Palermo, riciclaggio e omessa dichiarazione: sequestrati 70mila euro in un negozio

Sicilia
Foto di archivio (ANSA)

L'operazione dei finanzieri del 2° nucleo operativo metropolitano del capoluogo siciliano è scattata dopo un controllo all'aeroporto Falcone Borsellino dove è stata individuata una persona in possesso di settemila euro

Sequestrati a Palermo 70 mila euro in contanti all'interno di un negozio di abbigliamento. L'operazione dei finanzieri del 2° nucleo operativo metropolitano del capoluogo siciliano è scattata dopo un controllo all'aeroporto Falcone Borsellino, dove è stata individuata una persona di origini cinesi, in partenza per Roma, in possesso di settemila euro. I finanzieri hanno accertato che il denaro era frutto dell'acquisto di una fornitura di abbigliamento da persone, anch'esse di nazionalità cinese, titolari di un'attività commerciale a Palermo.

La perquisizione

Nel corso della perquisizione nel negozio sono stati trovati 70 mila euro in contanti suddivisi in mazzette, in una busta di plastica nascosta in un ripostiglio. Un modo, secondo i finanzieri, per violare le norme tributarie. I titolari del negozio, marito e moglie, sono stati denunciati alla procura con l'accusa di riciclaggio e di omessa dichiarazione. Sono tuttora in corso accertamenti di natura fiscale.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.