Spese pazze Assemblea regionale siciliana, sospeso sindaco di Catania

Sicilia

La decisione è stata presa dal prefetto del capoluogo etneo, Claudio Sammartino, in applicazione della legge Severino dopo la condanna per peculato a quattro anni e tre mesi di reclusione stabilita dal tribunale di Palermo nell'ambito del processo per 'spese pazze' all'Assemblea Regionale Siciliana

Disposta la sospensione di diritto dalla carica per diciotto mesi nei confronti del sindaco di Catania, Salvo Pogliese. La decisione è stata presa dal prefetto del capoluogo etneo, Claudio Sammartino, in applicazione della legge Severino dopo la condanna per peculato a quattro anni e tre mesi di reclusione stabilita dal tribunale di Palermo. Il primo cittadino è stato condannato nell'ambito del processo per 'spese pazze' all'Ars, su rimborsi all'Assemblea regionale Siciliana come vice presidente del gruppo del Pdl.

Musumeci: "Spero Pogliese possa chiarire presto"

approfondimento

Spese pazze Ars: 5 condannati, tra cui il sindaco di Catania

"Al sindaco di Catania Salvo Pogliese voglio far pervenire il mio personale pensiero di amicizia - ha dichiarato stamattina il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci -. Egli è una persona che si è spesa con affetto per la propria città, senza pensare un solo istante a lasciare il Parlamento Europeo per immergersi in una difficile impresa. Oggi la Città sta affrontando un percorso di risanamento, al quale il Governo della Regione non ha fatto mai mancare il proprio sostegno - ha sottolineato Musumeci -. Si rispetta sempre ogni sentenza, ma proprio il rispetto delle sentenze e dello Stato di diritto mi impone di augurare a Salvo, con l'amicizia di sempre, di poter il prima possibile vedere riconosciute le proprie ragioni". 

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24