Coronavirus Sicilia: 2.201 positivi, 830 guariti e 250 decessi

Sicilia

È quanto emerge dai dati comunicati dalla Regione all’Unità di crisi nazionale. I tamponi effettuati dall’inizio dei controlli sono stati 92.999 su 83.908 persone

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

"Siamo in un momento delicatissimo per tutto il Paese e mi lascia attonita apprendere della richiesta di ulteriori bonus retributivi da parte dei sindacati dei dipendenti della Regione siciliana per lo sblocco delle pratiche sulla cassa integrazione in deroga", ha affermato su Facebook, il ministro per la Pubblica amministrazione, Fabiana Dadone. "Soltanto nell'isola circa 130mila persone attendono l'erogazione di una così importante misura messa in campo dal governo. La pubblica amministrazione in queste settimane, come ho più volte detto, deve essere motore della ripartenza del Paese. E non può permettersi di avanzare col 'freno a mano tirato'- ha proseguito il ministro - Ho attivato quindi l'Ispettorato del Dipartimento Funzione Pubblica per avere chiarimenti in merito alla vicenda. (DIRETTA)

19:34 – Cefalù, centro prelievi e ambulatori in piazzale ospedale

Trasferiti nel piazzale esterno antistante l'ingresso della Fondazione Giglio il centro prelievi e il pre-triage per i ricoveri, gli ambulatori, la diagnostica per immagini e i day hospital oncologici. "Sono ulteriori misure che abbiamo adottato - spiega il presidente della Fondazione Giglio, Giovanni Albano - per mettere sempre più in sicurezza la struttura e favorire una graduale ripresa di tutte le attività sanitarie". All'esterno è stata creata una grande area attrezzata con pagode, tende e sale d'attesa all'aperto. Tre le postazioni realizzate per i prelievi, in tenda, e tre quelle per il pre-triage dei pazienti che devono acceder alla struttura. Postazioni che si aggiungono alla pagoda per i tamponi e alla tenda pre il pre-triage di pronto soccorso. Predisposti anche due sportelli accettazione all'esterno sia per il pagamento del ticket che per il ritiro dei referti. All'atto dell'accettazione può essere richiesto il ritiro dei referti online. Il centro prelievi, al momento registra una media di 60 accessi al giorno, in crescita rispetto al periodo di esordio del Covid-19, ma ancora inferiore rispetto alla media giornaliera pre-covid di 110 prelievi. Il centro prelievi è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 7.30 alle ore 10.30. "Contiamo - afferma il responsabile del laboratorio d'analisi, Martino Tinaglia - di riattivare anche la seduta del sabato per distribuire lungo tutta la settimana il flusso di utenti".

18:35 – Catania, dimessa 97enne positiva operata per frattura a femore

È stata dimessa questo pomeriggio dall'Ospedale Cannizzaro di Catania la 97enne operata per frattura di femore mentre era positiva al Coronavirus. La signora, dopo due tamponi negativi consecutivi, ha potuto lasciare il reparto di isolamento delle Malattie Infettive per fare rientro a casa, dove l'aspetterà un periodo di riabilitazione. Nel lasciare l'ospedale, la donna ha avuto parole di riconoscenza per il personale che l'ha assistita in queste settimane. E un ringraziamento per gli operatori ha voluto rivolgere Salvatore Giuffrida, direttore generale dell'Azienda Cannizzaro: "Eventi come questo - ha detto - sono motivo di soddisfazione e ripagano dell'impegno di quanti si spendono quotidianamente nell'emergenza epidemiologica, ma anche nelle altre emergenze che il nostro ospedale non ha mai smesso di fronteggiare. Il rientro a casa di una paziente fragile, come la signora di 97 anni - ha sottolineato Giuffrida - è frutto di un lavoro di squadra che ha visto impegnate varie Unità operative, dal Pronto soccorso all'Ortopedia e Traumatologia, dall'Anestesia e Rianimazione alle Malattie Infettive. Ai loro direttori e a tutto il personale va un doveroso ringraziamento". La donna, classe 1922, era entrata in Pronto Soccorso la sera di Pasqua dopo una caduta mentre si trovava in quarantena nella sua abitazione, in quanto positiva. È stata quindi tenuta in isolamento fino all'intervento chirurgico, eseguito in assetto anti-Covid da équipe di Ortopedia e Traumatologia. Dopo l'operazione, la paziente è stata ricoverata per due giorni in Rianimazione e ha poi completato la convalescenza nel reparto dedicato ai malati Covid. Oggi il ritorno a casa, con un'ambulanza messa a disposizione dal comitato provinciale della Croce rossa italiana. All'uscita, a salutarla c'erano tra gli altri il direttore generale Salvatore Giuffrida, il direttore sanitario Diana Cinà, il direttore dell'Uoc di Malattie Infettive Carmelo Iacobello e il coordinatore infermieristico Franco Licciardello, il presidente del comitato provinciale di Catania della Cri Stefano Principato.

