Picchia e perseguita la ex minorenne: 24enne arrestato a Catania

Sicilia

Il giovane è accusato di maltrattamenti ai danni della 14enne con la quale aveva avuto una relazione sentimentale e che aveva messo incinta due volte. La ragazzina insieme alla madre si è rivolta ai carabinieri dopo che l’uomo ha speronato la loro auto e inseguite

 

Un 24enne è stato arrestato dai carabinieri a Catania per maltrattamenti nei confronti di una ragazzina di 14 anni con la quale aveva una relazione sentimentale e che aveva messo incinta due volte. Durante la relazione si sarebbero susseguiti soprusi e botte: lui l'avrebbe picchiata perché lei aveva deciso di interrompere la prima gravidanza rivolgendosi ai medici. La giovane avrebbe poi lasciato il fidanzato per un breve periodo e in seguito ripreso la relazione. Quando ha scoperto di essere nuovamente incinta, la giovane non avrebbe voluto abortire ma, memore delle botte e dei soprusi, avrebbe deciso di lasciare il 24enne.

Il 24enne ha bruciato la porta dell’abitazione della vittima

La 14enne insieme alla madre si è rivolta ai carabinieri dopo le minacce telefoniche e gli appostamenti fuori casa da parte del 24enne che non accettava la fine della relazione e che sarebbe arrivato anche a bruciare la porta delle loro abitazione. Madre e figlia si sono rivolte ai militari - un maresciallo dell'Arma aveva dato loro il proprio numero di telefono da utilizzare in caso di bisogno - dopo che il 24enne ha speronato la loro auto e inseguite.

I più letti