Carini, occupano abitazione confiscata alla mafia: coniugi denunciati

Sicilia

L'abitazione si trova a Villagrazia di Carini ed era stato assegnato nell 2016 al Comune. La donna è figlia di un pluripregiudicato condannato per associazione a delinquere di stampo mafioso al quale erano stati confiscati tutti i beni mobili e immobili

I finanzieri e gli agenti della polizia municipale di Carini (Palermo) hanno denunciato una coppia, marito e moglie di 59 e 61 anni, che occupava abusivamente un fabbricato confiscato alla mafia. L'abitazione si trova a Villagrazia di Carini ed era stato assegnato dal 2016 al Comune dall'Agenzia nazionale dei beni sequestrati e confiscati. La donna è figlia di un pluripregiudicato condannato per associazione a delinquere di stampo mafioso al quale erano stati confiscati tutti i beni mobili e immobili. I due avrebbe realizzato anche un allaccio abusivo alla rete elettrica. I coniugi sono accusati di invasione di terreni ed edifici, deturpamento e imbrattamento di cose altrui, furto di energia elettrica e circostanze aggravanti. Marito e moglie percepivano anche il reddito di cittadinanza ed è scattato il recupero di circa 8 mila euro.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24