Covid, in Sicilia 1.871 nuovi contagi su 11.470 tamponi

Sicilia
©Fotogramma

In terapia intensiva ci sono 240 pazienti mentre in totale i ricoverati con sintomi sono 1.532

 

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Sono 1.871 i nuovi contagi registrati in Sicilia su 11.470 tamponi effettuati.

Ripresa a pieno regime l'attività del reparto di Neurochirurgia dell'ospedale Cervello di Palermo. A Marsala, positivi quasi tutti gli ospiti di una casa di riposo. In regione, salgono a dieci le zone rosse: da sabato saranno isolati i comuni di Acate e Comiso (nel Ragusano), Camastra (in provincia di Agrigento), Ciminna (in provincia di Palermo) e Maniace (in provincia di Catania). (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

20:00 - Salgono a dieci le zone rosse

Salgono a dieci le zone rosse in Sicilia. Da sabato 21 novembre e fino a giovedì 3 dicembre, a Bronte (nel Catanese), Cesarò e San Teodoro (in provincia di Messina), Misilmeri (nel Palermitano) e Vittoria (in provincia di Ragusa) - la cui scadenza viene prorogata - si aggiungono i comuni di Acate e Comiso (sempre nel Ragusano), Camastra (in provincia di Agrigento), Ciminna (in provincia di Palermo) e Maniace (in provincia di Catania). Lo ha deciso il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci, d'intesa con l'assessore alla Salute Ruggero Razza, sentiti i sindaci interessati e viste le relazioni dei dipartimenti di Prevenzione delle Aziende sanitarie provinciali, che segnalano un aumento dei contagi.

19:30 - A Palermo stop stazionamento sul litorale

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha emanato una nuova ordinanza che estende per i giorni 21, 22, 28 e 29 novembre dalle ore 5 alle ore 22 il divieto di stazionamento da Sferracavallo ad Acqua dei Corsari, in tutto il litorale ivi comprese spiagge, coste, aree verdi aperte al pubblico, ancorché oggetto di concessione demaniale, e fatta comunque salva la specifica disciplina delle aree portuali. "Il perdurare di una situazione grave per quanto riguarda i contagi e la pressione sulle strutture ospedaliere - dichiara il sindaco - richiede che proseguano limitazioni parziali, nella speranza che, rispettando tutti queste, si riesca ad evitarne di ben più drastiche e gravi. Confido nella cura che i palermitani vorranno mostrare per la propria salute e quella dei propri cari". La precedente ordinanza (la n.151 dell'11 novembre scorso) che detta misure per il contrasto e il contenimento sul territorio comunale del diffondersi del virus Covid-19 ed individua le aree di applicazione viene integralmente confermata. Pertanto, fino al 3 dicembre 2020, permane il divieto di stazionamento per le persone, dal lunedì al venerdì dalle ore 16 e fino alle ore 22, nelle giornate di sabato, domenica e festivi dalle ore 5 alle ore 22.

18:59 - Non indossano mascherine, 39 multati a Palermo

Sono state 39 le persone multate ieri a Palermo per il mancato rispetto delle norme anticovid. Una è stata denunciata. Sono i numeri dei controlli effettuati da carabinieri, polizia, guardia di finanza e polizia municipale, coordinati dalla prefettura. Alcune persone sono state trovate senza mascherina, altre non hanno rispettato le norme anti assembramento. Controllate 2380 persone e 417 attività commerciali. Dall'inizio del mese le persone multate sono 5572 e 17 denunciate, su oltre 36 mila controlli. Su 6.700 esercizi commerciali, ne sono stati multati 21, cinque quelli chiusi per 5 giorni.

