Covid, in Sicilia 695 nuovi casi su 22.360 tamponi processati

Sicilia
©LaPresse

L'assessore Razza fa sapere che entro fine mese in regione arriveranno 102mila dosi di vaccino Astrazeneca. La somministrazione comincerà questa settimana e riguarderà due categorie: forze dell'ordine e armate, e dipendenti delle scuole (fascia di età compresa tra i 18 e i 55 anni)

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Sono arrivate in Sicilia le prima 20 mila dosi del vaccino di AstraZeneca, entro fine mese le dosi complessive saranno 102mila. Lo ha detto l'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, in conferenza stampa, a Palazzo d'Orleans, col governatore Nello Musumeci.

Oggi in regione si registrano 695 nuovi casi su 22.360 tamponi. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI).

19:29 - Venerdì divieto stazionamento piazza Duomo Catania

In vista della cosiddetta 'ottava' della festa di Sant'Agata e dei possibili assembramenti di devoti alla Patrona, il sindaco di Catania Salvo Pogliese ha emanato un'ordinanza che dispone il divieto di stazionamento in piazza Duomo dalle 7 alle 22 di venerdì prossimo, a tutela della salute pubblica e per prevenire situazioni di contagio dal Covid-19. Il provvedimento è stato concordato con il Comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza pubblica e l'Arcivescovado. Sarà possibile, comunque, attraversare la piazza ed entrare o uscire da negozi e abitazioni private, avendo cura in ogni caso di rispettare il distanziamento interpersonale di almeno un metro e l'utilizzo dei dispositivi di sicurezza personali. Pogliese raccomanda ai cittadini di "attenersi alle disposizioni anti covid e agevolare il lavoro di tutela svolto dalle forze dell'ordine per garantire il rispetto dei temporanei divieti, prevenire situazioni di contagio ed evitare conseguenti rischi anche solo potenziali per la salute di tutti". L'Arcivescovo Mons. Salvatore Gristina alle 19 di venerdì 12 febbraio presiederà a porte chiuse in Cattedrale le celebrazioni liturgiche conclusive della ricorrenza agatina con la sola presenza del sindaco in rappresentanza dei cittadini catanesi e dei devoti, come già accaduto il 4 e 5 febbraio scorsi.

18:58 - Prefetto di Palermo: "Bus di riserva per studenti"

A tre giorni dalla ripresa della didattica in presenza negli istituti secondari di secondo grado per il 50 % della popolazione scolastica: il prefetto Giuseppe Forlani ha riunito il tavolo di coordinamento per risolvere alcuni problemi come quello dei mezzi di trasporto pubblici troppo pieni. Per limitare i disagi e aumentare il distanziamento tra gli studenti arrivano gli autobus "di riserva", per garantire il servizio in un intervallo orario ravvicinato e con un ulteriore potenziamento dei mezzi in talune tratte.

18:48 - Superate le 100 mila prenotazioni da over 80

Sono oltre centomila i siciliani del target over 80 che hanno prenotato il vaccino anti-Covid attraverso il sistema telematico nazionale della struttura commissariale per l'emergenza, gestito da Poste Italiane, a cui ha aderito anche la Regione Siciliana. Si tratta di circa il 30 per cento della popolazione che rientra in questa fase della campagna vaccinale. Intanto - dice la Regione - a seguito di approfondimenti tecnici, è stato disposto l'annullamento della prenotazione effettuata da cittadini che, pur non rientrando nell'attuale target, avevano inoltrato al sistema telematico la procedura di adesione alla campagna vaccinale anti-Covid. Per evitare il ripetersi di tale anomalia, riconducibile prevalentemente alle sole prenotazioni mediante call center, il sistema ha provveduto a garantire l'accesso ai soli cittadini del target over 80.

18:36 – Laccoto: “Gli ospedali Asp Messina non hanno tamponi

Gli ospedali dell'Asp di Messina risultano sprovvisti di tamponi rapidi molecolari necessari per il ricovero dei pazienti. Lo dice il deputato regionale Giuseppe Laccoto che ha presentato una interrogazione urgente al presidente della Regione e all'assessore regionale alla Salute chiedendo "quali siano i motivi di questa grave disfunzione che si ripercuote negativamente sui servizi sanitari pubblici". Laccoto ricorda la circolare dello scorso maggio 2020 secondo cui "tutti i pazienti che transitano da Pronto Soccorso e che necessitano di ricovero o intervento chirurgico, nei primi 30 giorni e fino a nuova verifica dell'andamento epidemiologico sul contagio, devono essere sottoposti a tampone rinofaringeo". Si tratta di un provvedimento essenziale che rientra nelle misure di prevenzione e protezione per contenere il rischio di ripresa di focolai epidemici da Covid, ma "l'Asp di Messina sta procurando un gravissimo disservizio: le stesse strutture ospedaliere si rivolgono a laboratori privati per l'esecuzione dei test necessari inevitabili ricadute dal punto di vista economico, della qualità dei servizi sanitari resi e dell'immagine dell'Azienda Sanitaria".

