Coronavirus in Sicilia, dipendente senza mascherina: chiuso ristorante a Catania

Sicilia

Un ristorante con annesso stabilimento balneare della zona di Aci Castello è stato chiuso per cinque giorni dalla Polizia dopo che gli agenti hanno trovato un dipendente che serviva i clienti senza mascherina

Il nuovo live con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

Un ristorante con annesso stabilimento balneare della zona di Aci Castello (Catania) è stato chiuso per cinque giorni dalla polizia dopo che gli agenti hanno trovato un dipendente che serviva i clienti senza mascherina, violando le prescrizioni anti Covid-19. Il dipendente ed il titolare sono stati sanzionati. (LA DIRETTA - LO SPECIALE)

19:53 - Caso sospetto, sindaco chiude il municipio di Portopalo

Chiusura del Municipio a Portopalo di Capo Passero, nel Siracusano, per un sospetto caso di Covid19 di un dipendente del Comune. Lo ha disposto il sindaco, Gaetano Montoneri. L'impiegato è stato sottoposto al tampone e l'amministrazione, in via precauzionale, ha deciso di provvedere alla sanificazione dei locali. Si attende l'esito del test sul dipendente, che si trova in isolamento. E il sindaco di Augusta Cettina Di Pietro ha reso noto che sono saliti a cinque i casi di contagiati da Covid 19 nel territorio comunale. "Non mi stancherò mai di raccomandare prudenza e attenzione per le regole che ci siamo dati a prevenzione della diffusione del contagio - ha detto il sindaco - Nessuna giornata o serata di festa può giustificare il rischio di un pericolo così grande".

18:38 - Positivo un uomo rientrato dal Belgio

Due casi di coronavirus sono stati registrati fra Agrigento e Santa Elisabetta. Nella città dei Templi ha dato esito positivo il tampone effettuato da un giovane che è rientrato da una vacanza a Malta. Il ragazzo è asintomatico. E' stato invece ricoverato nel reparto malattie infettive dell'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta un uomo, residente in Belgio, che è rientrato a Santa Elisabetta (Ag) per le vacanze estive. "Ha una sintomatologia seria, il che preoccupa tutti noi", ha detto il sindaco Mimmo Gueli.

18:00 – In Sicilia registrati 89 nuovi casi

Sono 89 i nuovi casi di Covid19 in Sicilia nelle ultime 24 ore. Si questi 71 sono migranti, e 64 riguardano le verifiche di un solo sbarco a Pozzallo. I siciliani sono 18. I positivi a Catania, Palermo, Siracusa e Ragusa. Si tratta dei dati comunicati dal sistema regionale alla Protezione Civile e resi noti attraverso la scheda report quotidiana del Ministero della Salute e dell'Istituto Superiore di Sanità. Nel dettaglio sul fronte dei ricoveri salgono a 50 i ricoveri e fra questi 44 si trovano in ospedale con un incremento di 5 ricoverati in più mentre restano 6 quelli in terapia intensiva. Sono ad oggi 488 le persone in isolamento domiciliare mentre salgono a 538 gli attuali positivi al Covid-19 nell'isola. Sono 3.574 le persone che fino ad oggi hanno avuto diagnosticato il contagio in Sicilia. Mentre il numero dei decessi resta a 284. I tamponi effettuati da ieri ad oggi sono stati 2.860 e 299.393 quelli eseguiti in totale dall'inizio dell'emergenza.

17:23 - 73 migranti positivi a Pozzallo, arriverà l'esercito

Arriverà l'Esercito a presidiare l'hotspot di Pozzallo (Rg). Lo ha preannunciato il prefetto di Ragusa, Filippina Cocuzza, al sindaco Roberto Ammatuna, preoccupato per l'aumento dei casi di Covid-19 tra i migranti ospiti nella struttura, che sono saliti a 73. I militari arriveranno lunedì prossimo. Saranno 90 i militari che vigileranno l'hotspot dove in una parte del padiglione ci sono 73 migranti in quarantena perché risultati positivi al tampone. Cresce la preoccupazione delle autorità cittadine e sanitarie per le fughe dei migranti dal centro. Ieri tra i 15 che hanno lasciato la struttura ci sono due positivi di cui una donna in stato di gravidanza.

