Ribera, sequestro di persona dopo un furto: terzo arresto

Sicilia
Foto di Archivio (Agenzia Fotogramma)
carabinieri_fotogramma

Le indagini hanno permesso di accertare che un'altra persona, oltre ai due braccianti agricoli, avrebbe partecipato alla spedizione punitiva. Si tratta di Calogero Fiorito, 40 anni, fratello di una delle due persone già arrestate

Durante le indagini sul sequestro di persona avvenuto qualche giorno fa a Ribera, in provincia di Agrigento, i carabinieri hanno arrestato un presunto complice. 

La dinamica dei fatti

Tutto era nato dal furto di due paia di forbici elettriche da potatura subito da due braccianti agricoli, che avevano individuato il responsabile in un 30enne romeno. Dopo essere andati a casa del ragazzo, i due lo avevano picchiato e minacciato di morte con un coltello, costringendolo a salire a bordo di un'auto. Avvisati da alcuni testimoni, i militari erano riusciti a bloccare l'auto sulla quale viaggiavano i sequestratori, con il cittadino romeno a bordo, arrestandoli in flagranza.

L'attività investigativa

Le indagini hanno permesso di accertare che un'altra persona, oltre ai due braccianti agricoli, avrebbe partecipato alla spedizione punitiva. Si tratta di Calogero Fiorito, 40 anni, fratello di una delle due persone già finite in manette. Anche per lui è scattato un provvedimento restrittivo ai domiciliari con l'accusa di sequestro di persona.

I più letti