Coronavirus, Musumeci: “Sicilia non è in condizioni emergenza”. VIDEO

Sicilia

Il governatore dell’Isola a Sky TG24: “Non sono d’accordo con l’analisi di Ranieri Guerra, rispetto ad altre regioni d’Italia il Sud sta dimostrando di avere una rete e una struttura sanitaria efficiente”

"La Sicilia non è in condizioni di emergenza. Non sono d'accordo con l'analisi di Ranieri Guerra, rispetto ad altre regioni d'Italia il Sud sta dimostrando di avere una rete e una struttura sanitaria efficiente. La verità è che è scomparsa la paura in molta parte della nostra gente, soprattutto fra i giovani, e c’è una partecipazione delle forze dell'ordine finora non particolarmente incisiva, un po' perché non hanno ricevuto precise disposizioni in questo senso un po' perché non hanno i numeri". Così il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, a Timeline su SkyTg24 (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI MAPPE E GRAFICI DEL CONTAGIO - LA SITUAZIONE IN SICILIA).

Musumeci: "A Roma chiediamo flessibilità a Regioni"

Musumeci ha affermato: "Abbiamo il dovere e il diritto a un rapporto di reciproca collaborazione col governo centrale, su alcuni punti lo è. Devono convincersi a Roma che nessuno meglio dei presidenti di Regione conosce i propri territori, noi abbiamo il fiato delle persone sulla nuca. Dobbiamo esercitare un minimo di autonomia, noi ci mettiamo la faccia. Da Roma attendiamo un minimo di flessibilità".

"Zone rosse funzionano, ma non siano regola"

Il governatore della Sicilia ha aggiunto: "Le zone rosse funzionano a livello territoriale, noi ne abbiamo istituite cinque nella zona di Palermo, servono anche per una migliore gestione da parte delle forze dell'ordine. Abbiamo il dovere però che non diventino una regola diffusa anche perché determineremmo un danno economico agli imprenditori". 

Su Immuni: "Mia assistente ogni giorno è mia sentinella"

"Faccio appello continuamente ai miei concittadini, per dimostrare anche in questa fase che non siamo secondi a nessuno: dimostriamo di essere un unico pensiero, un unico movimento e con un unico obiettivo". Così il governatore della Sicilia, Nello Musumeci a proposito della necessità di fare un appello ai siciliani, gli ultimi in Italia per numero di download dell'app Immuni. Alla domanda se abbia scaricato l'app, Musumeci ha risposto: "Ho la mia assistente che ogni giorno è la mia sentinella".

L’analisi di Ranieri Guerra

Ranieri Guerra, vice direttore generale delle iniziative strategiche dell'Oms, a margine dei lavori su 'La sanità post Covid-19' al teatro Bellini di Catania, aveva affermato: "Il Sud in questo momento sta vivendo quella che è stata l'ondata iniziale al Nord con, però, tutte le lezioni imparate. Con presìdi che prima non c'erano: medici preparati e competenti, terapie disponibili anche se non risolutive e soprattutto con la capacità di intercetto e di diagnosi molto precoce. Le regioni meridionali, Sicilia compresa, che sono state preservate dalla prima ondata pensavano forse di essere uscite indenni con i pochissimi danni che erano propri della primavera. Ma così non è perché questo un virus che galoppa con la mobilità umana e quindi è inevitabile che presto o tardi arrivi".

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24