Palermo, minaccia operai dell’Enel e fa sparire contatore: arrestato

Sicilia
Foto di archivio (ANSA)
luce_gas_ansa1

I tecnici si erano presentati in una carrozzeria al Villaggio Santa Rosalia per un sospetto furto di energia. L’uomo è stato arrestato per rapina impropria 

Prima avrebbe minacciato i tecnici dell’Enel e poi avrebbe fatto sparire in pochi minuti il contatore taroccato. È l’accusa contestata a un carrozziere 41enne, arrestato per rapina impropria dai poliziotti del commissariato Porta Nuova a Palermo. Gli operai dell’azienda elettrica si erano presentati in una carrozzeria al Villaggio Santa Rosalia per un sospetto furto di energia. Al loro arrivo, l’uomo, spalleggiato dai vicini e dai parenti, ha minacciato di picchiarli. I tecnici sono così andati via e sono poi ritornati accompagnati dalla polizia. Nel frattempo, il carrozziere aveva fatto sparire il contatore e l’allaccio abusivo. Questa mossa non è però servita. Gli operai dell’Enel, con l’aiuto dei poliziotti, sono riusciti a ritrovare il collegamento e così il 41enne è stato arrestato.  

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24