Covid Sicilia, registrati 562 nuovi positivi

Sicilia

Anche oggi si registrano nuove vittime, sono 11 i decessi che portano il totale a 389. I guariti sono 198. I tamponi effettuati sono 7.412

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Sono 562 i nuovi positivi al Covid-19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore. Salgono così a 7.850 gli attuali contagiati dal virus. Di questi 649 sono i ricoverati: 565 in regime ordinario (23 in più) e 83 in terapia intensiva con un incremento di 6 ricoveri rispetto a ieri. Anche oggi si registrano nuove vittime, sono 11 i decessi che portano il totale a 389. I guariti sono 198. I tamponi :effettuati sono 7.412. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

19:26 - Messina, 70enne deceduto

Un uomo di 70 anni, proveniente da Enna, e ricoverato al Policlinico di Messina è deceduto per il Covid 19. Due positivi nei locali della Procura di Patti, dove sono stati eseguiti 50 tamponi tra il personale del tribunale.

18:21 - Randazzo, 32enne positivo viola lockdown: denunciato

A Randazzo (in provincia di Catania), 'zona rossa' dal 19 ottobre scorso, un uomo di 32 anni positivo al Covid-19 e posto in isolamento domiciliare obbligatorio è stato denunciato dai carabinieri che l'hanno sorpreso a bruciare sterpaglie in un fondo agricolo non suo di via Sangrigoli dove si era recato a bordo dio un monopattino elettrico. L'uomo deve rispondere di inosservanza dei provvedimenti dell'autorità, delitti colposi contro la salute pubblica e violazione della norma sancita dall'art. 260 del T.U.L.S.

18:12 - Palermo, Gdf chiude piscina comunale per 5 giorni

La guardia di finanza ha chiuso la piscina comunale di Palermo per mancanza del rispetto delle norme anticovid. E' scattata anche la segnalazione per la sanzione prevista. Da quanto si apprende sembra che sia stata accertato il mancato controllo dell'acqua. E' stata disposta la chiusura dell'impianto per cinque giorni.
"È stata chiusa oggi e per per 5 giorni la piscina comunale di viale del Fante a seguito di un controllo effettuato dalle forze dell'ordine che hanno riscontrato l'assenza di una certificazione mensile relativa alla qualità dell'acqua. Il capo impianto ha fatto presente che la procedura di rinnovo del certificato è stata avviata già la settimana scorsa ma che a seguito delle diverse chiusura dell'impianto per covid non si è potuto terminare la procedura in tempo", dice il Comune di Palermo.

17:21 - In Sicilia 562 positivi

Sono 562 i nuovi positivi al Covid-19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore. Salgono così a 7.850 gli attuali contagiati dal virus. Di questi 649 sono i ricoverati: 565 in regime ordinario (23 in più) e 83 in terapia intensiva con un incremento di 6 ricoveri rispetto a ieri. Anche oggi si registrano nuove vittime, sono 11 i decessi che portano il totale a 389. I guariti sono 198. I tamponi effettuati sono 7.412. Sul fronte della distribuzione territoriale sono 192 i nuovi casi a Palermo; 170 a Catania; 66 a Trapani; 53 a Messina; 34 a Ragusa; 20 a Siracusa; 19 a Caltanissetta; 5 a Enna e 3 a Agrigento.

17:08 - Pagamenti in ritardo alle imprese, Sicilia è ultima

La Sicilia "maglia nera" tra le regioni italiane per quanto riguarda le ripercussioni economiche negative dell'emergenza Covid-19 sulla puntualità dei pagamenti delle imprese. A livello territoriale la Sicilia, con il 23,1%, mantiene il primato negativo di imprese che effettuano i pagamenti con oltre 30 giorni di ritardo, seguita dalla Calabria (22,9%) e dalla Campania (20,6%). È quanto emerge dallo Studio Pagamenti, aggiornato al 30 settembre 2020, realizzato da Cribis, società del gruppo Crif specializzata nella business information. "Dall'analisi dei dati - commenta Marco Preti, Amministratore Delegato Cribis - l'impatto negativo dell'emergenza sanitaria sulle nostre imprese è sempre più evidente. Adesso più che mai è fondamentale un'attenta gestione di fornitori o partner commerciali, per intervenire tempestivamente sulle situazioni in rapido deterioramento. Lo Studio - aggiunge Preti - rileva l'incremento più alto nei pagamenti superiori a 30 giorni rispetto a fine 2019 nel settore dell'industria, ma evidenzia anche lo stato di sofferenza dei settori più colpiti dal lockdown, quali bar e ristoranti, i servizi ricreativi e cinematografici, tutti agli ultimi posti nella classifica dei meno virtuosi nei pagamenti".

