Covid Campania, 1.118 casi su oltre 17mila tamponi molecolari

Campania
©Ansa

La curva dei contagi è in leggero rialzo: ieri il tasso di incidenza era del 5,93%, oggi è 6,32%. Sono 24 le persone decedute e 1.893 i guariti

 

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

 

Sono 1.118 i casi positivi al Covid nelle ultime 24 ore in Campania su 17.687 tamponi molecolari esaminati. La curva dei contagi è in leggero rialzo: ieri il tasso di incidenza era del 5,93%, oggi è 6,32%. 24 le persone decedute e 1.893 i guariti. 

“Abbiamo recuperato ventimila vaccini ma siamo sotto di 175mila. Così facciamo fatica ad immunizzare la Campania entro l'estate", ha detto il governatore della Campania, Vincenzo De Luca.

A partire da domani, 15 maggio, sarà aperta in Campania la piattaforma per le adesioni alla vaccinazione dei cittadini della fascia di età 45-49 (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI).

18:14 - In Campania domani piattaforma aperta per 45-49 anni

A partire da domani, 15 maggio, sarà aperta in Campania la piattaforma per le adesioni alla vaccinazione dei cittadini della fascia di età 45-49. Per la fascia 40-44 la piattaforma sarà aperta a partire da martedì prossimo, 18 maggio. Ne da' notizia l'Unità di Crisi della regione

16:52 - In Campania 1.118 casi su oltre 17mila tamponi molecolari

Sono 1.118 i casi positivi al Covid nelle ultime 24 ore in Campania su 17.687 tamponi molecolari esaminati. La curva dei contagi è in leggero rialzo: ieri il tasso di incidenza era del 5,93%, oggi è 6,32%. 24 le persone decedute e 1.893 i guariti. In merito alla situazione degli ospedali, continuano a calare i posti letto occupati in terapia intensiva, oggi 102 e ieri 105, al pari di quelli in degenza che oggi sono 1247 mentre ieri erano 1285.

15:21 - De Luca: “Se vaccini tardano Campania non sarà immune entro l'estate”

"Dobbiamo arrivare a più di 9 milioni di somministrazioni, siamo a 2 milioni e 300 mila. Un obiettivo che possiamo realizzare se avremo i vaccini. Ad oggi mancano alla Regione ancora 175mila vaccini, abbiamo recuperato ventimila vaccini ma siamo sotto di 175mila. Così facciamo fatica ad immunizzare la Campania entro l'estate". Così il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, in diretta Fb. "Il commissario Covid mi ha mandato ieri una comunicazione nella quale si dice che si ritiene di recuperare i vaccini che mancano entro metà giugno - dice - stiamo scontando un ritardo drammatico nelle forniture". De Luca aggiunge anche di prendere con "attenzione" queste comunicazioni: "Oggi avevano detto che sarebbero arrivati 50mila vaccini ed invece arriveranno domenica".

13:03 - Vaccini: in Campania somministrate 2.337.824 dosi 

A oggi, in Campania, sono 2.337.824 le dosi di vaccino somministrate. Complessivamente, rende noto l'Unità di Crisi della Regione Campania, sono stati vaccinati con la prima dose 1.695.714 cittadini; di questi 642.110 hanno ricevuto la seconda dose.

12:27 - Vaccini, Garante: "Il 50% dei detenuti campani ha ricevuto dose"

