Covid, in Sicilia 518 nuovi casi su 25.929 tamponi

Sicilia

In terapia intensiva ci sono 134 pazienti mentre in totale i ricoverati con sintomi sono 734

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Sono 518 i nuovi contagi registrati in Sicilia su 25.929 tamponi effettuati. In terapia intensiva ci sono 134 pazienti.

Altri tre casi accertati di docenti positive al Covid-19 presso il plesso della Scuola dell'infanzia dell'Istituto Comprensivo "Don Milani", a Scicli. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

17:33 - Dosi a duemila dipendenti Università Palermo

Saranno duemila - tra docenti, ricercatori, assegnisti di ricerca, docenti a contratto e personale tecnico amministrativo e bibliotecario dell'Università di Palermo - a ricevere la prima dose del vaccino AstraZeneca nella due giorni di V-days iniziata oggi nell'Edificio 19 del Campus universitario di viale delle Scienze, dove grazie alla collaborazione tra Policlinico "Paolo Giaccone" e Ateneo è stato realizzato un centro vaccinale dedicato. Dopo l'avvio dello scorso fine settimana, in cui sono stati vaccinati i primi 350 dipendenti UniPa, che a partire dall'8 marzo saranno impegnati nelle attività didattiche in presenza, e pertanto invitati prioritariamente a manifestare la propria volontà di vaccinarsi, si prosegue con un altro week-end in cui la campagna vaccinale sarà rivolta con la somministrazione del vaccino a tutte le restanti unità di personale under 65, individuate dal piano vaccinale nazionale e che vedrà in prima linea i medici specializzati dell'unità epidemiologia clinica con registro tumori di Palermo e provincia diretta da Francesco Vitale e della scuola di specializzazione in igiene e medicina preventiva. "In una fase in cui sono iniziate le prenotazioni e le vaccinazioni anche per la popolazione scolastica - dice il commissario del Policlinico Alessandro Caltagirone - l'azienda che ha una sua missione specifica legata alla didattica, si inserisce in tale contesto per somministrare i vaccini al personale universitario". "È un momento molto significativo e di grande importanza per il nostro Ateneo - aggiunge il rettore Fabrizio Micari - Con questa campagna vaccinale dedicata al personale universitario e che nei prossimi mesi, secondo i tempi previsti dal piano vaccinale elaborato, sarà estesa anche alla popolazione studentesca, abbiamo sicuramente raggiunto un risultato rilevante, anche in termini organizzativi, che ci consente di avviare in sicurezza le attività didattiche del secondo semestre".

17:15 - In Sicilia 518 nuovi casi su 25.929 tamponi

Sono 518 i nuovi positivi al Covid19 in Sicilia su 25.929 tamponi processati con una incidenza di positivi di 1,9%, in discesa rispetto a ieri. La regione è decima nel contagio giornaliero. Le vittime sono state 21 nelle ultime 24 ore e portano il totale a 4.117. Il totale degli attualmente positivi è 25.771, con una diminuzione di 826 casi rispetto a ieri. I guariti sono 1.323. Negli ospedali continuano a diminuire i ricoveri che adesso sono 868; ovvero 40 in meno rispetto a ieri, aumentano quelli in terapia intensiva che sono 134, due in più rispetto a ieri. La distribuzione nelle province vede Palermo con 203 casi, Catania 147, Messina 31, Trapani 16, Siracusa 24, Ragusa 26, Caltanissetta 38, Agrigento 19, Enna 14.

16:08 - Uil Trapani, a scuola i nuovi 'esodati'

"Con l'arrivo del vaccino AstraZeneca il personale della scuola potrà finalmente essere vaccinato, ma in provincia di Trapani, a partire dal 25 febbraio, dopo una falsa partenza e le prime prenotazioni tramite il portale dedicato, cominciano subito a profilarsi i primi intoppi: il portale consente l'accesso agli under 55, rinviando la prenotazione degli under 65 a una fase successiva. A questo punto rimangono esclusi gli over 65 poiché il vaccino AstraZeneca non è compatibile con la loro età, pertanto questo personale risulta 'over' per il vaccino ma 'under' per la pensione, pertanto ritorna nuovamente in auge il personale 'esodato' questa volta dai vaccini". Lo afferma il segretario generale della Uil Scuola Trapani, Giuseppe Termini. "Ci sono poi - aggiunge - le discriminazioni nei confronti degli operatori della scuola cosiddetti 'vulnerabili', che dovrebbero essere vaccinati in una seconda fase in quanto il vaccino anti-covid prodotto da AstraZeneca non è indicato per tale categoria di soggetti, che dovranno attendere la somministrazione di altri vaccini, come Moderna o Pfizer, quando saranno disponibili". Altra questione riguarda poi i dirigenti scolastici: "Riguardo alle prenotazioni per il personale della scuola si assiste ad un ulteriore negligenza - aggiunge Termini -, infatti, il sistema non consente ai dirigenti scolastici di registrarsi e prenotare la data di somministrazione del vaccino, come se non appartenessero alla categoria della scuola o, ancora più grave, se la salute dei dirigenti scolastici, impegnati in presenza da settembre con inevitabile contatto con uffici, insegnanti, classi, genitori e i diversi portatori d'interesse, fosse meno importante di altri". "Vaccinarsi - conclude - è un dovere civico, ma anche un obbligo morale al fine di tutelare non solo la propria salute ma anche tutta la comunità educante. Chiediamo, pertanto, all'Asp di Trapani di intervenire presso le autorità competenti affinché vengano meno questa intollerabili discriminazioni".

