Covid Sicilia, prorogate fino al 23 novembre le zone rosse di Cesarò e San Teodoro

Sicilia
©Fotogramma

Il presidente Nello Musumeci, sentiti i sindaci dei due Comuni, ha firmato, d'intesa con l'assessore alla Salute Ruggero Razza, l'ordinanza di proroga delle misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica nei due centri dei Nebrodi. A Enna scuole chiuse fino al 22 novembre

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Cesarò e San Teodoro resteranno "zona rossa" fino al 23 novembre. Il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, sentiti i sindaci dei due Comuni del messinese, ha firmato, d'intesa con l'assessore alla Salute Ruggero Razza, l'ordinanza di proroga delle misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica nei due centri dei Nebrodi. Le restrizioni adottate sono quelle già disposte a partire dallo scorso 8 novembre. A Enna scuole chiuse dino al 22 novembre. Oggi in regione si registrano 1.422 nuovi contagi. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

19:58 - Orlando: “A Palermo sinergia con Governo e Regione”

"Il dialogo che ha coinvolto a Palermo e per le scuole di Palermo il Governo nazionale con i Ministri Azzolina e Speranza, la Regione col Presidente Musumeci e il Comune è il modello di collaborazione e sinergia che deve improntare l'azione dello Stato in questo difficilissimo momento di contrasto alla pandemia. Questo l'impegno dei Comuni a livello nazionale come a livello Regionale, dove è rispecchiato dalla collaborazione per lo screening di massa con i drive-in rivolto prioritariamente al mondo della scuola". Lo afferma il il sindaco di Palermo e presidente di Anci Sicilia, Leoluca Orlando. "Proprio sulla scuola e sulla sua sicurezza, come sul potenziamento del sistema sanitario territoriale - aggiunge Orlando - deve concentrarsi ora tale sforzo collaborativo, per frenare l'aumento dei contagi e alleggerire il peso sopportato dalle strutture ospedaliere e al personale sanitario, cui non si può chiedere di farsi ulteriormente carico della situazione".

19:12 - Positivi 3 infermieri del pronto soccorso del Cervello

Tre infermieri che lavorano nel pronto soccorso dell'ospedale Cervello di Palermo sono risultati positivi al Covid. La conferma arriva dall'azienda ospedaliera Villa Sofia-Cervello. Gli operatori sanitari a contatto con i positivi sono stati sottoposti a tampone. Il contagio ha fatto scattare un campanello d'allarme all'interno dell'area di emergenza. Il pronto soccorso del Cervello, come quello dell'ospedale Civico di Palermo dove i positivi sono 23, come precisano dall'azienda sanitaria, è dedicato all'emergenza coronavirus.

18:38 - Scuole chiuse a Enna fino al 22 novembre

Chiuse a Enna fino al prossimo 22 novembre scuole primarie e secondarie. Lo ha deciso l'Asp di Enna che, già negli scorsi giorni, aveva chiuso alcune scuole e avviato gli screening sui bambini, gli insegnanti e sul corpo non docente. Secondo una nota dell'Asp la percentuale di positivi nelle scuole, negli ultimi giorni è passata dallo 0,5 per cento al 0,7 per cento e questo avrebbe convinto l'azienda sanitaria a procedere con la chiusura. Nel capoluogo, sono 182 le persone affette da Covid di cui 11 ricoverati nell'ospedale Umberto I e 5 in terapia intensiva.

18:35 - Nei drive-in 117 nuovi positivi su 2.323 tamponi

È proseguito anche oggi lo screening di popolazione organizzato dall'Asp di Palermo in collaborazione con le amministrazioni comunali di Palermo, Bagheria, Termini Imerese e Castelbuono. Sono stati complessivamente 2.323 i tamponi rapidi fatti e 117 i positivi che, subito dopo, si sono sottoposti al tampone molecolare. L'iniziativa rientra nella campagna attiva della Regione per la ricerca del Coronavirus. L'attività ha interessato la Fiera del Mediterraneo di Palermo (910 tamponi e 57 positivi); Bagheria (569 tamponi e 43 positivi); Termini Imerese (310 tamponi e 2 positivi) e Castelbuono (534 tamponi e 15 positivi). Domani l'attività in modalità drive in proseguirà alla Fiera del Mediterraneo di Palermo e sarà ancora rivolta al mondo della scuola, con orario dalle 9 alle 16 (ingresso dell'ultima autovettura alle 14).

18:32 - Regione proroga zona rossa a Cesarò e San Teodoro

Cesarò e San Teodoro resteranno "zona rossa" fino al 23 novembre. Il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, sentiti i sindaci dei due Comuni del messinese, ha firmato, d'intesa con l'assessore alla Salute Ruggero Razza, l'ordinanza di proroga delle misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica nei due centri dei Nebrodi. Le restrizioni adottate sono quelle già disposte a partire dallo scorso 8 novembre.

18:05 - Musumeci e sindaco Orlando: “Collaborazione è fondamentale”

"In tempo di pandemia, la collaborazione tra le istituzioni e il costante monitoraggio del territorio diventano essenziali anche per evitare ingiustificate paure e intervenire con efficacia e tempestività nelle criticità". Lo hanno ribadito stamane il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, e il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, presidente di Anci Sicilia, nel corso di un confronto fra i due per fare il punto sulla situazione sanitaria, essenzialmente nella realtà metropolitana di Palermo. Particolare attenzione è stata rivolta al sistema dei Pronto soccorso, al ruolo della medicina territoriale e dei laboratori privati, ai malati no-Covid e alle possibili riconversioni ospedaliere. Musumeci e Orlando hanno sottolineato anche la positiva esperienza dello screening, da proseguire nelle scuole, e alla modalità "drive-in", avviata nel capoluogo regionale e allargata gradualmente al resto dei centri isolani.

