Covid, in Sicilia 1.733 nuovi casi su 8.736 tamponi eseguiti

Sicilia

Il rapporto tra test e positivi è al 19,8%, il dato più alto in Italia. Da domani tre nuove zone rosse in regione: si tratta dei comuni di Messina, Ramacca e Iudica

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Sono 1.733 i nuovi casi di Coronavirus registrati oggi in Sicilia su 8.736 tamponi processati, con un rapporto tra test e positivi al 19,8%, il più alto in Italia.

Intanto, da domani Messina, Ramacca e Iudica saranno zone rosse. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

17:42 - Asp Ragusa: oltre 60% dosi di vaccino inoculate

Sono 4.573 su 7.020, oltre il 60 per cento della fornitura, le dosi di vaccino inoculate da Asp Ragusa. Ieri le vaccinazioni sono state 740 e si andrà avanti nei prossimi giorni, secondo il programma definito.

17:13 - Enna, a febbraio inoculazione vaccino per ultraottantenni

Slitta a febbraio la vaccinazione per gli ultraottantenni da parte di Asp Enna. "La programmazione delle forniture vaccinali che, a livello nazionale, obbliga ad assicurare le seconde dosi a chi già si è vaccinato - si legge in una nota dell'azienda - impone lo slittamento il mese prossimo". Sarà il Cup, rispettando le priorità già acquisite, a richiamare quanti si sono già prenotati e verrà data una nuova data di prenotazione. Procede senza sosta la vaccinazione per gli operatori sanitari pubblici e privati, le case di riposo, le Rsa e le strutture residenziali che vede Asp Enna raggiungere oltre ľ80% di uso dei vaccini.

16:50 - In Sicilia 1.733 casi su 8.736 tamponi eseguiti

Sono 1.733 i nuovi contagiati al Coronavirus in Sicilia su 8.736 tamponi processati. Il tasso di positività, il rapporto cioè tra i test eseguiti e i casi accertati, è il 19,8%, il più alto in Italia. Le vittime sono state 33 nelle ultime 24 ore che portano a 2.728 deceduti dall'inizio della pandemia. I positivi sono complessivamente 41.506 con un aumento di 1.108 casi. I guariti sono 592. Negli ospedali i ricoveri sono 1.473, 12 in più rispetto a ieri, dei quali 208 in terapia intensiva, 3 in più rispetto a ieri. La distribuzione nelle province vede Catania 460 nuovi casi, Palermo 449, Messina 287, Ragusa 64, Trapani 130, Siracusa 201, Caltanissetta 79, Agrigento 35, Enna 28.

16:30 - Sindaco Petralia Soprana dispone misure più stringenti

Chiusa la scuola dell'infanzia, sospeso il mercato settimanale e regole stringenti per funerali: questi, in sintesi, i punti che contiene l'ordinanza emessa stamani dal sindaco di Petralia Soprana Pietro Macaluso. Il continuo aumento dei contagi nel Comune ha indotto il primo cittadino a disporre ulteriori regole in aggiunta all'ordinanza del Presidente della Regione Siciliana e al Dpcm. "Vogliamo evitare l'insorgere di focolai incontrollabili - ha detto il sindaco -. La prevenzione è stata sempre l'arma migliore per combattere ogni problematica e per tale ragione che ho emesso anche io un'ordinanza urgente con l'obiettivo di ridurre la possibilità di contagio".

16:01 - Alitalia cancella 17 voli settimanali da Comiso 

Alitalia cancella per tutto il mese di gennaio 17 voli settimanali dallo scalo di Comiso per Roma e Milano, sulle rotte in continuità territoriale incentivate dagli aiuti Stato. Una decisione motivata dalla compagnia di badiera con lo scarso numero di prenotazioni legato all'emergenza Covid e alle restrizioni alla mobilità. Saranno garantite solo le tratte da Comiso su Roma e Milano il lunedì e il venerdì.

15:12 - Vertice in Prefettura a Messina su zona rossa

Si è svolta stamane in prefettura una riunione, in videoconferenza, del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, presieduta dal prefetto Carmela Librizzi, con la partecipazione del sindaco Cateno De Luca e dei vertici delle forze dell'ordine, al fine di coordinare i servizi di vigilanza legati alla zona rossa istituita a Messina per arginare il contagio da Covid 19. "Verranno mantenuti - si legge in una nota della prefettura - i controlli già posti in essere. Pertanto, sarà assicurata la prosecuzione dei presidi interforze presso i varchi in entrata e in uscita dalla città (Rada San Francesco; Porto; Molo di Tremestieri; Stazione centrale; Caselli autostradali). Questi servizi saranno integrati da posti di controllo congiunti tra forze dell'ordine e vigili urbani presso le maggiori arterie stradali. Saranno interessate dai controlli anche le stazioni di fermata degli autobus da parte dei vigili urbani e le zone periferiche con l'ausilio della polizia metropolitana. Particolare attenzione infine - conclude la nota - sarà rivolta a garantire il divieto di assembramento presso gli esercizi commerciali e le attività consentite dalla ordinanza della Regione Siciliana".