15:44 - Vaccini, via a lavori per 'hub' Messina, 800 dosi al giorno

 Saranno almeno 800 al giorno i vaccini di massa somministrati nell'ex Fiera di Messina. È stata firmata, in mattinata, la concessione dei locali per l'utilizzo del complesso per la prossima campagna, che potrebbe cominciare già a metà marzo. Il documento è stato firmato dal direttore generale facente funzioni dell'Asp Messina Dino Alagna e dal presidente dell'Autorità Portuale di Messina Mario Paolo Mega. La ditta che dovrà fare i lavori, incaricata dalla Protezione Civile, prende in consegna oggi le chiavi per far partire il cantiere e procedere celermente all'adeguamento e allestimento dei padiglioni 7a e 7b e delle aree limitrofe che consentiranno l'accesso a migliaia di messinesi per circa 7 mesi. I locali saranno messi in sicurezza e riqualificati per accogliere la cittadinanza e soddisfare ogni esigenza: dalla circolazione stradale in entrata e in uscita ai parcheggi, dal punto informazioni al deposito delle dosi vaccinali, dalle sale di osservazione ai 48 'box' dove verranno eseguite le inoculazioni e naturalmente una parte riservata ai numerosi operatori sanitari impegnati. Su input dell'Assessorato regionale alla salute,Messina, come le altre città metropolitane siciliane, si adegua alla realizzazione degli 'hub' vaccinali. "Un altro passo in avanti - sottolinea la commissaria ad acta per l'emergenza Cocid a Messina Maria Grazia Furnari - ogni giorno riceviamo centinaia di messaggi di richieste di vaccino, adesso, seguendo sempre la tabella prevista dal Ministero della Salute, grazie all'utilizzo dell'ex complesso fieristico, saremo in grado di dare una risposta concreta e rapida ed estendere la vaccinazione a diverse categorie".

12:55 -Quattro tablet a reparti Catania da ex alunni L. da Vinci

Un tablet ad ognuno dei quattro reparti Covid di degenza ordinaria, a disposizione dei pazienti per la comunicazione con i familiari, è stato donato stamane a Catania all'Azienda Ospedaliera Cannizzaro dall'Associazione degli ex alunni dell'Istituto Leonardo da Vinci. la consegna è avvenuta alla presenza, tra gli altri, del direttore generale Salvatore Giuffrida e del direttore sanitario Diana Cinà. Il notaio Carlo Zimbone e l'avvocato Marco Tortorici, presidente e segretario dell'Associazione, hanno consegnato i tablet ai direttori dei reparti Covid Sandro Distefano, Carmelo Iacobello e Lorenzo Malatino. I primari hanno ringraziato l'Associazione ex Alunni dell'istituto lasalliano, sottolineando come il tablet si integri con la dotazione di cui ciascuna unità operativa è fornita. "Ogni iniziativa di umanizzazione - ha detto Giuffrida - rappresenta un elemento di aiuto nel percorso verso la guarigione e con i malati Covid lo stiamo sperimentando attraverso il supporto psicologico". Gratitudine per la "sensibilità mostrata, segno anche del riconoscimento delle professionalità del nostro ospedale" è stata espressa dal direttore sanitario Cinà.

11:08 - Vaccini: Musumeci inaugura domani il nuovo centro a Catania

Domani, alle 10.30, il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, presenterà alla stampa il nuovo hub vaccinale di Catania, allestito nell'ex Mercato ortofrutticolo. La struttura, messa a disposizione dal Comune e allestita dal dipartimento regionale della Protezione civile, oltre alla farmacia, agli ambulatori e alle aree di assistenza e accoglienza, conta complessivamente 55 box predisposti per ricevere la popolazione nell'ambito della campagna vaccinale anti-Covid di massa. Con il governatore Musumeci saranno presenti il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, l'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, e il capo della Protezione civile regionale, Salvo Cocina. Dopo Palermo, quello realizzato nel capoluogo etneo è il secondo hub vaccinale già nella disponibilità del sistema sanitario regionale nell'ambito della campagna di vaccinazione di massa. Sono in fase di allestimento, intanto, i centri di Caltanissetta, Agrigento, Trapani, Ragusa, Messina e Siracusa.

8:49 - Tre docenti positive, chiude scuola infanzia Scicli

Altri tre casi accertati di docenti positive al Covid-19 presso il plesso della Scuola dell'infanzia dell'Istituto Comprensivo "Don Milani", a Scicli. Dopo avere sentito il dirigente scolastico, Roberto Ferrera, e il responsabile della protezione civile comunale, Andrea Pisani, considerata la situazione e i possibili contatti, il sindaco di Scicli Enzo Giannone ha deciso la sanificazione dei locali interessati e ha disposto la chiusura del plesso dal 1° al 3 marzo. Nei prossimi giorni il dipartimento di Prevenzione medicina scolastica dell'Asp, stabilirà per quali sezioni dovrà scattare il provvedimento della quarantena.

8:27 - In Sicilia 578 nuovi positivi su 24.570 tamponi

Sono 578 i nuovi positivi al Covid-19 che si sono registrati ieri in Sicilia con 24.570 tamponi processati e una incidenza poco superiore al 2,3%. Le vittime sono state 21 nelle ultime 24 ore e portano il totale a 4.096. Gli attualmente positivi sono 26.597. I guariti sono 986. Negli ospedali tornano a diminuire i ricoveri e adesso sono 908, ma salgono, invece, i ricoveri in terapia intensiva dove adesso sono 132. Questa la distribuzione dell'incremento de positivi per provincia: Palermo 265 casi, Catania 123, Messina 66, Siracusa 40, Enna 20, Caltanissetta 17, Trapani 17, Agrigento 16, Ragusa 14.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.