Covid Campania, il bollettino: 946 casi su 18.390 test molecolari

Campania
©Ansa

Invariata l'occupazione delle terapie intensive, a quota 102, mentre diminuisce sensibilmente quella delle degenze, che sono 1.196 (meno 51)

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

 

I nuovi positivi rilevati in Campania sono 946, di cui 292 sintomatici, su 18.390 test molecolari esaminati.

Seimila utenti in quindici minuti si sono registrati alla piattaforma attivata dall'Asl di Caserta per l'Astra Day in programma il 18 maggio all'hub vaccinale della caserma Ferrari Orsi di Caserta, sede della Brigata Bersaglieri Garibaldi.

Intanto, la Regione Campania ha varato un protocollo di sicurezza per la ripresa delle attività del wedding e delle cerimonie. Il governatore Vincenzo De Luca ha firmato oggi l'ordinanza che contiene le misure stabilite dall'Unità di crisi e condivise con le categorie interessate (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI).

16:37 - Turismo: assessore Campania, ripartiamo poi leggi più semplici

A metà maggio, con la quarantena tolta ai cittadini Ue in arrivo, con l'apertura di lidi e piscine, la stagione parte davvero: "Vedo molto entusiasmo - spiega Felice Casucci, scelto dal governatore De Luca come assessore al Turismo per il suo secondo mandato in Regione - e una grande forza risorgimentale per la ripresa. Sono stato a Vico Equense, stanno facendo tante iniziative e quando ho parlato del tema del lavoro si sono uniti a me in una ideale convergenza. Ora dobbiamo riscoprire i luoghi belli della Campania e difenderli, occorre una coscienza civica nuova del turismo verso i nostri territori". Una doppia spinta per il mare della Campania è arrivata nelle ultime settimane con 19 bandiere blu e con le vaccinazioni per Procida e Capri covid free a cui si aggiungerà a breve Ischia: "La vaccinazione delle isole - spiega l'assessore - è stata una idea semplice e giusta per avere un traino e infatti il risultato è stato molto apprezzato dal mercato internazionale per tutta la Campania. Gli albergatori sono pronti anche a vaccinare con i loro medici e poi stiamo puntando su un turismo più tranquillo nelle aree interne, dove le condizioni di sicurezza saranno sufficienti a creare viaggi covid free vista la diluizione delle presenze. Per le località più note andremo avanti con le vaccinazioni ad Amalfi, Positano, Sorrento, ricordando anche che è in arrivo il green pass". Un capitolo a parte merita Napoli che aspetta la ripartenza dopo il boom degli ultimi sei anni bloccato improvvisamente dal covid: "Vivo a Napoli - dice Casucci - conosco umori e amori dei napoletani, una città che si è fatta del male da sola in questi mesi, dagli assembramenti alla manutenzione in ritardo come nella Galleria Vittoria. Non è stato fatto nulla, sono stati spesi soldi inutili e per altre zone su cui erano pronti progetti e soldi come il nuovo lungomare è tutto fermo. Ma è una città di enormi potenzialità. Avevo incontrato l'assessore comunale De Majo, una persona aperta e intelligente, poi tutto il ragionamento si è bloccato: il turismo funziona senza rivalità e contrapposizioni ma con sinergie". 

16:34 - Spiagge riaperte nell'area flegrea, pienone per i ristoranti

Riapertura oggi per tutti gli stabilimenti balneari del litorale flegreo e domizio. La giornata caratterizzata da folate di vento, soprattutto sulla linea di costa e da nuvole sparse, non ha incoraggiato al tuffo in acqua. In spiaggia, però, da Lucrino a Baia, da Miseno a Miliscola, da Licola a Varcaturo, ombrelloni chiusi per il vento e molte sdraio e lettini aperti da bagnanti che non hanno voluto mancare l'appuntamento inaugurale della stagione. Dappertutto sono state messe in campo le norme anticovid con misurazione della temperatura all'ingresso della struttura e distanziamento delle postazioni in spiaggia. Il pienone si è, invece, registrato per i locali della ristorazione, soprattutto per quelli con terrazzo a mare. Poche le prenotazioni disdette, il che incoraggia per domani e soprattutto per il prossimo week end. A Bacoli proprio per fronteggiare l'assalto alle spiagge, in particolare di Miseno e Miliscola, dopo la chiusura di 15 aree di parcheggio non a norma, il sindaco, Josi Gerado Della Ragione, ha istituito un servizio speciale di navette per evitare il caos traffico della scorsa settimana. Per questo fine settimana e per i prossimi sono state aperte quattro aree di parcheggio a Baia, Cappella, Cuma e Fusaro, nei plessi scolastici comunali, collegate con navette dalle ore 9,00 alle 18,00 con le spiagge del territorio. Gli utenti del mare potranno parcheggiare comodamente in queste aree e raggiungere poi con il mezzo comunale il litorale, in maniera da non ingolfare il centro storico e l'area residenziale del comune flegreo. 

