Maltempo, Procura Agrigento chiede ricognizione ai sindaci

Sicilia
Foto di Archivio

Un mese per report su abusivismo che viola vincolo idrogeologico: "Occorre procedere a una urgente ricognizione degli immobili abusivi ricadenti entro la fascia di 150 metri dai corsi d'acqua" 

"Occorre procedere a una urgente ricognizione degli immobili abusivi ricadenti entro la fascia di 150 metri dai corsi d'acqua o costruiti in spregio dei vincoli idrogeologici, per avviare con la massima celerità le demolizioni". Lo ha scritto il procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio, in una lettera indirizzata ai sindaci e ai dirigenti dell'Utc dei Comuni della provincia della Città dei Templi. "I recenti tragici fatti di Casteldaccia e Cammarata, pur innescati da particolari avverse condizioni meteo, impongono una particolare attenzione per la demolizione degli immobili abusivi", ha ricordato il procuratore Patronaggio. Sindaci e responsabili degli uffici tecnici comunali dovranno dare, alla Procura, "immediato riscontro e riferire entro 30 giorni sullo stato delle procedure di demolizione con particolare riguardo - ha specificato il procuratore di Agrigento - agli immobili abusivi realizzati in spregio dei vincoli idrogeologici".

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24