15:47 - Tamponi al Policlinico, presto nuove assunzioni

"L'azienda Policlinico di Palermo sta approvando una graduatoria con contratti a tempo determinato per trovare tecnici da laboratorio per sostituire i sette operatori che sono stati assunti dall'azienda Villa Sofia e dall'Asp di Palermo". Lo precisa il commissario straordinario, Alessandro Caltagirone, per superare la criticità in uno dei laboratori che eseguono tamponi 24 ore su 24. "Per una temporanea carenza di tecnici, l'azienda non ha potuto garantire il servizio h 24 presso il laboratorio di riferimento regionale per la Sicilia Occidentale per l'emergenza Covid-19, diretto dal professore Francesco Vitale. Il laboratorio risponde alle esigenze diagnostiche delle Aziende sanitarie della Sicilia occidentale e delle strutture private convenzionate con il Policlinico per l'esecuzione dei tamponi Covid - prosegue il commissario - L'Azienda è anche dotata di un secondo laboratorio attivo h 24, l'unità operativa complessa di microbiologia, diretta dalla professoressa Anna Giammanco, che tra le altre attività, processa anche i tamponi per le esigenze dell'Azienda. In relazione all'esiguità dei campioni che arrivano nelle ore notturne - aggiunge il commissario straordinario Caltagirone - ritengo che la sinergia tra i due laboratori, sia in atto sufficiente a garantire qualunque prestazione urgente nonché continuativa". Inoltre, per garantire la piena efficienza delle attività di laboratorio, il commissario straordinario, con una nota inviata a tutte le strutture pubbliche e private richiedenti, ha comunicato gli orari di processamento dei campioni (10 - 14 - 18), invitando a far pervenire i campioni nelle fasce orarie indicate. I tamponi pervenuti oltre l'orario dell'ultima seduta giornaliera saranno conservati e analizzati nella prima seduta utile del giorno seguente e comunque refertati entro 24 ore dall'arrivo.

15:34 – Sindaco di Aci Castello: “Scoperti tre casi”

"Oggi purtroppo l'Asp di Catania ci informa che ad Aci Castello vi sono tre cittadini di Aci Castello positivi al Covid-19. Nessuno risulta grave: non sono ricoverati e sono in isolamento domiciliare". Lo rende noto il sindaco, Carmelo Scandurra. "Siamo fiduciosi e ottimisti - aggiunge Scandurra - la minore virulenza attuale del virus ci fa ben sperare, ma raccomandiamo alla comunità di rispettare le regole del distanziamento sociale, della mascherina nei luoghi chiusi, del lavaggio frequente delle mani".

13:45 - Palermo, due dipendenti delle Poste positivi: quarantena per 50 colleghi

"Due dipendenti del centro meccanico di smistamento delle Poste di Palermo, in via La Malfa, sono risultati positivi al covid19. Dopo il caso di una donna, ieri nel tardo pomeriggio, questa mattina si è registrato un secondo caso". Lo spiega il segretario di Cisl Poste, Maurizio Affatigato. Al Centro meccanico lavorano decine di persone. Ieri una dipendente ha accusato malessere e febbre e per questo è stata sottoposta a tampone. Il direttore del centro ha rimandato a casa circa 50 lavoratori, quelli che lavorano a stretto contatto con la donna e l'Asp ha raccolto i nominativi delle persone che hanno avuto contatti con la donna e che dovranno tutti effettuare gli esami. E già stamane un secondo dipendente è risultato positivo, mentre si attendono i risultati degli altri test. "Mi dicono che finora sono stati eseguiti tre tamponi e che in cinquanta sono in isolamento - afferma Affatigato -. Spero che nelle prossime ore tutti i dipendenti siano controllati".

12:42 - Catania: dipendente senza mascherina, chiuso ristorante

Un ristorante con annesso stabilimento balneare della zona di Aci Castello (Catania) è stato chiuso per cinque giorni dalla Polizia dopo che gli agenti hanno trovato un dipendente che serviva i clienti senza mascherina, violando le prescrizioni anti Covid-19. Il dipendente ed il titolare sono stati sanzionati.

Gli agenti durante un'altra operazione hanno denunciato il titolare di un ristorante di Misterbianco nel quale era stata attivata una discoteca senza il certificato rilasciato dalla Commissione di Vigilanza comunale per i locali di pubblico spettacolo che attestava la solidità della struttura a tutela dell'incolumità pubblica. L'uomo è anche stato sanzionato per aver tenuto intrattenimenti danzanti senza autorizzazione di Polizia. In una discoteca in uno stabilimento balneare di viale Kennedy, infine, sono stati effettuati e sono tuttora in corso numerosi accertamenti i cui esiti dovranno essere vagliati. 

12:41 - Sei nuovi casi nel Ragusano

Continuano a crescere i positivi al Covid 19 nel Ragusano. Rispetto a due giorni fa vi sono altri 6 nuovi casi, per un totale al momento di 23 positivi, compresi gli ospedalizzati. I nuovi casi riguardano un ragusano proveniente da Malta, uno di Vittoria arrivato da Bordeaux, quattro giovani tutti di Modica che hanno avuto contatti con positivi della stessa città. Restano ricoverate due persone nel reparto di Malattie infettive, dell'ospedale "Maria Paternò Arezzo", un marittimo rumeno e una signora albanese; una terza persona, un bengalese, è al San Marco di Catania. 

7:42 - Coronavirus: bimbo asilo nido positivo, classe in quarantena

Un bambino è risultato positivo al Covid-19 in provincia di Catania. Il piccolo frequentava un asilo nido e i medici dell'Asp del capoluogo etneo hanno tracciato i contatti e hanno messo in quarantena tredici bambini della stessa classe e i loro familiari oltre a tre operatori dell'asilo. I primi tamponi eseguiti dall'Asp sono risultati negativi.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24