Usura, prestiti con interessi al 90%: arrestata 66enne a Messina

Sicilia

L'indagata per riavere il denaro avrebbe rubato il portafoglio della vittima e l'avrebbe inoltre minacciata di portarle via l'auto, la casa, o di avviarla alla prostituzione o allo spaccio di stupefacenti

Una donna di 66 anni, A. S., è stata arrestata a Messina dalla polizia di Stato con l'accusa di usura, estorsione e furto. La 66enne aveva prestato a una persona in difficoltà economiche che le si era rivolta prima nel marzo 2019, ricevendo 1500 euro, e poi tra i mesi di dicembre 2019 e gennaio 2020, ottenendo in prestito altri 2400 euro. A fronte di queste somme l'indagata ha preteso di ricevere 7731 euro applicando, quindi, un tasso di interesse del 90% annuo. L'indagata per ottenere il denaro avrebbe rubato il portafoglio della vittima e l'avrebbe inoltre minacciata di portarle via l'auto, la casa, o di avviarla alla prostituzione o allo spaccio di stupefacenti. Alla donna saranno confiscati 6.831 euro.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.