Covid, la Sicilia torna in zona arancione: oggi 766 casi su 32.749 tamponi

Sicilia
©LaPresse

Da oggi la Sicilia non è più zona rossa, le nuove misure saranno valide fino al 15 febbraio come prevede l'ordinanza firmata dal presidente della Regione, Nello Musumeci

 

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

In Sicilia quest’oggi si registrano 766 nuovi casi su 32.749 tamponi effettuati. Da oggi la Sicilia non sarà più zona rossa ma torna arancione. Le misure saranno valide fino al 15 febbraio compreso, come prevede l'ordinanza firmata dal presidente della Regione, Nello Musumeci. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI).

19:05 - Capaci, 11 alunni positivi: plesso scolastico chiuso

Focolaio di contagi Covid nel plesso Gaetano Longo della direzione didattica Alcide De Gasperi a Capaci (Pa). In una sola classe, su 14 alunni che si sono sottoposti al tampone 11 sono risultati positivi al coronavirus. Il sindaco Pietro Puccio, pertanto ha prorogato la chiusura del plesso scolastico almeno fino al prossimo 5 febbraio con una ordinanza adottata a scopo precauzionale. Il primo cittadino ha prima chiesto un parere urgente all'Unità Operativa Territoriale di Prevenzione di Carini che si è espressa favorevolmente sul provvedimento adottato, in attesa che l'intera popolazione scolastica venga sottoposta a screening da parte dell'Usca competente. Tutti i locali della scuola primaria e dell'infanzia del plesso sono già stati sanificati.

18:46 – Asp di Enna: su 3.597 test scuole soltanto 5 positivi

Su 3.597 tamponi antigenici eseguiti nel territorio dell'Asp di Enna, alla popolazione delle scuole secondarie, registrati soltanto 5 positivi, 3 a Troina e 2 a Nicosia. I comuni interessati sono stati: Valguarnera, (97 tamponi); Gagliano (51 tamponi), Centuripe (130 tamponi), Piazza Armerina (627 tamponi), Regalbuto (160 tamponi), Leonforte (356 tamponi), Agira (246 tamponi), Enna (619 tamponi) Nicosia (865 tamponi), Troina (252 tamponi), Barrafranca (194 tamponi). I soggetti risultati positivi al tampone rapido hanno ricevuto la somministrazione del tampone molecolare e sono stati presi in carico dal Dipartimento di Prevenzione per i provvedimenti conseguenziali.

18:41 - 'Furbetti del vaccino', dirigente medico trasferito

Il dirigente dell'Unità operativa di prevenzione di Petralia Sottana (Pa) Mariano Di Gangi è stato trasferito al distretto 38 di Lercara Friddi, per il caso dei 'furbetti del vaccino' anti covid scoppiato nel distretto sanitario 35. Il provvedimento è stato adottato sull'onda delle polemiche su vaccinazioni irregolari per soggetti che, in questa fase, non ne avrebbero avuto diritto. I casi sospetti erano all'inizio otre 300 su 1120 somministrazioni praticate. Ma l'assessore regionale Ruggero Razza aveva poi ridotto il numero delle inoculazioni non giustificate a una ventina. Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri del Nas che hanno acquisito una relazione del responsabile del distretto sanitario, Calogero Zarbo.

17:47 – In Sicilia 766 casi su quasi 38mila tamponi

Sono 766 i nuovi positivi al Covid in Sicilia, su 32.749 tamponi processati, con una incidenza del 2,3%. La regione è al quarto posto per contagio in Italia, dopo Lombardia, Emilia Romagna e Campania. Le vittime sono 30 nelle ultime 24 ore e portano il totale a 3.508. Gli attualmente positivi sono 42.202, con un decremento di 87 casi rispetto a ieri. I guariti sono infatti 823. Negli ospedali i ricoveri sono 1.540, 11 in più rispetto a ieri, dei quali 204 in terapia intensiva, lo stesso numero del giorno precedente. La distribuzione nelle province vede Catania con 226 casi, Palermo 330, Messina 80, Trapani 10, Siracusa 47, Ragusa 26, Caltanissetta 35, Agrigento 1, Enna 11.

