Agrigento, 28 indagati per il crollo del cornicione in piazza Cavour

Sicilia

A seguito del cedimento, avvenuto il 18 settembre, sono stati sgomberati 20 appartamenti e chiuse alcune attività commerciali 

La Procura di Agrigento ha iscritto 28 persone nel registro degli indagati, come atto dovuto, per il crollo avvenuto il 18 settembre scorso in piazza Cavour ad Agrigento. Il cedimento aveva interessato il cornicione di un palazzo in stile Liberty e l'impalcatura allestita per le ristrutturazioni. Fortunatamente non aveva provocato feriti. A seguito del crollo sono stati sgomberati 20 appartamenti e chiuse alcune attività commerciali che si affacciano anche sul viale Della Vittoria di Agrigento.

Gli indagati

A coordinare l'inchiesta è il sostituto procuratore Antonella Pandolfi che ha iscritto nel registro degli indagati i proprietari degli appartamenti, tra cui un magistrato di Cassazione e un noto avvocato, nella veste di committenti dei lavori, i responsabili della ditta, l'amministratore di condominio e i tecnici che hanno eseguito le opere. 

"Un atto dovuto"

"L'iscrizione nel registro degli indagati di 28 persone è un atto dovuto necessario all'espletamento della perizia sull'immobile e per consentire agli indagati di esercitare al meglio il proprio diritto di difesa". E' quanto fa sapere la Procura di Agrigento, coordinata dal procuratore capo Luigi Patronaggio. Il conferimento dell'incarico al perito nominato dal pm è stato fissato per il primo ottobre, alle 16,30. "La Procura farà in modo che le operazioni peritali si svolgano con completezza e nel più breve tempo possibile, in modo da permettere quelle opere urgenti di messa in sicurezza dell'immobile necessarie alla sua libera fruizione".

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24