18:22 - Vaccini: Asp Enna inoculata doppia dose a 3.150 persone

A Enna continua speditamente la campagna di vaccinazione con la somministrazione della dose di richiamo per i vaccinati contro il Covid 19 e con l'inoculazione della prima dose alle residue categorie rientranti nella prima fascia di popolazione individuata. Il 20 febbraio prossimo inizieranno a essere vaccinati gli ultraottantenni, le cui prenotazioni sono arrivate a diverse migliaia in appena tre giorni dall'avvio della campagna di prenotazione. "Tutto il personale sanitario dell'ospedale Umberto I di Enna ha ricevuto la seconda dose", dice Natale La Grotteria, data manager della campagna vaccinale per l'Asp di Enna. "Le persone vaccinate finora in provincia di Enna sono complessivamente 3.150; conteggiando chi deve ricevere la seconda dose, il numero sale a 4.332 vaccinati". Continuano nel frattempo a diminuire i ricoverati per Covid: oggi in area malattie infettive sono 21, di cui 3 nell'ospedale di Leonforte; 8 nella semintensiva e un solo paziente in terapia intensiva. I dimessi in totale, dagli inizi di novembre, sono 297; 62 le persone decedute. Infine, un'altra paziente ultracentenaria ha vinto la battaglia contro il Coronavirus. Luigi Guarneri, primario del reparto malattie infettive dell'Umberto I, ha comunicato che è in dimissione una paziente di 103 anni pronta a tornare a casa.

17:15 - In Sicilia 695 nuovi casi su 22.360 tamponi

Sono 695 i nuovi positivi al Covid19 in Sicilia su 22.360 tamponi processati con una incidenza di positivi di circa il 3,1%, in discesa rispetto a ieri. La regione è settima nel contagio di oggi. Le vittime sono state 29 nelle ultime 24 ore e portano il totale a 3.757. Il totale degli attualmente positivi è 37.587, con una diminuzione di 934 casi rispetto a ieri. I guariti sono 1600. Negli ospedali continuano a diminuire i ricoveri che adesso sono 1.278; ovvero 59 in meno rispetto a ieri e diminuiscono anche quelli in terapia intensiva che sono 170, sei in meno rispetto a ieri. La distribuzione nelle province vede Palermo con 218 casi, Catania 197, Messina 93, Agrigento 58, Siracusa 38, Trapani 33, Ragusa 23, Caltanissetta 22, Enna 13.

11:56 - Catania, violano coprifuoco in pub: 3 multe e locale chiuso

I carabinieri e la Polizia Municipale a Catania la notte scorsa hanno sorpreso dopo le 22 tre persone che violando il coprifuoco, ascoltavano musica in un pub di Via Coppola. I militari hanno elevato a tutti una sanzione amministrativa e disposto la chiusura per cinque giorni dell'attività commerciale.

11:29 - Pozzallo: chiusura scuola dal 15 al 17 febbraio per disinfestazione

Con una ordinanza il sindaco di Pozzallo Roberto Ammatuna ha previsto la chiusura degli edifici scolastici, nei giorni 15/16/17 febbraio, per interventi di derattizzazione, disinfestazione, disinfezione e sanificazione da covid-19. "Considerato il periodo di emergenza sanitaria da Covid-19 - afferma il primo cittadino - alle normali operazioni di derattizzazione e disinfestazione delle sedi scolastiche, abbiamo aggiunto per ulteriore garanzia per gli studenti e gli insegnanti anche la disinfezione e la sanificazione dei plessi".

7:43 - Vaccini: Razza, 102mila dosi AstraZeneca entro fine mese

Sono arrivate in Sicilia le prima 20 mila dosi del vaccino di AstraZeneca, entro fine mese le dosi complessive saranno 102mila. Lo ha detto l'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, in conferenza stampa, a Palazzo d'Orleans, col governatore Nello Musumeci. La somministrazione del vaccino di AstraZeneca comincerà questa settimana e riguarderà due categorie: forze dell'ordine e armate, e dipendenti delle scuole (fascia di età compresa tra i 18 e i 55 anni). "Valuteremo se iniziare entrambi gli elenchi in parallelo o se partire da uno di questi, aspettiamo la decisione della Conferenza Stato-Regioni - ha spiegato l'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza - Le sedi di vaccinazione in questa fase saranno i centri vaccinali. La prossima settimana si opererà anche nei nove hub provinciali. Sull'andamento di questa campagna, anche in relazione a ulteriori disponibilità di vaccini - ha proseguito Razza - è in corso da parte della Regione il recepimento dell'accordo con la Medicina generale. Ieri ho incontrato i vertici di Federfarma perché la Sicilia intende dare esecuzione alla norma della legge di stabilità per coinvolgimento delle farmacie nelle vaccinazioni". 

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.