaccini sarà gradualmente aumentata ed il numero delle inoculazioni giornaliere raggiungerà il pieno regime. Infatti, nel breve periodo, il quantitativo delle nuove immissioni in servizio sarà ulteriormente potenziato assecondando il graduale aumento delle fiale da somministrare ed in funzione di un quadro "step by step" già pianificato dalla direzione e strategica dell'Asp di Agrigento", afferma una nota. "L'impiego di risorse umane e professionali per contrastare la crisi epidemiologica in corso ed incrementare via via la piena efficienza della campagna vaccinale - dice il commissario straordinario, Mario Zappia - è frutto di un impegno costante da parte dell'Azienda. Buona parte del personale neoassunto sarà da subito impiegato nel nuovo centro hub vaccinale del palacongressi di Agrigento, struttura allestita in tempi brevissimi grazie alla disponibilità del Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi e alla preziosa collaborazione del dipartimento della Protezione Civile e dell'Azienda Demaniale Forestale".

14:47 - Vaccini: Razza inaugura hub di Agrigento, spingere campagna

"I siciliani, come tutti gli italiani, guardano alla vaccinazione come un momento di speranza e noi dobbiamo spingere la vaccinazione proprio in questa fase così difficile nella quale ci sono sentimenti contrastanti e deve prevalere il valore della scienza. Il vaccino, al momento, è l'unico antidoto possibile per liberarci di questo brutto virus e tornare alla normalità". Lo ha detto l'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, all'inaugurazione dell'hub vaccinale, allestito al Palacongressi del Villaggio Mosè, di Agrigento. "Devo fare i complimenti, ancora una volta, alla Protezione civile, all'azienda sanitaria provinciale perché - ha aggiunto Razza - abbiamo creato un meccanismo virtuoso di collaborazione". In merito al potenziamento delle dosi di vaccino, capace di soddisfare le richieste della cittadinanza, Razza ha spiegato: "C'è un impegno assunto dal presidente Draghi e io gli credo". Infine s'è anche parlato del vaccino AstraZeneca: "C'è un po' di preoccupazione, Aifa ha ribadito l'assoluta sicurezza - ha concluso l'assessore Razza -, se potesse essere liberalizzato anche ai quarantenni sarei il primo a farlo per testimoniare, con la mia vaccinazione, che non c'è nulla di cui temere. Aspetto il mio turno". L'area adibita alla vaccinazione allestita all'interno del Palacongressi occupa una superficie complessiva di circa mille metri quadri, include inoltre 45 postazioni per la somministrazione dei vaccini, una zona di accoglienza e registrazione, la sala di attesa e osservazione post vaccino, 16 servizi igienici compresi quelli per le persone diversamente abili e lo spogliatoio per il personale medico. A regime, avendo la disponibilità dei vaccini, la struttura potrà effettuare sino a 4.000 somministrazioni al giorno. I volontari della protezione civile di Agrigento assisteranno gli utenti. L'area esterna è dotata di ampi parcheggi.

13:33 - Vaccini, al Policlinico di Palermo uno dei centri sperimentazione

L'Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico "Paolo Giaccone" di Palermo è tra i centri clinici individuati per sperimentare il vaccino anticovid italiano. L'Aoup è coinvolta - insieme ad altri 27 realtà ospedaliere ( 26 in Italia e 1 in Germania) in quella che è la seconda fase dello studio condotto sul vaccino GrAd-Cov.2 (meglio conosciuto come ReiThera) dalla società biotecnologica italiana ReiThera in collaborazione con l'Istituto "Spallanzani" di Roma. Nella Fase 1 della sperimentazione, partita ad agosto 2020 e terminata lo scorso gennaio, sono stati raccolti i dati preliminari sulla sicurezza e l'immunogenicità del vaccino sull'uomo. A novembre sono stati resi noti i primi risultati di efficacia che hanno dimostrato non solo che il vaccino è stato ben tollerato, ma che è stato immunogenico, ovvero l'organismo in cui è stato inoculato ha prodotto sia anticorpi che linfociti T. La sperimentazione proseguirà ora con la Fase 2 e 3, per verificare in modo più avanzato quali sono le risposte al vaccino da parte di soggetti volontari. I centri qualificati idonei a portare avanti lo studio devono possedere una serie di requisiti tecnologici, logistici e clinico-sanitari. I risultati registrati da ciascuna struttura saranno successivamente raccolti ed elaborati a livello centrale: l'obiettivo è produrre in tempi brevi il primo vaccino anti-Covid made in Italy.

