Covid, in Sicilia 679 contagi su 25.677 tamponi. Da lunedì scatta la zona arancione

Sicilia
©Fotogramma

Da lunedì prossimo la Sicilia torna in zona arancione anche se ha un indice di diffusione Rt sotto la soglia di 1, mentre sarà, come il resto d'Italia, in zona rossa dalla vigilia di Pasqua fino a Pasquetta, questa la misura decisa dal governo.

Il nuovo live con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Sono 679 i nuovi positivi al Covid19 in Sicilia su 25.677 tamponi processati, con una incidenza di positivi intorno al 2,6%, in leggera flessione rispetto a ieri.

Da lunedì prossimo la Sicilia torna in zona arancione anche se ha un indice di diffusione Rt sotto la soglia di 1, mentre sarà, come il resto d'Italia, in zona rossa dalla vigilia di Pasqua fino a Pasquetta, questa la misura decisa dal governo.

"A fronte di 7mila cancellazioni, 117mila conferme sono il segnale che i cittadini credono nella campagna di vaccinazione". Lo ha detto l'assessore regionale alla Salute Ruggero Razza intervenendo alla inaugurazione dell'hub vaccinale di Caltanissetta dove sono state attivate 24 postazioni. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI).

18:46 - Da lunedì anche la Sicilia in zona arancione

Da lunedì prossimo la Sicilia torna in zona arancione anche se ha un indice di diffusione Rt sotto la soglia di 1, mentre sarà, come il resto d'Italia, in zona rossa dalla vigilia di Pasqua fino a Pasquetta. E' la misura decisa dal governo nazionale durante l'incontro con le Regioni e gli Enti locali. Fino al 6 aprile la zona gialla per la Sicilia come per altre regioni resta sospesa. Il decreto è stato firmato dal premier Mario Draghi e per domani è prevista l'ordinanza del ministro per la salute Roberto Speranza. Zone gialle abolite in vista delle festività pasquali e si passerà automaticamente in zona rossa con un'incidenza settimanale superiore a 250 casi per 100.000 abitanti. E' stato il comitato tecnico scientifico nazionale a suggerire al governo di abolire la zona gialla le cui restrizioni sono giudicate inefficaci per contenere l'epidemia. Dal 15 marzo al 2 aprile e nella giornata del 6 aprile, per gli spostamenti, nelle regioni in zona arancione sono permessi in ambito comunale verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno, tra le 5 e le 22. il limite massimo è di due persone oltre a quelle conviventi. I minori di 14 anni non si contano e quindi possono aggiungersi ad esempio ai genitori che visitano i nonni così come i disabili o non autosufficienti conviventi. Questi movimenti non sono autorizzati in zona rossa. Da lunedì prossimo vietato consumare all'interno di bar, ristoranti e centri commerciali, anche a pranzo ma resta consentito l'asporto fino alle 22. Per i bar concesso l'asporto di bevande fino alle 18 e stop alle consumazioni nei pressi delle attività. Nessun limite per la consegna a domicilio. Sono aperti i negozi al dettaglio, chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi, coprifuoco dalle 22 alle 5. Il 3, il 4 e il 5 aprile tutta Italia sarà zona rossa, ad esclusione di aree in zona bianca. Nelle regioni ci si potrà spostare rispettando le regole per le zone arancioni: è una deroga alla regola generale delle zone rosse dettata dalle feste pasquali.

17:39 - In Sicilia 679 casi su oltre 25mila tamponi

Sono 679 i nuovi positivi al Covid19 in Sicilia su 25.677 tamponi processati, con una incidenza di positivi intorno al 2,6%, in leggera flessione rispetto a ieri. La regione resta undicesima nel contagio giornaliero di oggi. Le vittime sono state 13 nelle ultime 24 ore e portano il totale a 4.318. Il numero degli attuali positivi è di 13.796, con un aumento di 274 casi rispetto a ieri. I guariti sono 392. Negli ospedali i ricoverati sono 772; 1 in più rispetto a ieri, quelli in terapia intensiva sono 101, uno in più rispetto a ieri. La distribuzione nelle province vede Palermo 299, Catania 150, Messina 44, Siracusa 31, Trapani 23, Ragusa 49, Caltanissetta 34, Agrigento 46, Enna 3.