17:00 - Prefettura Catania, incremento controlli su movida

Un incremento delle attività di controllo, specialmente quelle antiassembramento, soprattutto nelle principali zone della "movida" di Catania, è stato previsto per il prossimo fine settimana, in applicazione delle norme anti Covid-19, dal Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica convocato e presieduto dal prefetto Claudio Sammartino. In particolare, è stata predisposta attività di vigilanza e controllo, fissa e dinamica, per l'osservanza delle misure governative nel centro e nel lungomare della città con la collaborazione della polizia locale e dei militari dell'esercito impegnati nell'operazione 'Strade Sicure'. Analoghe iniziative si terranno negli altri comuni della Città Metropolitana. Il prefetto ha riaffermato la piena collaborazione con l'Amministrazione del capoluogo anche per la possibilità di chiudere strade e piazze nei centri urbani in cui si possono creare situazioni di assembramento. Il Comune di Catania si è riservato di effettuare un attento e costante monitoraggio sull'insorgere di eventuali criticità per il rispetto delle misure governative sul distanziamento sociale e sul divieto di assembramento soprattutto nelle zone della "movida" che di comune accordo sono state individuate con l'ausilio dell'Autorità sanitaria locale. All'esito del monitoraggio si è riservato di adottare tempestivi ed immediati provvedimenti. 

16:49 - Messina, 400 posti in ospedali area metropolitana

L'assessorato regionale alla Salute, per fare fronte all'aumento dei contagi da SarS-COV2, ha previsto, a regime, per l'area metropolitana di Messina circa quattrocento posti letto di degenza 'Covid 19 dedicati'. Saranno disposti prioritariamente negli ospedali che hanno reparti di Malattie infettive: oltre cento posti sono previsti al Policlinico di Messina, oltre sessanta al Papardo, e sessanta posti a Barcellona Pozzo di Gotto. I restanti posti letto Covid 19 saranno attivati in strutture di ricovero delle strutture del "privato accreditato" con il Sistema sanitario regionale. Per questo sono già iniziate le procedure organizzative per trasferire, come già avvenuto nello scorso marzo, alcune divisioni dall'ospedale di Barcellona al presidio di Milazzo per tutelare l'assistenza sanitaria ordinaria nel comprensorio e ridurre al minimo i disagi agli utenti. Il completamento delle operazioni di trasferimento è previsto per il 28-29 ottobre prossimi. I chirurghi dell'ospedale di Barcellona resteranno nel Covid Hospital per garantire la chirurgia d'urgenza a pazienti affetti da Coronavirus. Nell'ospedale di Barcellona sono stati completati i lavori per dieci posti di terapia semintensiva; inoltre è stato dato l'incarico di progettazione per dieci posti di terapia intensiva, il cui progetto esecutivo verrà consegnato all'Asp di Messina entro la fine del mese di ottobre con tempi di realizzazione di circa tre mesi.

16:15 - Calcio, Palermo; positivi 9 calciatori e allenatore Boscaglia

Sono dieci le positività totali al coronavirus accertate nel Palermo dopo l'ultimo giro di tamponi effettuati in seguito ai primi casi emersi stamani. Si tratta di nove calciatori della prima squadra più l'allenatore Roberto Boscaglia. Stamani dopo i primi casi di positività la partita in programma oggi pomeriggio fra Palermo e Turris allo stadio "Barbera" era stata posticipata dalle 15 alle 18,30. La partita al momento resta confermata. I casi di oggi seguono quello del giocatore dell'under 17 emerso ieri che ha spinto la società rosanero a sospendere l'attività del settore giovanile dalla Primavera all'under 14.

