Usura, Catania: presta denaro e spara alla vittima, arrestato

Sicilia
Immagine d'archivio (Agenzia Fotogramma)
usura_soldi_euro_carabinieri_fotogramma

Avrebbe prestato a un commerciante in difficoltà economiche 13mila euro, a rate mensili di 1300 euro, poi salite a 2500 euro. Per costringerlo al saldo, avrebbe poi gambizzato il debitore 

Avrebbe prestato a un commerciante in difficoltà economiche 13mila euro, a rate mensili di 1300 euro, poi salite a 2500 euro. In seguito, per costringerlo a saldare la cifra dovuta, avrebbe ferito il debitore con un colpo di pistola alla coscia. Con quest’accusa Giuseppe Di Mauro, 69 anni, è stato arrestato e rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza. All’uomo vengono contestati i reati di usura, aggravata dal danno nei confronti di persona in stato di bisogno, tentativo di estorsione, con l’aggravante dell’uso delle armi, lesioni personali aggravate e, infine, detenzione e porto illegale di arma comune da fuoco.

Le indagini

Secondo quanto ricostruito dalla Procura di Catania, la vittima era stata ricoverata all'ospedale Vittorio Emanuele, dopo essersi presentata spontaneamente al Pronto soccorso per una ferita da arma da fuoco, con una frattura al femore destro. Poco prima infatti l’uomo avrebbe incontrato Di Mauro proprio nei pressi dell’ospedale, come avvalorato dal fatto che entrambi i i telefoni cellulare dei due uomini si sono collegati alla stessa cella alle ore 17. Il commerciante, in difficoltà economiche, avrebbe chiesto un prestito pari a 13mila euro, da ripagare a 1300 euro al mese. Non riuscendo a far fronte alla richiesta, e avendo saltato alcune rate, la cifra mensile sarebbe lievitata a 2500 euro al mese.  

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24