"Sono 3214 i detenuti campani vaccinati ad oggi, quasi il cinquanta per cento dell'intera popolazione penitenziaria presente in Campania. I detenuti della provincia di Caserta, Benevento e Avellino hanno effettuato il vaccino monodose, oltre il Pfizer per i soggetti ritenuti fragili. A questi aggiungiamo 28 minori degli Istituti di Nisida ed Airola e 32 internati delle REMS di Calvi Risorta e San Nicola Baronia". Così, in una nota, Samuele Ciambriello, Garante Campano delle persone private della libertà personale. "Il piano vaccinale nelle carceri adesso non si ferma, è una fondamentale protezione sanitaria da un virus così insidioso e infido. La priorità deve essere la ripresa di tutte le attività negli istituti penitenziari, dei colloqui in presenza, delle attività scolastiche e trattamentali, delle attività di volontariato nelle carceri, del lavoro dei detenuti all'esterno del carcere e la possibilità concreta, per questi ultimi, di ricevere i permessi premio", spiega. Nel dettaglio i detenuti vaccinati per provincia: Caserta 1237; Benevento 203; Avellino 389; Napoli 1194 (253 Poggioreale; 819 Secondigliano; 122 Pozzuoli) ; Salerno 191. "Dopo mesi di isolamento assoluto e di tensioni, il clima nelle carceri è sereno. I detenuti hanno dimostrato, in questo anno di pandemia, maturità e responsabilità. L'attenzione, però - conclude Ciambriello - deve restare comunque alta per evitare contagi dei detenuti e degli agenti di polizia penitenziaria e di tutti coloro che a vario titolo entrano in carcere. La campagna di vaccinazione per personale e detenuti continua e ritengo che sia un obbligo morale vaccinarsi. Mi auguro, altresì, che in questo clima di normalizzazione anche le misure alternative al carcere possano riprendere a pieno ritmo".

9:46 - Osapp: "Iniziata vaccinazione dei detenuti a Napoli"

È iniziata la campagna di vaccinazione negli istituti penitenziari campani: tra i detenuti di Napoli Secondigliano sono stati inoculati 830 vaccini, mentre c'è ancora perplessità tra gli agenti in merito al siero di AstraZeneca. Lo rendono noto i segretari regionali dell'Osapp Campania, Vincenzo Palmieri Vincenzo e Luigi Castaldo Luigi. "Nell'ambito dei protocolli covid e del monitoraggio effettuato presso il centro penitenziario di secondigliano Napoli, e - spiegano i due sindacalisti - grazie all'impegno profuso dal direttore e dal comandante in collaborazione staff medico Asl Na 1, sono stati vaccinati circa 830 detenuti appartenenti al Circuito Alta e Media Sicurezza. Solo il 35% del personale del comparto sicurezza polizia penitenziaria al momento ha effettuato il vaccino, a causa delle perplessità iniziali degli effetti collaterali del vaccino AstraZeneca e del blocco della somministrazione, mentre il personale del comparto Funzioni Centrali ha effettuato il vaccino raggiungendo un picco pari al 90%. Abbiamo espresso il nostro plauso - continuano Palmieri e Castaldo - sollecitando nel contempo di velocizzare la vaccinazione del restante personale in funzione dei vaccini disponibili per svolgere in sicurezza i compiti affidati al Corpo.Inoltre i vaccini utilizzati presso l'hub vaccinale realizzato alla Stazione Marittima sono Pfizer-BioNtech, Moderna e Janssen di Johnson & Johnson e ciò velocizzera' la platea dei beneficiari affinché sia possibile un miglior prosieguo delle attività trattamentali alla luce anche della riapertura totale dei colloqui". Intanto anche nel carcere di Napoli Poggioreale è iniziata la vaccinazione della popolazione detenuta con l'impiego di Moderna ed i primi ad essere vaccinati sono stati i casi più fragili, seguiranno a breve tutti gli altri detenuti, grazie al coordinamento dei vertici dell'istituto penitenziario partenopeo, direttore e comandante di Polizia Penitenziaria con l'Asl Napoli 1 e con il supporto del reparto di sanità interno. "Da tempo avevamo auspicato e sollecitato a chi di competenza, una vaccinazione contro la Sars-Cov2 di massa per tutte le figure che orbitano nelle strutture penitenziarie, - concludono i due sindacalisti - ora ciò si sta realizzando per la tutela di tutti e nell'interesse collettivo, anche se non dimentichiamo le perdite ed i danni subiti a causa di questo subdolo virus".

7:18 - In Campania 1.110 nuovi casi su 8.701 test molecolari

Sono 1.110 i nuovi casi di Covid in Campania, di cui 387 sintomatici, su 18.701 test molecolari esaminati. Il tasso di incidenza è del 5,93%. Il bollettino dell'Unità di crisi segnala 24 nuove vittime e ben 2.054 guariti. Continua ad alleggerirsi la pressione sugli ospedali: i posti letto di terapia intensiva occupati sono 105 (meno 11), quelli di degenza 1.285 (meno 22).

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.