15:38 - Dirigente ufficio scolastico regionale, non ci sono scuole superiori chiuse a Palermo

"Non abbiamo scuole superiori chiuse per Covid. Ci sono un numero limitato di classi in isolamento, come conseguenza di alunni in quarantena o isolamento fiduciario. Alcune scuole hanno chiuso uno o due giorni per le operazioni di sanificazione. È sicuramente un dato che in modo oggettivo evidenzia che la scuola è un luogo sicuro per le misure di sicurezza e organizzative adottate. I contagi emersi sono importati dall'esterno". Lo dice Stefano Suraniti dirigente dell'Ufficio scolastico regionale della Sicilia. 

15:37 - Chiusa villa Niscemi a Palermo per sanificazione

Dopo accertati contatti di un dipendente di Villa Niscemi con un collega dell'Area del Verde risultato positivo al Covid 19, la struttura oggi pomeriggio è stata chiusa per effettuare le operazioni di sanificazione. Le attività riprenderanno al rilascio del necessario nulla osta dell'ASP competente in materia. Lo dice il Comune di Palermo.

15:30 - A Palermo comitato al lavoro per evitare coprifuoco

A Palermo non ci dovrebbe essere il coprifuoco, ma ci sarà il divieto ai pedoni di sostare a partire dalla zona del centro storico. Il provvedimento del sindaco Leoluca Orlando, in vigore nel fine settimana dalle 21 a mezzanotte, è in fase di preparazione e dovrebbe essere pronto già venerdì, a seguito del nuovo decreto del governo Conte per provare ad azzerare gli assembramenti. Domani e venerdì è in programma il Comitato per l'ordine e la sicurezza insediato in Prefettura. Orlando tenta la strada di ridurre il rischio contagio della movida, la circolazione non sarà limitata ma va impedita ogni forma di assembramenti davanti ai pub e ai locali affollati soprattutto da giovani. Se non ci fossero le risposte che si attendono si chiuderanno le piazze e le vie più frequentate a Palermo, come via Maqueda, piazza Sant'Anna, la Vucciria, piazza Magione e le strade limitrofe a via Libertà, piazza Politeama, via Principe di Belmonte e piazzetta Bagnasco, dove la presenza di locali è più numerosa. Si potrà andare nei bar e nei ristoranti, tornare a casa o andare a casa di amici ci si potrà muovere senza limitazioni ma nel rispetto delle regole del distanziamento: alcool ai tavoli a partire dalle 21, ma non si potrà sostare a bere o mangiare. Si sta valutando di includere anche nelle zone 'off' Mondello e altre borgate. L'obiettivo del sindaco Orlando è quello di impedire che ci siano affollamenti con il coinvolgimento della questura e il supporto delle altre forze dell'ordine compresa la polizia municipale. Inoltre, dalla prossima settimana nelle ville e nei giardini comunali si tornerà alla prenotazione come avvenne a maggio e chi pratica sport potrà entrare nei parchi recintati entro 9. Tornano le prenotazioni anche al mercato ortofrutticolo. Vietate fiere e mercatini: quest'anno salterà anche la tradizionale Fiera dei Morti. 

15:24 - Dipendente positivo, chiude per 2 giorni Iacp Palermo

Un funzionario amministrativo dell'Istituto autonomo case popolari di Palermo (Iacp) è risultato positivo al Covid19. Il commissario dell'ente, Ferruccio Farruggia, ha disposto la chiusura per giovedì e venerdì e a tutti i dipendenti verranno eseguiti i tamponi da parte dell'Asp, mentre nei prossimi giorni è prevista la sanificazione dell'intero stabile. "L'ente dovrebbe riaprire lunedì - afferma Farruggia - Per ogni valutazione attendiamo l'esito dei tamponi».

15:23 - Due alunni positivi, chiusa scuola Canicattì

Con un'ordinanza del sindaco di Canicattì (AG) Ettore Di Ventura è stato chiuso il plesso De Amicis di via DE Gasperi dell'istituto comprensivo Giovanni Verga dopo l'accertamento di due casi di alunni positivi al covid. Sono stati la dirigente scolastica Maria Ausilia Corsello e l'Asp di Agrigento a segnalare i due casi al sindaco. Il plesso frequentato da bambini della scuola di infanzia e primaria dovrebbe restare chiuso per sanificazione sino al 2 novembre. I bambini sono in osservazione e le loro condizioni non desterebbero preoccupazione.