17:55 – In Sicilia 2.201 positivi, 830 guariti e 250 decessi

Dato in calo, per la prima volta in Sicilia, sui positivi al Coronavirus: le persone contagiate da Covid-19 sono attualmente 2.201, uno in meno rispetto a ieri. È quanto emerge dai dati comunicati dalla Regione Siciliana all'Unità di crisi nazionale. Dall'inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 92.999 (+1.693 rispetto a ieri), su 83.908 persone: di queste sono risultate positive 3.281 (+14), mentre attualmente sono ancora contagiate 2.201 (-1), 830 sono guarite (+12) e 250 decedute (+3). Degli attuali 2.201 positivi, 384 pazienti (-9) sono ricoverati - di cui 25 in terapia intensiva (-1) - mentre 1.817 (+8) sono in isolamento domiciliare.
Questa la divisione degli attuali positivi nelle varie province: Agrigento, 69 (0 ricoverati, 65 guariti e 1 deceduto); Caltanissetta, 125 (16, 26, 11); Catania, 691 (82, 240, 90); Enna, 292 (114, 100, 29); Messina, 370 (71, 130, 52); Palermo, 397 (58, 95, 30); Ragusa, 54 (3, 33, 7); Siracusa, 111 (36, 99, 25); Trapani, 92 (4, 42, 5).

17:42 – Prefettura Catania: “Troppa gente, zone mare presidiate”

Intensificare, da subito, i presidi delle Forze dell'ordine previsti nelle zone della riviera di Catania, con particolare riguardo al porticciolo e all'area di San Giovanni Li Cuti e nelle aree attrezzate e zone circostanti piazza Nettuno, dove sono stati rilevati molteplici assembramenti. Lo ha stabilito del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica convocato e presieduto dal prefetto Claudio Sammartino, "ricalibrando i servizi disposti nei giorni precedenti, avendo rilevato assembramenti di persone, non in linea con le indicazioni normative tese, invece, ad evitarli" e sottolineando che "è elevata l'attenzione in atto sui comportamenti consentiti in questa fase 2". Conseguentemente il Questore ha emanato una specifica ordinanza di servizio con cui ha dislocato pattugliamenti rafforzati sulla citata riviera ma, soprattutto, presidi fissi di Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza, nelle aree suddette di San Giovanni Li Cuti e Piazza Nettuno con lo scopo di sanzionare i comportamenti non consentiti. Il Comitato per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica ha anche rappresentato al sindaco l'opportunità dell'adozione di urgenti provvedimenti sindacali al riguardo, diretti ad interdire l'accesso nelle predette zone, per le ragioni di assoluta prudenza sopra evidenziate, facendo salva, ovviamente, la possibilità di accedere alle medesime zone da parte dei soggetti legittimati (residenti, esercenti attività economico-commerciali, ed altri). A conclusione della riunione, dalla prefettura di Catania si "rinnova l'appello alla responsabile collaborazione di ogni cittadino per evitare pericolosi assembramenti che possono mettere in pericolo la salute pubblica creando le condizioni per nuove restrizioni".

16:58 - Ex carabiniere muore a Cefalù

Salvatore Barro, brigadiere capo dei carabinieri in congedo è la prima vittima per il Covid19 nel paese di Cefalù. A dare la notizia il sindaco Rosario Lapunzina. "Devo purtroppo comunicarvi una notizia che funesta l'intera comunità cefaludese - ha scritto il primo cittadino su Facebook - il nostro concittadino Salvatore Barro, brigadiere capo in congedo, affetto da Coronavirus e ricoverato all'ospedale di Palermo, è venuto a mancare questa mattina a causa di un improvviso peggioramento delle condizioni cliniche".