16:14 - Confesercenti Campania, ok ordinanza su ripresa wedding

Confesercenti Campania accoglie con soddisfazione l'ordinanza sul wedding e sulle cerimonie emessa dalla Regione Campania. "E' anche una nostra vittoria - commenta Vincenzo Schiavo, presidente di Confesercenti Campania - avendo collaborato fattivamente per l'elaborazione di un protocollo che consente al mondo del wedding di far ripartire le migliaia di attività. Esprimiamo soddisfazione e facciamo un plauso anche alla capacità di ascolto che ha avuto la Regione Campania su questo fronte per un comparto che è rimasto fermo, isolato e sofferente per oltre un anno. Importante anche il lavoro portato avanti da Confesercenti Campania nel Modec costituito dalla Regione Campania, dal momento che i nostri sarti hanno un importante indotto dal wedding". "In Campania- sottolinea Schiavo-, ci sono in questo comparto circa 60mila aziende tra quelle "dirette" e "indirette", tenendo conto che la filiera legata al wedding è composta da almeno 30 attività commerciali (dai sarti per i vestiti alla aziende dei confetti, dai fiorai ai wedding events, dal noleggio delle auto ai fotografi, dalle sale per cerimonia alle aziende di bomboniere ecc....) che danno lavoro a circa 280mila lavoratori. Con questa ordinanza il settore può ripartire, con un graduale ritorno alla normalità per le attività e per la forza lavoro. Nel corso della pandemia la aziende di questo comparto hanno perso in media il 60% del fatturato, con picchi anche dell'80%, considerando lo stop di un anno e mezzo. Ed infatti - aggiunge Schiavo - il 20% delle attività, una forbice tra le 5mila e le 6mila unità, rischia di non riaprire. Questa ripresa muove anche la parte sociale della nostra regione, con la celebrazione di tanti matrimoni, rinviati nel corso della pandemia, che ora sono finalmente possibili. Basti pensare che solo in Campania, prima del Covid, venivano celebrati e organizzati 22mila matrimoni all'anno". 

15:50 - In Campania 946 nuovi casi su 18.390 test molecolari

Dati in miglioramento, in Campania, sul fronte del Covid. I nuovi positivi rilevati sono 946, di cui 292 sintomatici, su 18.390 test molecolari esaminati. Il tasso di incidenza, calcolato qui senza tenere conto dei risultati dei tamponi antigenici, è del 5,14%, in netto calo rispetto al 6,32 di ieri. Il bollettino odierno dell'Unità di crisi, aggiornato alla mezzanotte scorsa, segnala otto nuove vittime e 1.431 guariti. Invariata l'occupazione delle terapie intensive, a quota 102, mentre diminuisce sensibilmente quella delle degenze, che sono 1.196 (meno 51).

14:58 - Tempo incerto, pochi bagnanti in costiera sorrentina

In tutta la costiera sorrentina, da Vico Equense a Massa Lubrense, gli stabilimenti balneari hanno predisposto cabine e passerelle per il via alla stagione balneare. Ma la ripartenza di oggi è stata estremamente timida, con pochi coraggiosi bagnanti a sfidare il vento freddo che soffia dopo la forte pioggia della notte. A Meta, riferiscono dallo stabilmento La Conca, vento e mare agitato hanno bloccato gli amanti della spiaggia. A Massa Lubrense il sindaco Lorenzo Balducelli riferisce che le 18 spiaggette locali "almeno per oggi non hanno visto bagnanti visto il tempo poco favorevole". Scarsa affluenza anche al Peter's Beach di Sorrento, conferma la titolare Paola: "Poche le presenze, visto il tempo e il mare agitato. Di stranieri, al momento, non si è visto nessuno".

