Lampedusa, nuovo sbarco. Sei anni fa la strage in cui morirono 368 migranti. VIDEO

Sicilia

Tra le persone arrivate nell'isola anche due donne e un minore. A soccorrerli è stata una motovedetta della Guardia costiera. Sono stati portati tutti all'hotspot 

Sono sbarcati sotto una pioggia battente i 71 migranti, fra cui due donne e un minore, arrivati la scorsa notte a Lampedusa. Sarebbero tutti originari del Bangladesh. A soccorrerli, nelle acque antistanti l'isola, è stata una motovedetta della Guardia costiera. Tutti sono stati portati all'hotspot.

Un nuovo tentativo di fuga dall'hotspot

Il nuovo sbarco è avvenuto proprio mentre si stava verificando l'ennesimo tentativo di fuga da parte di uno degli immigrati ospiti dell'hotspot. Il giovane si è nascosto sotto un camion che stava per imbarcarsi sul traghetto Pietro Novelli diretto a Porto Empedocle. E' stato scoperto - poco prima dell'imbarco - dai carabinieri, dalla Guardia di finanza e dalla polizia che effettuano controlli anche con le unità cinofile. Dalle parti meccaniche sottostanti al camion, dove si era abbarbicato, è uscito solo quando ha capito che il tentativo di fuga ormai era fallito.

Il corteo in ricordo delle 368 vittime del 2013

Intanto, per ricordare le 368 vittime del naufragio del 3 ottobre 2013, un corteo formato da diverse barche di pescatori ha raggiunto il tratto di mare davanti alle coste di Lampedusa dove si verificò la tragedia. A bordo delle imbarcazioni oltre a cittadini, rappresentanti di associazioni, forze dell'ordine, istituzioni, e ai circa 500 studenti provenienti da scuole e istituti italiani ed europei, anche alcuni dei 155 superstiti molti dei quali hanno perso nel naufragio familiari e amici. Sul luogo della strage è stata lanciata una corona di fiori.
La cerimonia di commemorazione si è svolta dopo il corteo che, organizzato nell'ambito del progetto "Snapshots from the Borders", dal centro di Lampedusa ha raggiunto la Porta d'Europa.

I più letti