Palermo, espulsi due uomini considerati vicini ad ambienti estremisti

Sicilia
L'hotspot di Lampedusa (ANSA)
centro_hotspot_lampedusa_ansa

In totale sono 346 le espulsioni eseguite dal gennaio 2015 ad oggi, di queste, 109 sono avvenute nel 2018 e 105 nel corso del 2017

Due cittadini stranieri, un algerino e un tunisino, sono stati espulsi con accompagnamento alla frontiera perché ritenuti pericolosi "per la sicurezza dello Stato" a causa della loro contiguità ad ambienti dell'estremismo islamico. A renderlo noto è il Viminale. Il tunisino, 25 anni, era sbarcato a Lampedusa lo scorso luglio. Ospitato presso il locale hotspot, è stato riconosciuto da un suo connazionale, anche lui ospite nella stessa struttura, che lo ha identificato come un combattente jihadista in Siria. Il tunisino è stato accompagnato al Cpr di Torino, e poi rimpatriato dalla frontiera aerea di Palermo. Con questi provvedimenti salgono a 346 le espulsioni eseguite dal gennaio 2015 ad oggi, di queste, 109 sono avvenute nel 2018 mentre nel 2017 sono stati eseguiti 105 allontanamenti.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24