Palermo, bottiglie incendiarie contro caserma dei carabinieri: fermato

Sicilia
©Fotogramma

I militari sono risaliti al giovane di 21 anni grazie alle immagini dei sistemi di videosorveglianza piazzati in un distributore di benzina

Un giovane di 21 anni è stato fermato dai carabinieri con l'accusa di avere lanciato tre bottiglie incendiarie contro la stazione dei militari dell'Arma di Campofiorito, nel Palermitano.

Le indagini

I carabinieri sono risaliti al giovane grazie alle immagini dei sistemi di videosorveglianza piazzati in un distributore di benzina. Nelle immagini si vede che il ragazzo riempie le tre bottiglie poi lanciate contro la caserma. Sono in corso indagini per stabilire i motivi del gesto.

Generale Guarino: ''Danneggiamento organizzato''

"Il giovane ha lanciato le bottiglie contro la caserma dei carabinieri perché era risentito contro i militari dopo essere stato multato a Palermo per non aver rispettato le norme anti Covid", ha detto il generale Arturo Guarino comandante provinciale dei carabinieri di Palermo. "Il danneggiamento non è stato d'impeto ma è stato organizzato - ha aggiunto -. C'erano stati alcuni episodi di intemperanza contro le sanzioni, ma mai si era arrivato a tanto. Un ringraziamento ai militari della stazione che in poche ore sono riusciti a risalire al giovane".

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.