Tenta di accoltellare la compagna nel Catanese: arrestato 29enne

Sicilia
Foto di archivio (Fotogramma)

Ad avvertire il 112 è stato il figlio della donna, intervenuto per difendere la madre, che è tuttora ricoverata per accertamenti. L'arrestato è stato posto agli arresti domiciliari

Un 29enne è stato arrestato dai carabinieri a Paternò, nel Catanese, dopo che ha strattonato e cercato più volte, al culmine di una lite, di ferire con un coltello la compagna. L’uomo ha anche colpito al volto con un pugno il figlio della donna, un ragazzo di 12 anni, che era intervenuto in difesa della madre. Ad avvertire i carabinieri è stato proprio il minorenne. Il 29enne, che è stato posto agli arresti domiciliari a casa dei genitori, ora dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia aggravati dal fatto di averli commessi in presenza e in danno di un minorenne.

Madre e figlio trasportati in ospedale

Il 12enne, trasportato al pronto soccorso dell'ospedale "Ss. Salvatore" di Paternò, è stato dichiarato guaribile in cinque giorni. La madre è invece tuttora ricoverata per accertamenti. Madre e figlio hanno raccontato che dopo la telefonata al 112, l'uomo, forse per il timore di essere arrestato, si era procurato alcuni tagli alle braccia simulando così di essere stato anch'egli aggredito.  

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24