17:33 - Dati ufficio statistica Palermo: in Sicilia meno positivi, ma più guariti e morti

Nella settimana appena conclusa i nuovi positivi in Sicilia sono stati 6.351, il 29,6% in meno rispetto alla settimana precedente, quando si era già registrata una diminuzione del 28,8%. I tamponi positivi sono pari al 15,7% delle persone testate, in sensibile diminuzione rispetto al 23,1% della settimana precedente. I dati del Dipartimento della Protezione Civile sono stati diffusi dall'ufficio statistica del comune di Palermo. Dall'analisi dei numeri si evince che gli attuali positivi sono 42.289, 5.365 in meno rispetto alla settimana precedente. Le persone in isolamento domiciliare sono 40.760, 5.236 in meno rispetto alla settimana precedente. I ricoverati sono 1.529, di cui 204 in terapia intensiva. Rispetto alla settimana precedente sono diminuiti di 129 unità (di cui -23 in terapia intensiva). Nella settimana appena conclusa si sono registrati 70 nuovi ingressi in terapia intensiva - in diminuzione del 42,1% rispetto ai 121 della settimana precedente. Ammonta a 90.336 il numero dei guariti, che è cresciuto di 11.464 unità rispetto alla settimana precedente. La percentuale dei guariti sul totale positivi è pari al 66,4% (era il 60,8% domenica scorsa). Il numero dei deceduti, pari a 3.478 è aumentato di 252 unità rispetto alla settimana precedente. Il tasso di letalità (deceduti/totale positivi) è pari al 2,6% (domenica scorsa era pari al 2,5%). I ricoverati complessivamente rappresentano il 3,6% degli attuali positivi (i ricoverati in terapia intensiva lo 0,5%)."I dati confermano - spiega il responsabile dell'Ufficio statistica del Comune, Girolamo D'Anneo - i segnali di rallentamento della pandemia in Sicilia: rispetto alla settimana precedente sono diminuiti i nuovi positivi, gli attuali positivi, i ricoverati, gli ingressi in terapia intensiva e le persone in isolamento domiciliare. E' però cresciuto il numero dei decessi".

16:25 - Multe per oltre 23mila euro nel weekend a Catania

Sanzioni amministrative per 23.548 euro sono state irrogate a catania nel fine settimana appena trascorso dalla Polizia Municipale per mancato rispetto norme commerciali e antiCovid-19. Sono state 194 le verifiche effettuate sulle attività commerciali e cinque gli esercizi sanzionati e chiusi per il mancato rispetto delle normative di contenimento della pandemia. Tra le attività sanzionate due attività di articoli di pelletteria. Stesse sanzioni per un chiosco che non aveva rispettato l'orario di chiusura delle 18 e per un'associazione culturale che svolgeva la propria attività malgrado il divieto. Sul fronte polizia commerciale, controlli di routine in via Armando Diaz hanno determinato sanzioni per quattro venditori ambulanti di prodotti ortofrutticoli privi dei requisiti professionali richiesti e delle autorizzazioni amministrative sia alla vendita sia all'occupazione di suolo pubblico. Sono stati multati complessivamente per 15.116 euro e la loro merce è stata sequestrata e devoluta in beneficenza. Sabato scorso la Polizia municipale ha chiuso in via definitiva - in esecuzione del provvedimento di revoca della Scia per mancanza di requisiti morali del titolare - un locale più volte nelle ultime settimane sottoposto a chiusura provvisoria per violazione delle norme anti Covid. In via Etnea, durante controlli effettuati insieme con la Polizia di Stato, sono state sanzionate con multe di 400 euro l'uno dieci persone che partecipavano a una manifestazione non autorizzata. Nove non avevano la mascherina protettiva, uno era residente in un altro comune). I 10 stati anche identificati dalla Questura per eventuali ulteriori violazioni commesse. Sanzioni per 1.032 euro, infine, nei confronti del titolare di un Bed & Breakfast che non aveva ottemperato alla richiesta di integrazione documentale della Scia.