17:00 - In Sicilia 1.422 nuovi casi su 7.416 tamponi

Sono 1.422 i nuovi positivi al Covid19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, su 7.416 tamponi effettuati; 36 i decessi, che portano il totale a 896. Con i nuovi casi salgono a 28.807 gli attuali positivi con un incremento di 1.001. Di questi 1.693 sono i ricoverati, 16 in più rispetto a ieri: 1.476 in regime ordinario e 217 in terapia intensiva con un aumento di 2 ricoveri. In isolamento domiciliare sono 27.114. I guariti sono 385. I nuovi positivi sono così distribuiti per province: Catania 482, Palermo 452, Messina 211, Ragusa 103, Caltanissetta 60, Siracusa 57, Agrigento 24, Trapani 18, Enna 15.

16:18 - Arcivescovo Siracusa a fedeli: “Non scoraggiatevi”

"Non scoraggiatevi! Come ha scritto Papa Francesco nella recente enciclica Fratelli tutti, trasformiamo questo momento di sofferenza in una grande occasione che ci permetta di esprimere la fraternità che si fa carico del dolore degli altri, di essere costanti e instancabili nell'impegno di includere, di integrare, di risollevare chi è caduto". L'arcivescovo di Siracusa, mons. Francesco Lomanto, scrive alla comunità diocesana in questo tempo "difficile, carico di timori ed incertezze a causa della perdurante pandemia". "Le ristrettezze che viviamo stanno seriamente provando il nostro tessuto sociale. Tante famiglie sono costrette ad affrontare un grave e, spesso, irreversibile tracollo economico che sembra spegnere ogni speranza - scrive mons. Lomanto -. Invito tutti ad elevare a Dio, Padre provvidente, la nostra costante preghiera affinché cessi il flagello di questo virus. Esorto tutti ad osservare scrupolosamente le precauzioni raccomandate dalle autorità sanitarie: custodire se stessi e i fratelli proteggendoli dalla malattia è oggi la prima opera di carità che ci viene chiesta".

16:13 - Sindacato Fials: situazione pronto soccorso Civico al collasso 

"Al pronto soccorso dell'ospedale Civico di Palermo altri tre operatori sanitari stamattina sono risultati positivi. Sale a 24 su 160, secondo quanto risulta, il numero dei positivi tra il personale sanitario". Lo sostiene la segreteria provinciale della Fials-Confsal di Palermo. "Ad oggi il pronto soccorso conta 38 pazienti Covid assistiti in terapia subintensiva - sottolinea il sindacato - Il pronto soccorso del Civico potrebbe al momento ricevere fino a 40 pazienti Covid-19, numero che due venerdì fa ha raggiunto una punta di 57. Si era chiesto un sacrificio al pronto soccorso e agli operatori, rispetto alla gestione di questi pazienti, in attesa che Partinico, Marsala e Petralia entrassero a regime con i nuovi posti letto. Ma i posti non bastano e il sacrificio chiesto provvisoriamente oggi viene utilizzato sistematicamente. Gli operatori gridano aiuto. La verità è che il sistema non regge, i posti tanto propagandati non ci sono ancora e se il pronto soccorso del Civico dovesse crollare saremmo subito in zona rossa perché al momento gli eroi, usati come peones, stanno sopperendo a posti di sub intensiva che non ci sono".

12:24 - Non indossano la mascherina, 55 multati a Palermo

Sono state 55 le persone multate ieri a Palermo per il mancato rispetto delle norme anti Covid, nove i titolari di attività commerciali sanzionati. Sono i numeri dei controlli effettuati da carabinieri, polizia dello Stato, guardia di finanza e polizia municipale, coordinati dalla Prefettura. Alcune persone sono state trovate senza mascherina, altre non hanno rispettato le norme anti assembramento. Ieri sono state controllate 3.122 persone e 369 attività commerciali. Dall'inizio del mese le persone multate sono state 395 e tre denunciate su 29.008 persone controllate, mentre su 5.228 esercizi commerciali ne sono stati multati 19, quattro quelli chiusi per cinque giorni. 

11:36 - In Sicilia oltre 27mila tamponi drive-in, 642 positivi

Sono 27.573 i tamponi rapidi eseguiti ieri nelle oltre 40 le città siciliane in cui è prevista la campagna attiva della Regione siciliana per la ricerca del Coronavirus. I soggetti positivi individuati sono stati 642 (pari al 2,33%). L'iniziativa procede anche oggi ed è riservata alla popolazione scolastica (personale docente, non docente, studenti e propri nuclei familiari) che può fare accesso ai drive in per sottoporsi volontariamente e gratuitamente al test. In ogni sito sono previsti dei percorsi dedicati in cui si procede al prelievo del campione che, in caso di positività, viene immediatamente ripetuto attraverso il tampone molecolare per la necessaria conferma, così come previsto dai protocolli sanitari vigenti. L'iniziativa del governo Musumeci è realizzata in collaborazione con Anci Sicilia e le amministrazioni locali. 

8:22 - Screening studenti nel Catanese, 303 positivi

Sono 6.626 i tamponi effettuati nella prima giornata dello screening per Covid-19 rivolto agli studenti delle scuole medie nel catanese. 303 i tamponi con esito positivo. Sette i comuni interessati in provincia: Catania, Acireale, Adrano, Caltagirone, Mascalucia, Misterbianco e Paternò. 

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24