18:07 - Domenica prossima screening a Santa Croce Camerina

Screening di massa per tutta la popolazione in modalità 'drive-through' domenica prossima, a Santa Croce Camerina, nel Ragusano, in collaborazione con il comune, nell'ottica del contrasto e del contenimento dell'emergenza Covid-19, a cura di Asp Ragusa. Appuntamento dalle 9 alle 13 in piazza del Mercato Vecchio (ingresso da via Newton), dove sarà possibile sottoporsi al tampone rapido antigenico in modo assolutamente gratuito. Saranno utilizzate, in regime di impiego volontario, le due postazioni del nucleo per le attività di screening che si trovano negli ospedali di Ragusa - Giovanni Paolo II e Maria Paternò Arezzo-, dirette e coordinate da Piero Mandarà della direzione sanitaria ospedali di Ragusa. Il comune di Santa Croce metterà a disposizione le risorse del personale: Polizia municipale, Protezione civile e associazioni di volontariato e si occuperà della logistica. Per effettuare il tampone non occorre alcuna prenotazione e l'esito sarà comunicato nei minuti successivi al test. L'iniziativa è stata accolta con grande soddisfazione dal direttore generale dell'Asp Ragusa Angelo Aliquò, dal direttore sanitario aziendale Raffaele Elia e dal sindaco Giovanni Barone. Un progetto reso possibile dalla collaborazione del direttore del distretto territoriale Giovanni Ragusa, e del direttore sanitario ospedali di Ragusa Giuseppe Cappello e con il supporto tecnologico del servizio informatico, diretto da Massimo Iacono.

17:22 - Quasi tutti positivi 40 anziani casa riposo

Sono risultati quasi tutti positivi al Covid-19 i circa 40 anziani ospiti della casa di riposo di Marsala, "Madonna delle Grazie" di contrada Rakalia. Il dato è emerso a seguito dei "tamponi" molecolari eseguiti l'8 novembre dall'Usca dell'Asp di Trapani, anche se la notizia si è appresa oggi. Dopo i test per la diagnosi della positività al coronavirus la figlia di una anziana ospite della struttura socio-assistenziale ha presentato una denuncia alla Procura di Marsala, ai carabinieri del Nas di Roma e all'Assessorato regionale alla Salute, per l'accertamento di eventuali irregolarità. Molti degli anziani, intanto, sono stati ricoverati nel reparto Covid dell'ospedale "Paolo Borsellino" di Marsala. Meno di un mese fa la struttura aveva avvisato i familiari degli anziani, cui peraltro non sarebbe stato più consentito di vedere i loro cari, che il presidente della cooperativa che la gestisce era risultato positivo al coronavirus. Intanto, "medici dell'ospedale di Marsala - afferma la donna che ha presentato l'esposto - hanno comunicato ai familiari che alcuni degli anziani provenienti dalla casa di riposo presenterebbero gravi lesioni da decubito non trattate adeguatamente”.

17:00 - In Sicilia 1.871 nuovi casi su 11.470 tamponi

Sono 1.871 i nuovi contagi registrati in Sicilia su 11.470 tamponi effettuati. In terapia intensiva ci sono 240 pazienti mentre in totale i ricoverati con sintomi sono 1.532. In isolamento domiciliare 31.809 persone. Dall'inizio della pandemia sono stati effettuati 856.483 tamponi.

16:38 - Tamponi medici famiglia e pediatri, riunione Asp Enna

L'accordo che prevede la possibilità di somministrare i tamponi, da parte di medici di famiglia e pediatri, è stato al centro della riunione oggi tra il direttore generale dell'Asp di Enna, Francesco Iudica, il rappresentante della federazione Italiana dei medici di famiglia, Gaetano Adamo, e il rappresentante della federazione italiana medici pediatri, Eugenio Taschetta, per rafforzare le attività territoriali per la prevenzione della trasmissione del Covid-19. L'accordo regionale prevede, tra l'altro, che "i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta possono effettuare i tamponi per i propri assistiti relativamente a contatti stretti asintomatici e casi sospetti di contatto". La direzione dell'Asp di Enna e i rappresentanti dei medici ritengono, si legge in una nota dell'azienda, che "la procedura prevista nell'accordo regionale possa accelerare i tempi di fine quarantena e agevolare quindi il ritorno dei cittadini alle loro ordinarie attività, con la disposizione del provvedimento di fine quarantena, quando possibile, da parte del medico e del pediatra". È stata già richiesta la disponibilità a tutti i medici e i pediatri della provincia di Enna ed è in corso l'organizzazione delle attività, se possibile in ogni comune, nello studio del pediatra e del medico di famiglia o nei locali messi a disposizione dall’Asp.