13:33 - Screening scuole a Siracusa, 63 positivi su 9823 tamponi

Si è conclusa con 9823 tamponi rapidi su base volontaria eseguiti su studenti e personale scolastico delle scuole medie inferiori e superiori della provincia di Siracusa e con 63 persone riscontrate positive la campagna di screening organizzata dall'Asp di Siracusa in tutti i comuni della provincia, in collaborazione con i sindaci e i dirigenti scolatici, secondo le attuali direttive emanante dall'assessorato regionale della Salute per monitorare l'andamento della diffusione del contagio da Covid-19 nella popolazione scolastica. Nelle giornate conclusive del 30 e 31 gennaio lo screening ha interessato i comuni di Sortino, Noto, Avola, Siracusa e Portopalo con l'esecuzione complessiva a studenti e operatori scolastici di 2025 tamponi rapidi e l'individuazione di 9 positivi. A Noto sono stati eseguiti 417 tamponi rapidi di cui 5 sono risultati positivi, 216 a Sortino con zero positivi. Ad Avola sono stati eseguiti 415 tamponi di cui 1 positivo, a Siracusa 895 di cui 3 positivi, a Portopalo 82 tamponi e zero positivi.

13:07 - Asp Messina, 370 contatti giorno gestiti da psicologi

 Ad un mese dall'istituzione di un ufficio straordinario per l'emergenza territoriale da Covid-19 per la provincia di Messina, con l'insediamento del commissario ad acta Marzia Furnari, continuano i progressi del "contact tracing", il sistema di tracciamento affidato a un gruppo di 60 psicologi e psicoterapeuti, che dal 4 gennaio opera nella sede degli uffici commissariali al dipartimento di ingegneria dell'Università di Messina. L'obiettivo è anche quello di alleviare la sofferenza dei positivi e il livello di ansia dovuto all'infezione. Attualmente la media è di 370 contatti al giorno, con la compilazione di altrettante "schede-contatto", per un totale di 2.220 a settimana. Negli ultimi 7 giorni il tempestivo intervento è riuscito a scongiurare il pericolo di due potenziali focolai in un supermercato cittadino e al terminal di arrivo degli aliscafi. Ogni operatore, attraverso una apposita scheda, pone domande alla persona contagiata per ricostruire gli spostamenti e le sue attività, tracciando i contatti avvenuti senza dispositivi di sicurezza e senza rispettare la distanza minima interpersonale per un tempo prolungato.

13:00 - Motociclisti sull'Etna e all'Alcantara, 7 sanzionati

Sette motociclisti appassionati di enduro sono stati sanzionati da carabinieri di Castiglione di Sicilia e Linguaglossa per avere violato le normi anti Covid. Sono stati sorpresi durante controlli eseguiti il Parco dell'Etna e il Parco fluviale dell'Alcantara.

12:42 - Catania, sdoganate mediante 'svincolo diretto' 274mila mascherine

Funzionari dell'Agenzia della dogana e dei monopoli (Adm) di Catania hanno proceduto allo sdoganamento, mediante "svincolo diretto", di 274mila mascherine chirurgiche in "tessuto non tessuto" (Tnt) di origine cinese e provenienza australiana. I dispositivi di protezione individuale sono stati consegnati a una società iscritta alla Federazione italiana fornitori ospedalieri (Fifo) con cui Adm ha firmato un protocollo di intesa per facilitare l'approvvigionamento di materiale sanitario destinato ai soggetti che a vario titolo operano nel Servizio sanitario nazionale.

11:47 - Covid, lunghe code auto al "drive in" di Gravina di Catania

A causa delle lunghe code che si stanno formando nei pressi dello svincolo di Gravina di Catania sulla Tangenziale Ovest per accedere all'area dove è attivo il drive in per lo screening da anti Covid, il sindaco Massimiliano Giammusso "consiglia agli automobilisti che non devono effettuare il test di evitare gli svincoli per Gravina visto il notevole traffico accumulato in entrata". "Sono centinaia i cittadini, provenienti anche da altri comuni - spiega il sindaco - che stanno sfruttando questa opportunità di tracciamento in corso presso il parcheggio di via Quasimodo di fronte il Centro Commerciale Katané. Invito gli automobilisti in transito in Tangenziale di utilizzare, oggi e domani, uscite alternative per evitare ulteriori ingorghi". 

