Menfi, migrante arrestato dopo lo sbarco: era evaso

Sicilia
Immagine d'archivio (ANSA)
migranti_ansa

Al momento delle operazioni di identificazione, un tunisino di 49 anni ha tentato la fuga: era destinatario di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Monza 

I carabinieri hanno arrestato un tunisino di 49 anni, poco dopo essere sbarcato a Porto Palo di Menfi, provincia di Agrigento. Era approdato durante la notte di martedì 2 ottobre, verosimilmente insieme con una quindicina di migranti, a bordo di un gommone. Al momento dello sbarco, una pattuglia della stazione dei carabinieri di Menfi è giunta sul posto e ha trattenuto i cinque nordafricani per svolgere le regolari operazioni di controllo, che prevedono anche la rilevazione delle impronte digitali.

Il tunisino ha tentato la fuga per i corridoi dell’ospedale di Sciacca, dove i migranti erano stati portati per gli accertamenti sanitari previsti. E’ stato però bloccato e, dopo una serie di controlli incrociati, è risultato essere ricercato su tutto il territorio nazionale e destinatario di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Monza, in quanto responsabile del reato di evasione. L’uomo è stato quindi condotto presso il carcere di Sciacca.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24