15:06 - Partinico, in ospedale 78 ricoverati: 9 in intensiva

Nell'ospedale di Partinico al momento sono ricoverati 78 pazienti Covid positivi: 62 in area medica, 9 in terapia intensiva e 7 soggetti psichiatrici nell'unico servizio psichiatrico di diagnosi e cura destinato ai malati da Coronavirus in provincia di Palermo. Ieri notte, oltre ai 6 degenti presenti in rianimazione, sono state ricoverate in emergenza altre 3 persone: 2 intubate ed una sottoposta d'urgenza ad un delicato intervento chirurgico per la rottura del rene, determinata da una rovinosa caduta. "L'operazione - dice una nota di Asp Palermo - si è risolta brillantemente ed il paziente è stato poi trasferito nella terapia intensiva al secondo piano. Le terapie intensive dell'ospedale di Partinico - si legge nel comunicato - realizzate durante il precedente lockdown, si confermano risorse indispensabili per la provincia di Palermo."Il personale dell'ospedale di Partinico - sottolinea Daniela Faraoni, direttore generale Asp di Palermo - anche in questa circostanza ha dimostrato di essere all'altezza di una problematica complessa, alla quale ha fatto fronte con immediatezza. Il ringraziamento va, oltre all'équipe chirurgica del dottore Francesco Sciortino, che ha effettuato l'intervento, anche al dottore Sandro Tomasello, che guida l'organizzazione della rianimazione e delle terapie intensive e che, con prontezza in piena notte, insieme con la sua squadra, ha reso disponibili i posti letto necessari all'emergenza. Un ringraziamento va al dottore Serafino Garda, direttore del dipartimento programmazione e controllo delle attività ospedaliere, e soprattutto al direttore medico del presidio Antonino Di Benedetto, oltre al dottore Vincenzo Provenzano a cui va tutta la riconoscenza per lo sforzo profuso in questi giorni, che non è solo professionale, ma anche psicologico". In breve, assicura la direzione Asp Palermo, a Partinico "la comunità potrà utilizzare la nuova sede ambulatoriale, recentemente messa a disposizione del commissario prefettizio Guido Longo, allestita e resa funzionale alla nuova organizzazione a cui è destinata".

12:49 - Controlli e multe dei carabinieri in locali a Palermo

I carabinieri del Comando Provinciale hanno eseguito accertamenti sul rispetto delle norme per fronteggiare l'emergenza Covid. Ieri sono stati oltre 160 gli esercizi pubblici controllati e 10 i titolari di attività o esercizi sanzionati. La mancanza del registro degli avventori e l'omissione del cartello recante la capienza massima del locale le violazioni maggiormente riscontrate. In un market etnico del centro si è rilevata la vendita di alcolici oltre l'orario consentito ed è scattata anche la contestuale chiusura per 5 giorni. Medesima sanzione è stata ad un bar del quartiere Bonagia che non rispettava l'orario di chiusura. Inoltre, nei pressi del mercato storico della Vucciria, una panineria è risultata totalmente sprovvista di Scia e oltre alle sanzioni specifiche di oltre 6.000 euro, nonché quelle per il mancato rispetto della normativa di contrato al Covid-19, è stata chiusa e segnalata all'autorità amministrativa per i provvedimenti di competenza.

12:42 - A Palermo lezioni regolari in classe o con la Dad

Con il sistema misto della didattica a distanza e della presenza in classe le scuole superiori stanno reggendo all'emergenza Covid a Palermo. Nel capoluogo siciliano le lezioni si svolgono regolarmente, in presenza o in modalità Dad, nei licei classici Vittorio Emanuele II, Garibaldi, e Umberto, così come negli scientifici Einstein e Cannizzaro.

11:36 - Rinviato il salone nautico di Palermo

Seacily 2020, il Salone della Nautica in programma al Marina Villa Igiea di Palermo dal 29 ottobre al primo novembre, è stato rinviato in seguito alle disposizioni dell'ultimo Dpcm, dopo l'impennata dei contagi da coronavirus. Ad annunciarlo gli organizzatori in una nota stampa. "Le misure di contenimento imposte con il Decreto del presidente del consiglio dei ministri del 18 ottobre - dice Andrea Ciulla, presidente di Assonautica Palermo - non consentono adesso lo svolgimento della manifestazione, nonostante avessimo già predisposto tutto in modo da realizzare l'evento in massima sicurezza e in piena sinergia con le Autorità. Il rispetto delle prescrizioni a tutela della salute è una priorità assoluta e, pertanto, non possiamo fare altro che rimandare l'appuntamento di qualche mese, sperando che di poterlo riprogrammare per il prossimo aprile 2021”.