11:26 - Controlli a Catania, 17 sanzioni

Sono stati 277 i cittadini e 49 gli esercizi commerciali controllati la scorsa settimana dalle Fiamme Gialle etnee sul rispetto delle norme anti Covid-19 da zona rossa. Diciassette le sanzioni amministrative elevate, otto delle quali rivolte a diportisti. Inoltre, sono stati sanzionate due persone che avevano sostanza stupefacente. Controlli in mare hanno permesso ieri di sanzionare alcuni diportisti intenti a pescare nelle acque antistanti il porto nonostante le restrizioni. Tre le imbarcazioni individuate a breve distanza l'una dall'altra e sei le persone complessivamente sanzionate. I militari della Compagnia Pronto Impiego di Catania hanno inoltre proceduto al sequestro amministrativo in due diverse occasioni di sostanza stupefacente di tipo marijuana detenuta da due giovani usciti di casa senza validi motivi, che sono stati segnalati alla Prefettura.

11:03 - Screening scuole Trapani, 62 positivi su 10.749 tamponi

Si è conclusa con un totale di 10.749 tamponi effettuati e 62 casi positivi, l'attività di screening Covid-19 rivolta agli studenti e al personale scolastico delle scuole secondarie di primo e secondo grado della provincia di Trapani, che si è svolta il 30 e 31 gennaio nei comuni del territorio. La campagna, promossa dall'assessorato regionale alla Salute - Dasoe, per monitorare l'andamento della diffusione del contagio da Covid-19, è stata attivata dall'Asp di Trapani che ha messo in campo medici e infermieri delle squadre aziendali Usca coordinate da Mario Minore, Responsabile dell'Unità operativa Gestione Emergenza e Urgenza Territoriale, per effettuare uno screening attraverso test antigenici rinofaringei rapidi effettuati in modalità Drive in. Nella giornata di sabato, su 4.943 tamponi rapidi eseguiti sono risultati 17 positivi immediatamente sottoposti a tampone molecolare per la conferma. Domenica su 5.806 test rapidi eseguiti, 45 sono stati i casi di positività di cui si attende esito di conferma da verifica molecolare.

9:45 - Uci: "Ciechi e ipovendenti gravi abbiano priorità"

"Ciechi assoluti o parziali e ipovedenti gravi sono tra le categorie con minori difese rispetto al Covid, perché 'vedendo' esclusivamente attraverso il tatto, sono costretti a toccare qualunque cosa, senza guanti o protezioni, esponendosi così al contagio". Lo ricorda il presidente dell'Uici regionale Gaetano Renzo Minincleri in una lettera al presidente della Regione siciliana Nello Musumeci e all'assessore alla Sanità Ruggero Razza in cui chiede che queste categorie protette "abbiano priorità nella vaccinazione". Minincleri sottolinea come il Commissario per l'emergenza covid, Domenico Arcuri, abbia accolto l'appello lanciato dal presidente nazionale dell'Uici, Mario Barbuto, "per inserire le persone con disabilità visiva nel programma di vaccinazione delle prossime settimane". Barbuto, per ovvi motivi, aveva rimarcato anche la necessità di vaccinare anche accompagnatori e collaboratori che vivono in simbiosi con i ciechi. Per esempio, ha detto Minincleri parlando della Sicilia, "il personale delle strutture dell'Unione italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti in tutta l'Isola, della Stamperia Regionale Braille di Catania e del Centro regionale Hellen Keller, scuola cani guida, di Messina". Minincleri, nella lettera, oltre a dichiarare l'apprezzamento dell'Uici regionale per "la decisa e concreta azione intrapresa dalla Giunta Musumeci a tutela della salute dei cittadini siciliani", e "consapevole delle difficoltà insite nella gestione dell'attuale emergenza sanitaria", mette a disposizione le dodici strutture dell'Uici in Sicilia Queste ultime si occupano anche di prevenzione dell'ipovisione, in particolare per le patologie legate agli schermi a luce blu, quelli di pc e telefonini, che hanno avuto un'impennata a causa della crescita esponenziale dell'uso di questi dispositivi a causa del telelavoro e della didattica a distanza.