16:03 - Siracusa, Asp attiva screening sierologici

La direzione aziendale dell'Asp di Siracusa ha avviato attraverso l'unità operativa di patologia clinica dell'ospedale 'Umberto I' gli screening sierologici qualitativi con la ricerca degli anticorpi IgG ed IgM anti Sars-Cov2, in ottemperanza a quanto disposto dall'assessorato regionale della Salute sull'utilizzo dei test sierologici. "Seguendo l'ordine di priorità emanato dalla stessa circolare - si legge in una nota dell'Asp di Siracusa - l'azienda ha avviato l'esecuzione del test a partire dalle forze dell'ordine - polizia, carabinieri, guardia di finanza e polizia locale - vigili del fuoco, i militari delle forze armate destinati a fronteggiare l'emergenza Covid-19". Dallo scorso 4 maggio è stata avviata l'esecuzione dei test per il personale del comando dei vigili urbani di Siracusa che ne ha fatto richiesta. Gli esiti vengono comunicati giornalmente al comando con le eventuali prescrizioni. "Nelle settimane successive - annuncia l'Asp di Siracusa - verranno eseguiti screening a tutte le forze dell'ordine che hanno avanzato richiesta. In una seconda fase, non appena il laboratorio di patologia clinica verrà attrezzato con la strumentazione idonea di cui si attende la consegna, verranno effettuati anche i testi quantitativi a tutte le categorie riportate in circolare".

15:40 – Notai trapanesi donano ad Asp due ventilatori

Apparecchiature mediche e dispositivi sanitari sono stati donati dai notai dei distretti riuniti di Trapani e Marsala all'azienda sanitaria provinciale di Trapani per potenziare la dotazione dei presidi ospedalieri del territorio, in particolare quelli impegnati nel fronteggiare l'emergenza coronavirus. Sono due ventilatori polmonari Philips - DreamStation CPAV Pro con umidificatore e modem Wi-Fi, muniti rispettivamente di kit maschera oronasale, circuito da 180 cm e filtro antibatterico da destinare agli ospedali di Trapani e Marsala, e 500 mascherine facciali FFP2 per il 'Covid hospital' di Marsala. "La donazione - dice il presidente dei notai Massimo Petralia - nasce dalla considerazione della gravità del momento e ritenendo dovere civico di ciascun cittadino dare il proprio apporto, anche come notai, in ossequio ai principi di solidarietà, radicamento al territorio e funzione sociale, propri del notariato tutto". "Esprimo un personale ringraziamento per la solidarietà manifestata nei confronti di tutti gli operatori della sanità locale impegnati in prima linea nell'emergenza Covid-19 - dice il direttore generale dell'Asp di Trapani Fabio Damiani. - L'incremento delle dotazioni mediche degli ospedali aumenta la possibilità di fronteggiare e gestire in maniera capillare eventuali ulteriori casi di contagio dell'infezione sul territorio provinciale, dove ancora l'allerta è massima".

15:26 – Dimesso primo paziente ricoverato ad Acireale

Torna a casa il primo paziente positivo al Covid-19 ricoverato presso l'unità operativa complessa di Anestesia e Rianimazione dell'ospedale di Acireale. È un79enne del catanese che è stato curato con terapia standard associata all'utilizzo degli anticorpi monoclonali, prima con il Tocilizumab e poi con il Siltuximab. Tamponi negativi anche per una 56enne del Calatino, dimessa dall'Uoc di Malattie Infettive di Caltagirone, dov'è stata ricoverata nella seconda metà del mese di aprile. La paziente è stata trattata con terapia standard che combina l'utilizzo di azitromicina, idrossiclorochina, antivirale ed eparina. Grazie a tablet e smartphone, forniti dall'Uoc Ingegneria Informatica, durante il ricovero i pazienti hanno avuto la possibilità di parlare e vedere i loro familiari con delle video chiamate, contribuendo in questo modo ad alleviare il momento della degenza ospedaliera.

13:47 - Lavori nei musei di Giardini Naxos e a Taormina

Il Parco Archeologico Naxos Taormina lavora per la riapertura effettiva dei siti dopo la pausa di due mesi imposta dall'epidemia del Coronavirus. Proseguono i periodici interventi di sanificazione a base di perossido di idrogeno sia delle aree espositive e dei reperti, come delle aree di lavoro di custodi e addetti del Parco. Dal 4 maggio sono tornati operativi alcuni cantieri del Parco, in particolare al Teatro Antico di Taormina sono in programma tre interventi.

12:17 – Terzo tampone in Rsa Catanese: tutti negativi

Sono risultati negativi per la terza volta consecutiva i tamponi per la ricerca del Covid-19 eseguiti ai 13 ospiti della casa di riposo di San Giovanni La Punta e ai 4 operatori, che sono in isolamento nella struttura. Lo rende noto il sindaco Antonino Bellia. Sono stati complessivamente sei gli ospiti deceduti dopo essere stati trasferiti in ospedali perché positivi al Coronavirus. "Il risultato dei terzi tamponi effettuati - aggiunge Bellia - è arrivato dall'Asp di Catania che in queste settimane ha monitorato attentamente la situazione e che in questo caso conferma la definitiva guarigione di tutti. Una notizia che riporta un po' di serenità non soltanto per le persone coinvolte ma anche per i tanti che temevano un possibile focolaio con conseguenze drammatiche per l'intera comunità. Adesso con la Fase 2 appena iniziata non dobbiamo assolutamente abbassare la guardia, ma continuare responsabilmente a mettere in atto tutte le norme igieniche e comportamentali che in questi mesi ci hanno permesso di contenere il contagio del virus. Non affolliamo i negozi, le strade - sottolinea il sindaco - manteniamo il distanziamento sociale, indossiamo le mascherine. Non è ancora tutto finito".

