Incendia auto del sindaco perché non ottiene casa popolare: arrestato 42enne nel Trapanese

Sicilia

L’episodio risale alle scorso 4 aprile, quando l’auto del primo cittadino di Gibellina venne distrutta dalle fiamme. Secondo gli inquirenti, l’autore del gesto individuò nel sindaco il responsabile della mancata attribuzione dell'alloggio

Un uomo di 42 anni, A.B., è stato arrestato questa mattina dai carabinieri di Castelvetrano con l’accusa di aver dato fuoco all’auto del sindaco di Gibellina (Trapani), individuato dall’uomo come il responsabile della mancata attribuzione di un alloggio popolare. Le manette sono scattate al termine di un’indagine diretta dalla Procura di Sciacca.

La ricostruzione

L’episodio risale allo scorso 4 aprile, quando la vettura di Salvatore Sutera, parcheggiata nel cortile interno della sua abitazione, venne distrutta dalle fiamme, che danneggiarono anche l’auto della moglie. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, a spingere il 42enne a compiere il gesto fu proprio la mancata assegnazione di una casa popolare. L’uomo, subito dopo l’arresto, è stato trasferito presso la Casa Circondariale di Sciacca.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.