Ragazzo gay aggredito a Vittoria, la vittima: “Denunciate sempre”

Sicilia
polizia-foggia-ansa

Francesco Tommasi, 20 anni, non nasconde la sua identità e invita tutte le vittime di aggressioni omofobe a denunciare senza paura 

Non ha paura di denunciare pubblicamente l'aggressione omofoba subita venerdì 14 dicembre. Francesco Tommasi, 20 anni, lavora come parrucchiere a Vittoria e non nasconde la sua identità. Così, il giorno dopo la denuncia al Commissariato di polizia il giovane racconta: "È stato un brutto momento ma questa violenza gratuita deve finire e spero che gli altri facciano come me".

L'aggressione

Secondo quanto denunciato dal giovane, un gruppo di sei ragazzi lo avrebbero aggredito dopo che lui si era rifiutato di prestare loro il cellulare. Il ragazzo, preso a pugni in testa, al viso e al torace, è stato salvato dal pestaggio dal titolare di una pizzeria che lo ha messo al sicuro facendolo entrare nel suo ristorante. L'aggressione omofoba non sarebbe nemmeno la prima subita da Francesco che racconta: “È da tempo che mi pedinano e mi insultano, gridandomi 'frocio, frocio', mi hanno anche sputato addosso. Questa escalation mi fa paura, e temo per la mia incolumità". Sul caso indagano gli agenti della Questura di Ragusa.

I più letti