14:43 - Vaccinati insegnanti ospedale dei Bambini a Palermo

Sono stati vaccinati stamane gli insegnanti che lavorano all'interno dell'ospedale dei Bambini di Palermo grazie ad una convenzione con l'ufficio scolastico regionale e l'azienda ospedaliera Civico. "È stata una scelta importante per interrompere la catena di contagio del virus - dice Marilù Furnari della direzione sanitaria -. Gli insegnanti in ospedale fanno parte integrante del processo di cura dei bambini. La scuola in ospedale va avanti da 25 anni". Non ci sono aule e classi nella scuola in ospedale. Un lavoro complesso e i docenti possono contare su supporto psicologico. La didattica a distanza ha creato grossi problemi e in alcuni reparti come l'oncologico è stata permessa la didattica in presenza. "Il rapporto è sempre uno a uno - dice un'insegnante - anche perché sono ragazzi che vengono da classi diversi e istituti diversi". Un lavoro delicato. "Siamo un ponte tra la malattia e la guarigione" , aggiunge un'altra docente.

13:35 - Maria guarita dal Covid a 105 anni: “Volerò a Lipari”

"Voglio andare a Lipari" ha dichiarato nonna Maria, 105 anni, dopo avere sconfitto il Covid. "Magari in elicottero" ha aggiunto con una battuta il figlio Giorgio. E invece il sogno di Maria Guzzardella, farmacista milanese in pensione, la più anziana d'Europa e forse del mondo, guarita dal virus, potrebbe avverarsi. Nel corso di un'intervista al Tg1 la nonnina ha espresso il desiderio di andare a trovare la figlia Pupa che vive nell'isola più grande delle Eolie dopo avere sposato Mario Saltalamacchia, un avvocato eoliano in pensione che per molti anni ha vissuto nel capoluogo lombardo. Appreso il desiderio della signora Guzzardella il sito di informazione locale "NotiziarioEolie.it" ha lanciato una proposta, subito raccolta dall'assessore alla cultura del Comune di Lipari Tiziana De Luca e da Lorenzo Vielmo patron di Air Panarea, una società di noleggio di elicotteri che collega le Eolie con la terraferma. "Vedremo di coinvolgere anche la Regione ed il ministero della salute. Questa donna è infatti ormai una testimonial della lotta al Covd" dice l'assessore De Luca. Nonna Maria, lucida ed attiva, è appassionata di internet (ha una pagina con il suo profilo personale su Facebook), gioca a burraco sul suo Pc, ha 4 figli, 10 nipoti e 12 pronipoti. E' stata contagiata dal figlio, ricoverato in ospedale in gravi condizioni e poi fortunatamente guarito. La nonnina invece, di tempra più resistente, è stata curata a casa dalla nipote Simona, medico. "E' stata dura - dice - ma ce l'abbiamo fatta".

11:33 - Prefetto Catania: “Più controlli, ma siate responsabili”

Una ulteriore intensificazione dei controlli nel centro storico di Catania e dei luoghi della 'Movida' della città è stata disposta dal prefetto di Catania, Claudio Sammartino, alla luce di alcune foto su assembramenti apparsi su social network e siti. Particolare attenzione sarà rivolta alle zone ritenute sensibili e critiche, come piazza Currò dove la sera di venerdì scorso molti giovani, anche senza mascherina, hanno affollato la strada e i locali del posto. Assembramento interrotto dall'arrivo di diverse pattuglie dei carabinieri e dall'invito dei militari dell'Arma al gestore di un esercizio di anticipare la chiusura. Richiesta che è stata accolta. Il prefetto Sammartino, oltre che a disporre l'aumento dei controlli, auspica "un maggior senso di responsabilità da parte della cittadinanza" in un momento delicato per la crisi pandemica da Covid-19.

8:07 - 1.839 i nuovi positivi in Sicilia, 31 i decessi

Sono 1.839 i nuovi positivi al Coronavirus in Sicilia su 10.427 tamponi processati. Le vittime sono state 31 nelle ultime 24 ore che portano a 2.695 deceduti dall'inizio della pandemia. I positivi sono 40.398 con un aumento di 726 casi. Negli ospedali i ricoveri sono 1.461, 15 in più rispetto a ieri. I ricoveri in regime ordinario sono 1256; in terapia intensiva sono 205. I guariti sono 1.082. La distribuzione nelle province vede a Catania con 438 nuovi casi, Palermo 317, Messina 283, Ragusa 41, Trapani 254, Siracusa 197, Caltanissetta 92, Agrigento 157, Enna 60.

7:56 - Da domani Messina, Ramacca e Iudica zone rosse

Da oggi Sicilia in zona arancione, come in Calabria, Emilia Romagna, Lombardia, e Veneto e da domani scattano nell'Isola tre nuove zone rosse: Messina, Ramacca e Castel di Iudica. Il provvedimento relativo ai tre Comuni, preso d'intesa dal governatore Nello Musumeci con l'assessore alla Salute Ruggero Razza. Il provvedimento resterà in vigore fino al 31 gennaio.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.