Scoperta frode a Ue nel Messinese, sequestrati 700mila euro

Sicilia

I contributi al centro dell'inchiesta erano quelli concessi nell'ambito del piano di sviluppo regionale, orientato alla valorizzazione turistica del territorio. Secondo l'accusa, i due avevano dichiarato costi ben superiori a quelli effettivamente sostenuti

Sequestro da 700mila euro e due denunce nei confronti di due imprenditori agricoli, operanti nel Messinese, per truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche. Secondo le accuse, tramite le loro aziende agricole di Caronia e Longi avrebbero indebitamente beneficiato di 700mila euro di finanziamenti comunitari, cofinanziati dalla Regione Siciliana.

La frode

I contributi al centro dell'inchiesta erano quelli concessi nell'ambito del piano di sviluppo regionale, orientato alla valorizzazione turistica del territorio. Nel dettaglio, gli aiuti avrebbero permesso ai due imprenditori, rispettivamente, di riqualificare un immobile, da destinare ad attività ricettiva del tipo Bed & Breakfast, e di ammodernare struttura e macchinari di un'azienda rurale. Secondo l'accusa, i due avevano dichiarato costi ben superiori a quelli effettivamente sostenuti.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.