Blitz antimafia a Catania: 9 arresti e sequestro per oltre 12 milioni di euro

Sicilia

Il provvedimento restrittivo nasce da un'indagine sugli investimenti immobiliari eseguiti negli anni '90 che, secondo gli investigatori, sarebbero stati eseguiti direttamente dallo storico boss ergastolano Benedetto Santapaola 

Nove persone sono state arrestate e beni per un valore di 12,6 milioni di euro sono stati sequestrati durante il blitz contro Cosa Nostra, scattato nella mattina di oggi e condotto dai carabinieri del Ros di Catania.

Le accuse

Il provvedimento restrittivo, che ha portato sette persone in carcere e due agli arresti domiciliari, emesso dal Gip su richiesta della Dda della locale Procura, nasce da un'indagine sugli investimenti immobiliari eseguiti negli anni '90 che, secondo gli investigatori, sarebbero stati eseguiti direttamente dallo storico boss ergastolano Benedetto Santapaola, da Aldo Ercolano, di 58 anni, da Francesco Mangion e da Giuseppe Cesarotti. I reati contestati a vario titolo agli indagati, che sono destinatari di ordinanza in carcere e agli arresti domiciliari, sono associazione mafiosa, concorso esterno in associazione mafiosa, estorsione, riciclaggio, trasferimento fraudolento di valori e illecita concorrenza con minaccia.

Tofalo: “Lotta a Cosa Nostra senza tregua”

"Congratulazioni ai carabinieri del Ros di Catania per l'operazione antimafia che ha portato all'arresto di 9 persone e al sequestro di società e beni per milioni di euro. Andiamo avanti con la lotta a Cosa Nostra, colpo su colpo, senza tregua. Grazie all'Arma per il grande lavoro che porta avanti ogni giorno con l'impegno di donne e uomini presenti e vigili su tutto il territorio nazionale. Ogni successo conseguito è una importante vittoria per lo Stato", ha commentato il sottosegretario alla Difesa, Angelo Tofalo.

I più letti