13:14 - Drive-in per tamponi rapidi in 50 comuni siciliani

Continua la campagna della Regione Siciliana per contrastare la diffusione del Coronavirus nell'Isola. Da oggi al 23 novembre sarà infatti possibile fare i tamponi rapidi nei drive-in allestiti in 50 comuni dell'Isola. Ancora una volta il target individuato è la popolazione scolastica che potrà sottoporsi volontariamente e gratuitamente al test. Nel form di registrazione si dovrà indicare la "categoria di appartenenza" che riconduce al target dello screening: personale docente, non docente, studenti e propri nuclei familiari. Chi dovesse risultare positivo al tampone rapido sarà sottoposto a quello molecolare per la necessaria conferma, come previsto dai protocolli sanitari vigenti.

12:45 - Torna a pieno regime Neurochirurgia ospedale Cervello

Ripresa a pieno regime l'attività del reparto di Neurochirurgia dell'ospedale Cervello di Palermo. Lo rende noto l'azienda sottolineando che già da ieri sono stati riattivati i ricoveri ordinari, urgenti e le attività ambulatoriali (anche in regime Alpi) che, per alcuni casi di contagio da Coronavirus che si erano verificati in riferimento a pazienti e operatori, nei giorni scorsi erano stati sospesi in via cautelare, in conformità ai protocolli prescritti in materia di qualità del rischio clinico e al fine di espletare la sanificazione e la disinfestazione ambientale, effettuate come da procedura. 

12:27 - Corso di formazione in aula a Bagheria, 17 denunciati

Gli agenti della polizia di Bagheria hanno denunciato il titolare di una società che aveva organizzato un corso di formazione senza rispettare le norme anti Covid. In un appartamento sono state trovate 17 persone, stipate in un ambiente di circa 25 metri quadri. I partecipanti al corso, parecchi dei quali provenienti da altri comuni, suddivisi in gruppi di tre e quattro persone, erano vicini tra loro, senza rispettare il distanziamento minimo. L'assembramento è stato sciolto dai poliziotti che hanno denunciato tutti i partecipanti.

10:46 - Sacerdote positivo muore al Civico di Palermo

Padre Girolamo Casella, 55 anni, sacerdote da due mesi, positivo al Covid-19, è morto nell'ospedale Civico di Palermo, dove era ricoverato, dopo avere avuto un infarto al miocardio. Prima diacono, poi sacerdote dei Servi dei poveri del Beato Giacomo Cusimano, insegnava religione all'istituto Lombardo Radice di Palermo. Aveva insegnato anche all'Istituto tecnico commerciale "Luigi Sturzo". Don Casella, ricoverato all'ospedale Civico da sabato scorso, era stato ordinato presbitero appena lo scorso 24 settembre, dal vescovo di Caltagirone, Calogero Peri. La notizia del suo decesso, diffusa sui social dall'arcidiocesi, è stata accolta con commozione da quanti lo conoscevano, in particolare alla Kalsa. 

7:39 - Arrestati due scafisti, uno è positivo al Covid-19

Sono stati arrestati dalla polizia i due scafisti dello sbarco di ieri a Punta Izzo, Augusta, nel Siracusano. Sono due ucraini, uno dei quali è risultato positivo al Covid-19. In 53 sono giunti sulle coste siracusane a bordo di una barca a vela partita molto probabilmente dalla Turchia. I migranti, iracheni e iraniani, tra cui anche due famiglie, dopo le procedure di identificazione e i controlli anticovid sono stati trasferiti in due centri di accoglienza del Siracusano.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24