13:15 - Settimana scorsa sono aumentati positivi e ricoverati

L'ufficio statistica del comune di Palermo ha elaborato i dati diffusi ieri dal Dipartimento della Protezione civile su emergenza Covid-19. I dati della settimana appena conclusa mostrano un ulteriore incremento dei nuovi positivi in Sicilia e anche un aumento dei ricoveri, degli ingressi in terapia intensiva e dei deceduti. Nella settimana appena conclusa, i nuovi positivi in Sicilia sono 4.419, il 15,4% in più rispetto alla settimana precedente, quando già si era registrato un incremento del 7,3%. I tamponi positivi sono pari al 13,3% delle persone testate, in aumento rispetto all'11,8% della settimana precedente. Il numero degli attuali positivi è pari a 14.323, 2.397 in meno rispetto alla settimana precedente. Le persone in isolamento domiciliare sono 13.532, 2.408 in meno rispetto alla settimana precedente. I ricoverati sono 791, di cui 100 in terapia intensiva. Rispetto alla settimana precedente sono aumentati di 11 unità (i ricoverati in terapia intensiva sono invece diminuiti di 23 unità). Nella settimana appena conclusa si sono registrati 41 nuovi ingressi in terapia intensiva (+13,9% rispetto ai 36 della settimana precedente). Il numero dei guariti (142.140) è cresciuto di 6.707 unità rispetto alla settimana precedente. La percentuale dei guariti sul totale positivi è pari all'88,4% (era l'86,6% domenica scorsa). Il numero dei deceduti, pari a 4.344, è aumentato di 109 unità rispetto alla settimana precedente. Il tasso di letalità (deceduti/totale positivi) è pari al 2,7% (come domenica scorsa). I ricoverati complessivamente rappresentano il 5,5% degli attuali positivi (i ricoverati in terapia intensiva lo 0,7%).

13:06 - Vaccini, anomalia in catena freddo hub Catania: ritirato lotto

La somministrazione di un lotto di vaccini è stata sospesa, in via precauzionale per un problema nella catena del freddo nell'hub di Catania, realizzato nell'ex mercato ortofrutticolo di San Giuseppe La Rena. L'iniziativa è stata adottata dopo che gli operatori hanno notato che il frigorifero dove erano conservate le dosi ha avuto un problema con l'alimentazione elettrica. A scopo preventivo è stata decisa di non utilizzare quel lotto per le inoculazioni.

11:32 - Covid: chiuso il Primo Municipio di Catania dopo contagi 

Oggi e domani gli uffici Anagrafe del Primo Municipio di Catania, in via Zurria, rimarranno chiusi per attività di sanificazione a causa di alcuni casi di contagio da Covid-19. Questo è quanto si legge sul sito del Comune di Catania.

9:30 - Controlli della guardia di finanza nel Catanese, 13 multe

Tredici sanzioni amministrative, due delle quali nei confronti di altrettante attività economiche che non esponevano il cartello con il numero massimo di persone ammesse all'interno, costituiscono il bilancio di controlli anti - Covid effettuati dalla Guardia di finanza nel fine settimana appena trascorso. Le persone sanzionate sono state 11: cinque sono state sorprese a sostare senza mascherina e senza rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro nel borgo marinaro di Acitrezza, tre sono state trovate a circolare all'interno del porto di Catania durante il coprifuoco in assenza di esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute, tre si spostavano per le strade del capoluogo etneo senza avere con loro le mascherine Nel corso dei controlli i militari hanno inoltre trovato e sequestrato, in due diverse occasioni, 67 grammi di marijuana ed uno spinello, segnalando una persona alla Prefettura. I 67 grammi sono stati trovati in un'area condominiale di Acireale.

7:25 - Casi in aumento a Caltanissetta, chiesta zona rossa

Notevole incremento di contagi Covid a Caltanissetta: più di 100 negli ultimi tre giorni. Il sindaco Roberto Gambino ordina la chiusura di scuole di ogni ordine e grado, ville e parchi, a partire dalle 18, uffici comunali (in quest'ultimo caso saranno garantiti solo servizi essenziali). Inoltre, il primo cittadino chiede l'istituzione della zona rossa. Intanto in soli due giorni nel reparto di Rianimazione Covid-19, dell'ospedale Sant'Elia, che era rimasto chiuso dal 27 febbraio, sono stati ricoverati cinque pazienti.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.