Ragusa, fermato un ladro seriale: tradito da un’impronta digitale

Sicilia
Immagine d'archivio (ANSA)
genova_polizia_ansa

L’uomo, secondo gli inquirenti, agiva di notte servendosi di uno scooter per compiere furti nei negozi o nelle abitazioni. Recuperati beni per un valore complessivo di 30mila euro 

La polizia di Stato di Ragusa ha fermato Arxhens Zykollari, 20 anni, di origini albanesi, con l’accusa di furto. L’uomo, secondo gli inquirenti, agiva di notte servendosi di uno scooter per compiere furti nei negozi o nelle abitazioni. Zykollari è stato incastrato grazie ad un’impronta digitale lasciata in uno dei luoghi dove aveva messo a segno un colpo. La squadra mobile guidata dal vice questore Antonino Ciavola ha quindi potuto identificare il ladro seriale, avvalendosi anche, per le indagini, delle immagini delle telecamere a circuito chiuso montate dai commercianti davanti ai loro negozi.

La refurtiva

Identificati anche quattro ricettatori, anch’essi di origine albanese. Gli agenti hanno recuperato televisioni, 4 biciclette, computer, tablet. Ai legittimi proprietari sono stati restituiti beni per un valore complessivo di 30mila euro. Il fermo è stato convalidato ed il giovane albanese si trova in carcere.

I più letti