12:07 - A Lipari continua serrata, aperto solo un bar

Alle Eolie continua la serrata di albergatori ed esercenti (un solo bar da asporto ha aperto i battenti a Lipari). Un avvocato si è fatto portavoce degli abitanti per fare una serie di richieste al governo nazionale. Saro Venuto di Lipari dice "Vorrei gridare a questo governo una soluzione facile e immediata che avrebbe l'impatto psicologico propulsivo per le partite iva, con costi solo per lo Stato, sopportabili. Annullamento della tassazione a far dal 3 marzo al 31 dicembre 2020 per le categorie che hanno subito l'inibitoria dell'attività; un fondo perduto, non restituibile , per un flusso di cassa immediato per riaprire funzionale alle esigenze e secondo parametri coevi alla struttura aziendale; un Condono fiscale tombale a tutto il 30.04.2020 così da eliminare , in tre/quattro rate max, il debito verso l'erario di tutte le partite iva con il pagamento del 10% 20% max del dovuto".

10:26 - Domani riapre lo storico mercaato della Pescheria di Catania

Dopo due mesi di chiusura da domani riapre lo storico mercato della Pescheria di Catania, con una nuova organizzazione e un protocollo sulle procedure di sicurezza da adottare per il contenimento dell'epidemia da Covid-19. Il sindaco Salvo Pogliese, ha firmato l'ordinanza che oltre riapre anche i mercati rionali e del contadino, limitatamente al commercio di generi alimentari. 

7:31 - Sammartino: “Su cassa integrazione il governo Musumeci ha fallito”

"La mancata assegnazione della cassa Integrazione in deroga in Sicilia dimostra ancora una volta tutto il fallimento del governo Musumeci. Ho sollevato da settimane, anche in V commissione, il tema, dove sono state esposte anche le legittime preoccupazione degli imprenditori e dei sindacati. Il presidente non ha saputo programmare per tempo e adesso scarica sui dipendenti regionali le sue responsabilità. Non è stato capace di trovare le soluzioni con le parti sociali e come sempre rincorre i problemi senza riuscire mai ad affrontarli". Lo afferma il parlamentare regionale di Italia Viva e presidente della Commissione Lavoro dell'Ars Luca Sammartino. "Ci sono quasi 150mila lavoratori che aspettano da due mesi - prosegue - e non è possibile assistere ad un continuo scarica barile di responsabilità tra la Regione e gli uffici. Basta con le polemiche, rischiamo che scoppi una bomba sociale. I siciliani sono stufi. Musumeci venga in aula a chiarire immediatamente".

7:24 - Il ministro Dadone invia gli ispettori per una verifica sulla Cig

"Siamo in un momento delicatissimo per tutto il Paese e mi lascia attonita apprendere della richiesta di ulteriori bonus retributivi da parte dei sindacati dei dipendenti della Regione siciliana per lo sblocco delle pratiche sulla cassa integrazione in deroga", ha affermato su Facebook, il ministro per la Pubblica amministrazione, Fabiana Dadone."Soltanto nell'isola circa 130mila persone attendono l'erogazione di una così importante misura messa in campo dal governo. La pubblica amministrazione in queste settimane, come ho più volte detto, deve essere motore della ripartenza del Paese. E non può permettersi di avanzare col 'freno a mano tirato'- avverte il ministro - Ho attivato quindi l'Ispettorato del Dipartimento Funzione Pubblica per avere chiarimenti in merito alla vicenda.

7:17 - 7 positivi in una comunità alloggio nel Nisseno

Sette persone, tra operatori e ospiti, di comunità alloggio della provincia di Caltanissetta sono risultate positive a Covid-19. A renderlo noto è il direttore generale dell'Asp di Caltanissetta, Alessandro Caltagirone. Sono risultati positivi due ospiti di una comunità per disabili di Mussomeli, tre ospiti di una casa di riposo di Delia e un ospite e un operatore di una casa di riposo di Montedoro. "Di questi - dice il manager sanitario - solo l'ospite della casa di riposo di Montedoro è stato ricoverato al reparto di malattie infettive del Sant'Elia. Gli altri restano isolati all'interno delle strutture o a domicilio".

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.