Coronavirus Sicilia, 44 nuovi contagi. A Catania tamponi in aeroporto

Sicilia

L'attività è partita oggi e riguarda i viaggiatori di rientro da Spagna, Malta, Croazia e Grecia. I risultati del test saranno comunicati entro 48 ore

Il link al nuovo liveblog con tutti gli aggiornamenti di oggi dalla Sicilia

 

A partire da oggi, anche all’aeroporto di Catania “saranno avviati - spiega Società Aeroporto Catania - i controlli sanitari straordinari per i turisti provenienti da Spagna, Grecia, Malta e Croazia, in ottemperanza a quanto disposto dal ministro della Salute”. I risultati saranno comunicati entro 48 ore.

Oggi in Sicilia sono stati registrati 44 nuovi casi di coronavirus. Sono stati eseguiti 3129 nuovi tamponi che portano quasi a 322 mila il totale generale dei tamponi. A Panarea tamponi a 63 persone, dopo che una turista è risultata positiva al Covid-19 dopo il rientro a Napoli al termine delle vacanza. Tutti i test hanno dato esito negativo. (CORONAVIRUS: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

19:31 - Musumeci: "38 nuovi positivi a Lampedusa"

"I nostri operatori sanitari, che non smetterò mai di ringraziare per quanto stanno facendo, mi hanno appena informato che a Lampedusa sono stati individuati 38 nuovi migranti positivi al Covid-19". Lo dice il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci. "È l'ennesimo episodio. Sinceramente non comprendiamo l'atteggiamento del governo centrale che, oltre a non chiudere i porti siciliani, a più di due mesi dalla nostra richiesta non si è ancora pronunciato sullo 'stato d'emergenza' per quell'isoletta. Ciò che amareggia, in particolare, è l'indifferenza nei confronti di una piccola comunità che del sentimento di accoglienza e del senso di sacrificio ne ha fatto negli anni una ragione di vita", conclude.

17:35 - In Sicilia 44 nuovi casi e nessun decesso

Sono 44 i nuovi casi di Covid 19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore. Fra questi 7 sono migranti. Casi che portano a 828 gli attuali positivi totali nell'isola. Di questi 775 sono in isolamento domiciliare mentre 53 sono i casi che necessitano di cure ospedaliere con un incremento rispetto a ieri soprattutto in terapia intensiva dove adesso i ricoverati sono 8 mentre 45 si trovano in corsia in regime di ricovero ordinario. Sono stati eseguiti 3129 nuovi tamponi che portano quasi a 322 mila il totale generale dei tamponi. Resta fermo a 286 il totale delle vittime nell'isola. Sei sono, invece, i pazienti guariti. La divisione fra le province mostra 16 casi a Catania che è sempre la provincia con il maggior numero, 10 casi a Ragusa dove, però, si registrano tutti i 7 migranti positivi della giornata. Ci sono poi 8 casi a Caltanissetta, 6 a Palermo, 2 a Siracusa e 1 ciascuno nelle province di Agrigento e Messina.

16:31 - Messina, videoappello medici sull'uso delle mascherine

Dopo l'appello dei giornalisti messinesi a mettere la mascherina, campagna della giornalista Lilly La Fauci, partita dal sito della Gazzetta del Sud lo scorso 2 agosto, un appello simile è lanciato stavolta da 18 medici e ricercatori degli ospedali messinesi. "Quella dei medici - afferma Lilly La Fauci, ideatrice e prima testimonial del progetto - è la categoria più esposta al rischio di contagio. Oggi le mascherine ci sono per tutti. E usarle è innanzitutto un dovere civico per la tutela della salute pubblica. Non possiamo permetterci di mettere in crisi il nostro sistema sanitario. I medici e i ricercatori fanno la loro parte ogni giorno per aiutare il Paese ad uscire dall'emergenza. Ma questa battaglia si vince solo combattendo tutti insieme". 

16:11 - Ragusa: casi in crescita, nessuno in rianimazione

Il numero dei positivi in provincia di Ragusa resta sempre alto, più di 60 e nell'ambito di una pianificazione regionale i malati vengono indirizzati in ospedale Covid. Oggi due pazienti anziani provenienti dalla casa di riposo di Modica, ricoverati nella divisione di Rianimazione dell'ospedale 'Paternò Arezzo' sono stati trasferiti: uno è passato alla divisione di Malattie infettive, mentre, una donna è stata trasferita a Catania. "Come concordato con l'assessorato regionale alla Salute - dice il direttore genrale dell'Asp Ragusa, Angelo Aliquò - concentriamo i pazienti covid in una sola struttura (a Catania hanno decine di anestesisti) anziché bloccare più ospedali. Mentre Ragusa si fa carico di ricoverare in Terapia Intensiva pazienti di Catania non Covid". 

9:47 - Tutti negativi i 63 tamponi eseguiti a Panarea

Sono risultati tutti negativi i 63 tamponi eseguiti a Panarea dopo il caso di una turista risultata positiva al Covid-19 al suo rientro a Napoli a fine vacanza. Il caso era stato segnalato dall'Asp campana. I tamponi sono stati 'processati' dall'Asp di Messina dopo che è stata compilata la 'lista' delle persone che potevano essere entrate in contatto con la turista positiva.

7:10 - Tamponi in aeroporto a Catania per chi arriva da quattro Paesi

A partire da oggi, all’aeroporto di Catania “saranno avviati all'interno dello scalo etneo i controlli sanitari straordinari per i turisti provenienti da Spagna, Grecia, Malta e Croazia, in ottemperanza a quanto disposto dal ministro della Salute e alla successiva ordinanza del Presidente della Regione Siciliana”. Lo rende noto Società Aeroporto Catania, che aggiunge: “Tutti i non residenti e non domiciliati in Sicilia provenienti dai 4 Paesi comunitari dovranno essere sottoposti a tampone rinofaringeo, in aggiunta ai normali controlli sanitari che da febbraio proseguono ininterrottamente". Il commissario ad acta per l'emergenza Covid, Giuseppe Liberti, ha stabilito che i passeggeri in questione saranno sbarcati a piedi e indirizzati all'interno del Terminal C dell'aeroporto di Catania, presso un'area messa appositamente a disposizione da SAC in airside. Qui, il personale che sarà affiancato dalle USCA, le Unità Speciali di Continuità Assistenziale dell'Asp, provvederà ad effettuare gli accertamenti previsti. Diverse le procedure per i turisti e per i residenti. Secondo quanto previsto nell'ordinanza del ministro della Salute, i turisti saranno sottoposti in aeroporto al test obbligatorio, i cui risultati saranno comunicati dall'Asp entro 48 ore. In alternativa, possono esibire un'attestazione di averlo effettuato entro le 72 ore antecedenti l'arrivo nell'Isola.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24