10:52 - Positivi nel Palermo, posticipata partita con Turris

Posticipata alle 18,30 la partita di oggi fra Palermo e Turris: l'ultimo giro di tamponi effettuati dai rosanero alla vigilia della partita secondo quanto previsto dal protocollo ha evidenziato alcuni casi di positività. "In seguito all'esito positivo di alcuni tamponi effettuati nella giornata di martedì sulla prima squadra rosanero - annuncia il club in una nota - il Palermo comunica che la gara di Lega Pro contro la Turris prevista per oggi allo stadio Renzo Barbera alle 15, viene spostata alle 18,30, in attesa degli esiti del nuovo ciclo di tamponi effettuati questa mattina". Ieri era emerso un caso anche nel settore giovanile che aveva spinto il club a sospendere le attività dei ragazzi dalla Primavera fino all'under 14.

10:48 - 18enne con polmonite ricoverato a Caltanissetta

Un giovane di 18 anni è stato ricoverato nel reparto di Malattie Infettive dell'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta per coronavirus. Il paziente, che viene da Mazzarino, ha una polmonite interstiziale e insufficienza respiratoria. "Fino ad oggi tra i pazienti covid - ha detto il primario del reparto Giovanni Mazzola - non avevamo mai visto un ragazzo così giovane con questo quadro clinico. Quindi si tratta sicuramente di un caso raro. Attualmente il ragazzo, che manifesta insufficienza respiratoria, è in ossigenoterapia con la mascherina. Abbiamo anche una ragazza di 27 anni ma sta già molto meglio”.

10:19 - Quattro classi elementari in quarantena a Caltanissetta

Sono state chiuse 3 classi alla scuola elementare "Don Milani" di Caltanissetta e una classe di una scuola di Resuttano dopo il riscontro di alcuni casi positivi al coronavirus. Ieri è stato notificato il provvedimento dell'Asp da parte della Polizia Municipale per l'isolamento obbligatorio fiduciario di insegnanti e alunni che dovranno osservare la quarantena fino a quando non saranno sottoposti a tampone. In giornata l'Asp di Caltanissetta ne eseguirà 400, non solo a studenti e insegnanti delle classi in quarantena ma anche a persone che dovranno essere ricoverate, pazienti per cui i medici di famiglia e i pediatri hanno richiesto il tampone, singoli utenti che chiedono di essere sottoposti a tampone, contatti stretti di positivi e pazienti che hanno finito il periodo di quarantena. In media, in questi ultimi giorni l'Asp di Caltanissetta, sta eseguendo 400-500 tamponi al giorno.

8:16 - Prorogata la zona rossa a Galati Mamertino

Proroga della zona rossa a Galati Mamertino, in provincia di Messina, lo ha deciso il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci con un'ordinanza. Il provvedimento, adottato d'intesa con l'assessore alla Salute Ruggero Razza, resterà in vigore fino alle 24 di domenica 25 ottobre. Le restrizioni restano le stesse dell'ordinanza che ha istituito la zona off limits dallo scorso 13 ottobre.

7:33 - Positivo il direttore dell'Asp di Siracusa

"Sto bene e continuo comunque a seguire l'Azienda come prima e meglio di prima. Ringrazio tutti coloro che si sono interessati, istituzioni, colleghi e cittadini comuni", ha affermato il direttore generale dell'Asp di Siracusa Salvatore Lucio Ficarra, risultato positivo a Covid-19 come da lui stesso rilevato. A seguito della positività di due dipendenti del Distretto sanitario di Siracusa tutto il personale della Palazzina di corso Gelone è stato sottoposto a tampone e i risultati, in prevalenza negativi, hanno fatto emergere altre tre positività tutte asintomatiche e poste in isolamento domiciliare. Sono in corso le procedure secondo quanto previsto dalla normativa. Nel pomeriggio sono state completate le attività di sanificazione di tutti gli uffici.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24