Palermo, abusi sessuali: colonnello condannato per finti esorcismi

Immagine d'archivio (ANSA)
1' di lettura

Confermata dalla corte d’appello di Palermo la condanna a sei anni e due mesi per Salvatore Muratore. L’uomo aveva abusato di quattro donne e una minorenne durante 'preghiere di liberazione'

Confermata dalla corte d’appello di Palermo la condanna a sei anni e due mesi per l’ex ufficiale dell’esercito Salvatore Muratore, processato per violenza sessuale. La Procura generale aveva chiesto una pena di 7 anni e 4 mesi, ma il GUP in primo grado ha ritenuto di derubricare uno degli episodi in tentata violenza sessuale anziché violenza sessuale consumata. Inoltre, il GUP ha eliminato l’aggravante di aver commesso i reati come appartenente alle forze dell’ordine.

Salvatore Muratore è stato condannato per aver commesso abusi sessuali nei confronti di quattro donne e una minorenne, che si erano rivolte a lui in cerca d’aiuto. Il colonnello infatti faceva parte di un gruppo di preghiera, la comunità ‘Rinnovamento dello spirito santo’ e organizzava incontri volti alla 'liberazione dai demoni'. Assieme al prete don Salvatore Anello, l’ex ufficiale eseguiva “preghiere di guarigione”, durante le quali abusava delle vittime, che si erano rivolte a lui già in stato di fragilità psichica.

A rivelare le attività illecite che si consumavano all’interno del Convento dei Frati Cappuccini è stata la vittima più piccola, una dodicenne, che ha denunciato i due alla Questura di Palermo. La giovane, riporta La Stampa, soffriva di crisi di epilessia ed era stata condotta ai falsi guaritori dalla madre. Muratore è stato sospeso dall'esercito, mentre don Salvatore Anello è stato processato separatamente.

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"