Coronavirus a Siracusa: positivo va a festa, tamponi per cento ragazzi

Sicilia

"I cittadini che pensano di aver avuto contatti con qualcuno dei partecipanti alla festa sono invitati a informare il proprio medico curante e di sottoporsi, volontariamente, a maggiore garanzia, a test sierologico", spiega il sindaco Marilena Miceli

Uno degli 11 ragazzi di Canicattini Bagni, nel Siracusano, risultati positivi al covid-19 dopo una vacanza a Malta, ha preso parte a una festa al suor ritorno e per questo altri cento ragazzi, tutti alla stessa festa di compleanno, saranno sottoposti al tampone. Lo riferisce il sindaco del paese, Marilena Miceli. Tutti i partecipanti hanno già ricevuto dall'Asp il provvedimento di isolamento domiciliare (CORONAVIRUS: LA DIRETTA - GLI AGGIORNAMENTI IN SICILIA).

Le parole del sindaco di Canicattini Bagni

"I cittadini che pensano di aver avuto contatti con qualcuno dei partecipanti alla festa sono invitati a informare il proprio medico curante e di sottoporsi, volontariamente, a maggiore garanzia, a test sierologico presso i locali laboratori d'analisi" spiega il primo cittadino. Allo scadere del quattordicesimo giorno verranno ripetuti i tamponi agli 11 giovani risultati positivi, a due dei familiari contagiati e a tutti gli altri parenti il cui esitodel primo tampone è risultato negativo. 

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24