Enna, confiscati beni per 11 milioni a imprenditore agricolo

Sicilia
Foto di archivio (Fotogramma)

L’uomo era stato coinvolto, tra il 2004 e il 2005, nell’inchiesta antimafia "Dioniso" e condannato a 14 anni di carcere per l'omicidio di Francesco Saffila. La confisca è stata eseguita su ordine del tribunale e ha riguardato beni già sequestrati nel 2017 

I carabinieri di Enna, insieme al Gico della Guardia di Finanza di Caltanissetta, coordinati dalla Dda nissena, hanno confiscato beni per quasi 11 milioni di euro a G.S, imprenditore agricolo coinvolto, tra il 2004 e il 2005, nell’inchiesta antimafia "Dioniso" e condannato a 14 anni di carcere per l'omicidio di Francesco Saffila, indicato dagli inquirenti tra quelli che agevolarono la latitanza del boss gelese Daniele Emanuello.

La confisca

Su ordine del Tribunale di Enna, i militari hanno confiscato 349 ettari di terreno, otto fabbricati posizionati nelle campagne dei comuni di Valguarnera, Aidone, Enna e Piazza Armerina, nove autovetture, tre conti correnti bancari e tre società operanti nel settore agricolo e zootecnico. I beni erano già stati sequestrati nel 2017.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.