14:58 - Genitori positivi, chiuso un asilo a Palermo

Chiusa da oggi in via precauzionale la scuola dell'infanzia comunale 'Peralta', nel quartiere Montepellegrino, in seguito alla segnalazione di positività al Covid-19 dei genitori di uno degli alunni. Le famiglie sono state avvertite. L'amministrazione comunale ha chiesto la sanificazione prevista dai protocolli anti-Covid e ha avviato la comunicazione al Dipartimento di prevenzione dell'Azienda sanitaria di Palermo per il tracciamento dei contatti stretti e la valutazione della ripresa dell'attività.

14:53 - A Caltanissetta inaugurato hub vaccini con 24 postazioni

Ventiquattro postazioni, oltre un centinaio di operatori impiegati su due turni. Il quinto hub regionale per la vaccinazione anti-Covid è stato inaugurato oggi a Caltanissetta dall'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, dal direttore generale del dipartimento della Protezione civile regionale, Salvatore Cocina e dal sindaco di Caltanissetta, Roberto Gambino. La struttura è stata allestita all'interno della palestra del Cefpas, Centro per la formazione permanente e l'aggiornamento del personale del Servizio sanitario. "L'apertura di questo hub - ha detto l'assessore Razza - arriva in un giorno importante per la campagna vaccinale, quello successivo alla decisione di Aifa di sospendere un lotto del vaccino AstraZeneca. Mi fa piacere constatare che questo centro sia affollato, mi sarei aspettato molte meno persone". La struttura è stata allestita dal dipartimento regionale della Protezione civile. "Personalmente farò il vaccino per ultimo - ha detto il sindaco di Caltanissetta Roberto Gambino - vengono prima gli anziani, i disabili e le persone fragili". Oltre alle aree di assistenza e accoglienza, conta complessivamente 24 box predisposti per ricevere la popolazione nell'ambito della campagna vaccinale anti Covid di massa. L'hub di Caltanissetta, come gli altri centri siciliani, seguirà tabella e tempistiche previste dal ministero della Salute e aprirà in orario continuato tutti i giorni dalle 8 alle 20.

14:20 - Controlli anti-Covid, chiuso internet point nel Ragusano

Proseguono i controlli disposti dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ragusa, nell'ambito del potenziato dispositivo operativo volto a verificare l'osservanza delle misure di contenimento dell'epidemia da Covid-19. In particolare l'attività investigativa ha consentito ai militari della Tenenza di Modica di individuare a Scicli un esercizio commerciale all'interno del quale è stata accertata la raccolta di scommesse sportive, vietata dalle misure emergenziali. I finanzieri hanno constatato che, pur qualificandosi quale "Internet Point", l'esercente consentiva l'effettuazione di scommesse sugli eventi offerti dal palinsesto sportivo europeo. Al titolare è stata comminata la sanzione di 400 euro ed intimata la chiusura obbligatoria dell'attività.

13:45 - Sindaca di Sciacca vieta stazionamenti in aree pubbliche

Il sindaco di Sciacca Francesca Valenti ha firmato un'ordinanza che dispone il divieto di stazionamento delle persone in aree pubbliche e la sospensione del mercato settimanale per arginare i contagi da Covid. L'ordinanza è valida "fino al 6 aprile compreso, con possibilità di reiterazione e modificazione in ragione dell'evolversi della situazione epidemiologica e dei consequenziali provvedimenti emergenziali in materia". Il provvedimento dispone, nel dettaglio, il "divieto di stazionamento per le persone, dal lunedì alla domenica, dalle ore 7 e fino alle ore 22 in tutte le strade e piazze e luoghi pubblici della città". 

13:34 - Vaccini: Razza, su 70enni 'fragili' aspettiamo parere Aifa

"Per i settantenni con particolari fragilità che non possono fare il vaccino Astrazeneca attendiamo per esempio quello che Aifa dirà su Jhonson&Jhonson. Per particolari patologie il vaccino Astrazeneca non è stato consigliato ed è stato consigliato quello di Pfizer e Moderna al momento, quindi, la mia risposta è legata non all'ordine di priorità ma alla quantità di vaccini per questi soggetti che verrà messa a disposizione. Per quanto riguarda coloro che si sono prenotati con Astrazeneca, pur non potendo farlo è un problema che va risolto individualmente". Lo ha detto l'assessore Ruggero Razza questa mattina a Caltanissetta per inaugurare il centro hub vaccinale del Cefpas. 