14:45 – Il tempo incerto non frena la voglia di mare dei napoletani

Il tempo incerto ha frenato solo in parte la voglia di mare dei napoletani: nei lidi balneari, da oggi di nuovo aperti al pubblico, così come nelle piscine, non si registra il pienone; ciò nonostante in tanti non hanno resistito al richiamo del primo bagno stagionale o del lettino per un assaggio di tintarella. "I napoletani - scherza Mario Morra, titolare dello storico Bagno Elena - hanno sempre un costume nel cassetto, è uno di quegli indumenti che non sono soggetti al cambio di stagione. Oggi è una giornata di prova, ma già domani so che in tanti tireranno fuori quel costume mai archiviato davvero dal cassetto. Stiamo ricevendo tante telefonate, richieste di informazioni e prenotazioni, per domani, ma anche per l'estate. Quasi tutti hanno già confermato l'ombrellone dell'anno scorso. C'è tanta voglia di mare, e quest'anno poi l'acqua è fantastica". Il sistema delle prenotazioni è uno dei passaggi quasi obbligati in tempi di Covid: "Sì - spiega Morra - attraverso il nostro sito si può prenotare. Nel rispetto delle regole Covid abbiamo dimezzato la capienza (da 900 a 450 lettini) e la prenotazione, inoltre, è il viatico - grazie al Qr code - per il tracciamento del cliente i cui dati vengono conservati per 14 giorni. A questa si aggiungono le altre misure, distanziamento, mascherina, sanificazione e percorsi dedicati". Le sensazioni sono positive: "Specie oggi - sottolinea Morra - dopo che la Regione Campania ha dato il via libera al wedding, una costola della nostra attività di impresa che ci consentirà di ampliare la nostra offerta". Dal Bagno Elena al Club Ondina, sempre sul litorale di Posillipo, il leit motiv è lo stesso: "Come primo giorno - spiega Carmine Romano che con il socio Roberto Gagliardi dirige il club - possiamo essere soddisfatti. Per noi non si tratta di una vera riapertura perché il lido è solo una attività accessoria rispetto alla natura del nostro locale che è fondamentalmente un club per eventi privati. Grazie alla nostra offerta variegata abbiamo lavorato anche durante questi mesi, ma chiaramente poter riaprire i lettini e poter accedere di nuovo al mare per un bagno è qualcosa che i nostri clienti aspettavano da tempo e che ci emoziona. Stiamo avendo tante prenotazioni soprattutto per il mese di agosto. Ora l'obiettivo è far tornare i turisti: in questo senso - spiega - pensiamo a delle iniziative per convincerli che Napoli non è solo un trampolino per raggiungere le isole, ma che qui ci si può fermare anche per fare un bagno in uno splendido mare"

13:19 - Troppi professori in quarantena, a Pollena protesta delle mamme

Troppi professori in quarantena, si riduce l'orario in presenza per i ragazzi della scuola media inferiore di primo grado di Pollena Trocchia (Napoli), e le mamme annunciano proteste e aule vuote chiedendo di prolungare la dad. Il malcontento è montato nelle ultime ore, a seguito della comunicazione della dirigente dell'Ic 'Donizetti' di una nuova organizzazione oraria a partire da lunedì, quando gli studenti di 13 classi su 16, dovrebbero tornare in aula, ad orario però ridotto, dopo lo stop forzato di una settimana a seguito di due contagi, uno tra i professori ed uno tra i ragazzi. La scuola era stata chiusa lunedì scorso in via preventiva dal sindaco Carlo Esposito in attesa delle disposizioni dell'Asl che ha poi messo in quarantena tre classi e oltre una decina di docenti. Ma da lunedì le altre classi dovrebbero tornare in presenza con una carenza di organico e una riduzione di orario didattico che passa dalle normali 30 ore a 20, fino al 21 maggio. ''La scuola non può garantire la didattica in presenza fino ad allora - spiegano i genitori - sono troppi i professori coinvolti dalla quarantena, e non crediamo che sia corretta la riduzione del curricolo settimanale in quanto ciò impoverisce la didattica già duramente depauperata durante la pandemia. Inoltre la nuova organizzazione causerebbe disagio a molte famiglie che si troverebbero in difficoltà per il nuovo orario''. I genitori chiedono quindi alla dirigente scolastica di ''venire incontro alle famiglie in un momento emergenziale e duro come questo'', annunciando, in caso contrario l'assenza fisica dei ragazzi nelle aule, ''ma a farli comunque collegare in dad poiché sarebbe l'unico modo per garantire la didattica agli studenti''.