7:38 - Anche "furbetti" ristori, due denunciati a Palermo

Adesso sono stati scoperti anche i "furbetti" dei ristori. Avevano dichiarato di avere subito un'ingente perdita di fatturato, a seguito della crisi economica causata dall'emergenza Covid-19, percependo illecitamente un contributo di quasi 90mila euro. Due titolari di distributori di benzina a Palermo sono stati denunciati per indebita percezione di erogazioni in danno dello Stato, dalla guardia di finanza del comando provinciale che ha anche richiesto il sequestro di beni per un valore equivalente alla somma incassata. I finanzieri del nucleo di polizia economico finanziaria di Palermo, nell'ambito delle attività finalizzate a contrastare i tentativi di speculazione sulle forme di ristoro previste per le imprese e per le persone in difficoltà a causa del Covid-19, hanno analizzato i flussi finanziari e i movimenti bancari degli impianti di carburante accertando che i titolari, A.A. di 29 anni e D.M. di 32 anni, per ottenere i contributi avevano dichiarato falsamente di avere subito perdite di fatturato. La ricostruzione del reale volume d'affari dell'azienda ha consentito di appurare l'indebita percezione per spese di carattere personale che nulla avevano a che fare con l'attività di impresa. La procura ha emesso due decreti di sequestri preventivi d'urgenza convalidati dal gip per 89.700 euro. I due gestori hanno presentato, per via telematica, l'istanza all'Agenzia delle Entrate. L'ammontare del ristoro viene, poi, calcolato applicando una percentuale sulla differenza tra il fatturato del mese di aprile 2019 e quello del mese di aprile 2020, a condizione che la contrazione sia comunque superiore ai due terzi. I controlli effettuati hanno invece dimostrato come gli indagati avrebbero indicato nell'istanza presentata un fatturato di circa 10 volte inferiore rispetto a quello effettivo.

7:34 - Sicilia in zona arancione, ecco le misure dell'ordinanza di Musumeci

Da oggi la Sicilia non sarà più "zona rossa" ma tornerà "arancione". Le misure saranno valide fino al 15 febbraio compreso, come prevede l'ordinanza firmata dal presidente della Regione, Nello Musumeci. Il provvedimento recepisce la normativa nazionale sulla "zona arancione" all'articolo 2 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 14 gennaio e con ulteriori misure aggiuntive. Capitolo scuole: per le le scuole superiori (attività scolastiche secondarie di secondo grado), fino al 7 febbraio continuerà la didattica a distanza. Sarà possibile svolgere attività in presenza per l'uso di laboratori o per esigenze educative che favoriscano l'inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali garantendo comunque il collegamento a distanza con gli studenti in Dad. A partire dall'8 febbraio sarà ammesso alla didattica in presenza il 50% degli studenti delle scuole superiori. Da oggi sarà riattivata la didattica in presenza al 100% anche per gli alunni di seconda e terza media. Arrivi in regione: chi farà ingresso in Sicilia sarà tenuto a registrarsi sulla piattaforma www.siciliacoronavirus.it. Questa misura non è prevista per i pendolari che nei giorni precedenti hanno lasciato l'isola per un periodo inferiore a quattro giorni. Sulla piattaforma sarà possibile dichiarare di essersi sottoposto al tampone molecolare nelle 48 ore antecedenti l'arrivo. Chi non ha avuto la possibilità di sottoporsi all'esame, sarà tenuto a effettuare il tampone in uno dei drive in disponibili nell'isola. Chi non intende seguire questa procedura, può effettuare l'esame presso un laboratorio autorizzato. Chi non segue nessuna delle due indicazioni per il tampone, avrà l'obbligo di porsi in isolamento fiduciario per 10 giorni con l'obbligo di comunicarlo al medico di medicina generale, al pediatra di libera scelta o all'Asp. Ulteriori misure di distanziamento: i titolari degli esercizi pubblici sono tenuti a comunicare all'Asp il numero massimo dei clienti che possono essere accolti all'interno dei locali con l'affissione di un cartello all'esterno che dia questa indicazione. Ai centri commerciali è richiesto di munirsi di conta-persone. I titolari degli esercizi pubblici, in accordo con l'Asp e attraverso le associazioni di categoria, possono disporre settimanalmente e su base volontaria l'esecuzione dei tamponi nei drive in disponibili per i dipendenti che svolgono attività a contatto con il pubblico. Medici di medicina generale e pediatri: i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta supportano le Asp nella gestione dei pazienti Covid-19 effettuando i tamponi antigenici rapidi o altri test a specifiche categorie. Inoltre, dispongono il periodo di inizio e fine isolamento sia per i soggetti positivi al Covid-19 sia per i contatti stretti di casi confermati. 

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.