13:27 - Vaccini: Razza, numero di somministrazioni crescerà ad aprile

"L'obiettivo è quello di vaccinare la maggior parte della popolazione siciliana entro l'estate e auspichiamo che il vaccino Jhonson&Jhonson sia tra questi. Il nostro compito è quello di lavorare dal punto di vista organizzativo, quindi risorse umane e risorse materiali, luoghi nei quali fare i vaccini e personale che lo possa praticare, integrare la sanità ospedaliera con quella del territorio e con i medici di medicina generale, ed essere pronti ad un numero di vaccinazioni giornaliere che tenderà a crescere in maniera significativa nel mese di aprile". Lo ha annunciato l'assessore Ruggero Razza, a Caltanissetta per l'inaugurazione del nuovo hub vaccinale del Cefpas. Riguardo ai dubbi dei cittadini su quali vaccini fare l'assessore ha ribadito che "Tutti i hanno il dovere di essere bene informati. Nel caso della nostra Regione - ha aggiunto - le piattaforme e gli strumenti di comunicazione, e il call center messo a disposizione da Poste Italiane sono strumenti utili per ottenere tutte le informazioni necessarie. E sono ormai centinaia di migliaia i cittadini siciliani che nelle diverse fasce generazionali hanno avuto accesso ai nostri strumenti informativi. Il mio invito è quello di rivolgersi al call center, al proprio medico di medicina generale, all'Asp del proprio territorio e per chi lo vuole informarsi sul sito Siciliacoronavirus.it all'interno del quale sono contenute tutte le informazioni necessarie per il proseguimento della campagna". 

13:19 - Vaccini: Razza, in Sicilia 7mila rinunce ma 117mila conferme

"Quello che è accaduto ieri ha determinato una comprensibile preoccupazione dei cittadini. Però ogni dato va letto anche nel suo inverso. A fronte di 7mila cancellazioni, 117mila conferme sono il segnale che i cittadini credono nella campagna di vaccinazione". Lo ha detto l'assessore regionale alla Salute Ruggero Razza intervenendo alla inaugurazione dell'hub vaccinale di Caltanissetta dove sono state attivate 24 postazioni. "Ieri ho sentito il ministro della Salute - ha continuato Razza, riferendosi alla vicenda dei tre esponenti delle forze dell'ordine morti in Sicilia dopo essersi vaccinati - ci siamo affidati al governo nazionale che ha chiesto l'intervento immediato di Aifa. C'è bisogno di un chiaro messaggio a tutta la popolazione e mi sento di potere dire che la campagna vaccinazione deve essere letta come una campagna sicura. Non c'è alcuna evidenza scientifica che dica il contrario mentre c'è un assoluto bisogno di proseguire in maniera rapida, perché grazie alla vaccinazione si può tornare alla normalità".

9:54 - Messina, al via piano vaccini per operai raccolta rifiuti

Le due Società di Regolamentazione Rifiuti (Srr) di Messina Area Metropolitana e Messina Provincia, su richiesta dell'assessorato della Salute della Regione Sicilia, hanno comunicato alle organizzazioni sindacali di aver inoltrato la richiesta a tutte le aziende del comparto rifiuti di produrre gli elenchi del personale per l'avvio del piano vaccinazioni. "Finalmente una buona notizia - dicono Carmelo Pino di Fp Cgil e Michele Barresi di UIltrasporti Messina - sono oltre 1300 i lavoratori del comparto rifiuti interessati nel messinese che va dai comuni dell'Alcantara a S. Agata di Militello inseriti negli organici della Srr. Sono 570 solo quelli di MessinaServizi Bene Comune, gestore del servizio nel capoluogo. La macchina delle vaccinazioni, dopo tanti solleciti, finalmente si muove". "Auspichiamo - conclude - che la vaccinazione rappresenti il superamento di una fase difficile per la sicurezza sul lavoro in un comparto troppo esposto al rischio contagio in questo anno”.

7:22 - In Sicilia 672 nuovi casi su 23.638 tamponi

Sono 672 i nuovi positivi al Covid in Sicilia su 23.638 tamponi processati, con una incidenza di positivi intorno al 2,8%. Le vittime sono state 18 nelle ultime 24 ore e portano il totale a 4.305. Il numero degli attuali positivi è di 13.522. I guariti sono 813. Negli ospedali i ricoverati sono 771; quelli in terapia intensiva sono 100. La distribuzione nelle province vede Palermo con 263 casi, Catania 143, Agrigento 63, Messina 51, Caltanissetta 51, Trapani 39,Ragusa 32, Siracusa 27, Enna tre.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.