13:15 – Vaccini, in Campania oltre 2,4 milioni di somministrazioni

Alle ore 12 di oggi, in Campana, sono stati vaccinati con la prima dose 1.737.623 cittadini. Di questi 667.384 hanno ricevuto la seconda dose. Le somministrazioni effettuate, come informa l' Unità di Crisi Regionale per la realizzazione di misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19, sono state, in totale, 2.405.007.

11:41 - Campania, approvato protocollo per ripresa cerimonie 

La Regione Campania ha varato un protocollo di sicurezza per la ripresa delle attività del wedding e delle cerimonie. Il governatore Vincenzo De Luca ha firmato oggi l'ordinanza che contiene le misure stabilite dall'Unità di crisi e condivise con le categorie interessate. "Abbiamo deciso - spiega De Luca - di anticipare il più possibile la definizione dei protocolli di sicurezza che consentono, in attesa della data definitiva del via alla ripartenza delle attività prevista entro questo mese di maggio, di approntare tutte le misure necessarie condivise con le categorie interessate. Ciò consentirà di essere pronti alla fine di maggio per poter programmare la ripresa delle attività già dall'inizio di giugno. Si tratta di un comparto importante per la nostra regione, che comprende tante realtà produttive dislocate in tutti i territori, dall'area flegrea, alle isole, alle costiere". Il protocollo è stato definito nel rispetto delle nuove disposizioni vigenti e sulla base delle risultanze degli incontri e delle proposte pervenute dalle Camere di Commercio, dalle principali associazioni di categoria, da singoli ristoratori nonché operatori nel settore del wedding campano e delle cerimonie.

11:06 - Vaccini, Astra Day Caserta: seimila prenotati in 15 minuti 

Seimila utenti in quindici minuti si sono registrati alla piattaforma attivata dall'Asl di Caserta per l'Astra Day in programma il 18 maggio all'hub vaccinale della caserma Ferrari Orsi di Caserta, sede della Brigata Bersaglieri Garibaldi. Il portale è stato attivato alle 6:01 e in pochi minuti c'erano già oltre 16mila accessi contemporanei; alle 6:16 il portale è stato chiuso con seimila registrazioni. La struttura operativa Sani.arp ha garantito la funzionalità e regolarità del processo. L'Astra Day del 18 maggio sarà il secondo in una settimana; l'11 maggio scorso l'iniziativa andò avanti per 41 ore consecutive con oltre ottomila vaccinati under30. Questa volta ne saranno vaccinati seimila. Intanto all'hub della Brigata Bersaglieri Garibaldi sono state raggiunte le quasi 125mila vaccinazioni dall'apertura del primo marzo scorso. Un dato che conferma la decisa accelerazione della campagna vaccinale: le prime 100mila dosi sono state infatti somministrate in poco più di due mesi, dal primo marzo al sei maggio, mentre le ulteriori 25mila in nove giorni.

8:09 - In Campania 1.118 casi su oltre 17mila tamponi molecolari

Sono 1.118 i casi positivi al Covid nelle ultime 24 ore in Campania su 17.687 tamponi molecolari esaminati. La curva dei contagi è in leggero rialzo: 6,32%. 24 le persone decedute e 1.893 i guariti. In merito alla situazione degli ospedali, continuano a calare i posti letto occupati in terapia intensiva, 102, al pari di quelli in degenza che oggi sono 1.247.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.