Siracusa, mafia: sequestro beni e rapporti bancari per 300mila euro

Sicilia
©Fotogramma

Un 52enne, ritenuto esponente della criminalità organizzata, ha riportato due condanne divenute definitive per associazione mafiosa e associazione finalizzata a traffico di sostanze stupefacenti. La misura è stata eseguita dalla guardia di finanza, mentre le indagini sono state coordinate dalla Procura Distrettuale di Catania

La guardia di finanza di Siracusa ha eseguito una misura di prevenzione patrimoniale nei confronti di M.C., 52 anni, di Solarino (in provincia di Siracusa), ritenuto esponente della criminalità organizzata. M.C. ha riportato due condanne divenute definitive per associazione mafiosa, per aver fatto parte del clan diretto da Antonio Aparo, e per associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. Sequestrato un appartamento, un'autovettura di grossa cilindrata e rapporti bancari e finanziari per il valore complessivo di circa 300mila euro.

Le indagini

Le indagini sono state del Nucleo di polizia economico - finanziaria di Siracusa, coordinate dalla Procura Distrettuale di Catania. I militari hanno evidenziato la "pericolosità sociale" di Calafiore e la sproporzione tra i suoi redditi ed il complesso patrimoniale a lui riconducibile. Il 52enne è stato coinvolto nel luglio scorso nel procedimento penale sviluppato dalla Dda di Catania e culminato nell'operazione denominata "San Paolo".

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24