Covid, Campania in zona arancione da lunedì. Oggi 1.994 contagi

Campania
©Ansa

Il rapporto tra test effettuati e casi positivi è al 10,22%. I posti letto occupati in terapia intensiva sono 131, quelli di degenza ordinaria sono 1.507

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

 

Sono 1.994 i nuovi positivi al Covid in Campania registrati nelle ultime 24 ore su 19.495 tamponi molecolari esaminati. La curva del contagio cala in modo lieve con un indice di positività, relativo ai soli test molecolari, del 10,22%. I posti letto occupati in terapia intensiva sono 131 e quelli di degenza ordinaria sono 1.507.

La Campania, alla luce dei dati del monitoraggio settimanale Ministero della Salute-Iss, passerà in zona arancione da lunedì.

"La Regione Campania ha ricevuto un numero di vaccini pari al 25 per cento della popolazione. Siamo l'ultima in Italia per la fornitura: è una vergogna", ha detto il presidente della Regione, Vincenzo De Luca nel corso del consueto appuntamento sui social del venerdì. "Ed è scandaloso che nessuno ponga fine a questa vergogna", ha detto ancora, parlando di "delinquenza politica". (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

19:00 - Controlli dei nel Napoletano, chiuso negozio

Non vendeva solo abbigliamento per bambini il negozio di Sant'Antimo (Napoli) per il quale i carabinieri di Giugliano in Campania, dopo avere sanzionato la titolare, hanno anche chiesto la chiusura temporanea. I militari, durante i controlli anti covid-19 hanno scoperto che nell'esercizio commerciale c'erano anche delle clienti intente ad acquistare abbigliamento femminile e bigiotteria. I militari ne hanno sanzionato due e poi hanno acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza, per ulteriori approfondimenti.

18:24 - Sindaco Somma Vesuviana: “Asl apra polo vaccinale su territorio”

“La nostra città sta subendo negli ultimi anni, dal punto di vista dell'offerta dei servizi Asl, un lento ma ormai inesorabile degrado”. Lo ha detto il sindaco di Somma Vesuviana (Napoli), Salvatore Di Sarno, il quale ha annunciato di aver scritto una lettera al direttore dell'Asl Na3 sud, Gennaro Sosto, per chiedere l'immediata attivazione del polo vaccinale “e il non ridimensionamento dei servizi sul territorio. Abbiamo avuto diversi incontri nel tempo con i vertici Asl - hanno scritto il sindaco e l'assessore alla Salute Ciro Cimmino - ma senza avere riscontri. Siamo molto rammaricati del fatto che alcuni servizi fondamentali per la nostra comunità non ci siano più. Non per ultimo, il servizio di esenzione ticket per reddito, per il quale i cittadini sommesi sono costretti a recarsi presso il presidio di Marigliano. C'è un solo dipendente di una ditta esterna che lavora per 23 ore settimanali, da solo e non può fare CUP e Anagrafe, fogli di lavoro, chiusure specialistiche, esenzioni per patologie ed altro, e gestire i tanti concittadini che affollano la sede locale dell'Asl. Rappresentiamo una comunità di circa 36mila abitanti e abbiamo l'esigenza di ricevere le giuste attenzioni per il nostro territorio”.

17:31 - Tre alunni positivi, sindaco di Torre Annunziata chiude un plesso

Casi Covid nell'istituto comprensivo: il sindaco di Torre Annunziata (Napoli) Vincenzo Ascione chiude un intero plesso scolastico. È il senso dell'ordinanza firmata dal primo cittadino, a seguito della nota fatta pervenire dall'unità operativa di prevenzione collettiva dell'Asl Napoli 3 Sud-Ambito 5, nella quale veniva proposta la chiusura del plesso di via Caravelli dell'istituto comprensivo Alfieri, a seguito di tre casi di alunni risultati positivi al tampone. Il sindaco Ascione, seguendo dunque le indicazioni dell'unità operativa, ha emanato un'ordinanza che stabilisce la chiusura ad horas della struttura fino al prossimo 29 aprile.

16:56 – Vaccini, caos al centro alla Mostra Oltremare

"Delirio vaccini alla Mostra d'Oltremare di Napoli. Nel pomeriggio del 15 aprile al centro vaccinale - dice in una nota il consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli - le somministrazioni delle dosi erano previste per le categorie dei disabili e dei vulnerabili ma sembra che centinaia di persone, pur essendosi registrate sulla piattaforma della Regione Campania come appartenenti a tali categoria, non lo fossero, avendo anche rifiutato di firmare le autocertificazioni, ed avrebbero preteso, anche in modo violento ed aggressivo, di essere vaccinati, tanto che è stato necessario l'intervento delle forze dell'ordine". Le vicende, rileva ancora la nota, "hanno animato il dibattito durante la Radiazza condotta da Gianni Simioli dove sono intervenute diverse persone raccontando la propria esperienza". "Eravamo in fila, una fila lunghissima. Dopo due ore di attesa, dal megafono posto all'accettazione si alza una voce che invita tutti coloro non in possesso dei requisiti di invalidità, o vulnerabilità, a lasciare l'hub poiché le vaccinazioni erano previste solo per quelle categorie di persone. A quel punto scoppia il pandemonio. Io stesso ho potuto appurare che diverse persone si sono registrate dichiarando di essere disabili pur non corrispondendo ciò alla realtà. Alcune persone lo hanno fanno per ignoranza, per incapacità di utilizzare gli strumenti informatici, molti, invece, hanno dimostrato di appartenere a quella categoria di furbetti che non ha rispetto per nulla, neanche per le persone diversamente abili che dovrebbero avere la priorità per queste cose." racconta un paziente fragile, Nando Cirella, presente alla Mostra d'Oltremare che si è rivolto al consigliere regionale. In realtà però, rileva Borrelli, "potrebbe essersi trattato anche di un bug del sistema informatico della piattaforma come racconta Tina che ha accompagnato due familiari per la vaccinazione": " Ho accompagnato mio zio e mio padre che si sono registrati per le vaccinazioni agli over 60 ed il sistema li ha inseriti però tra le vaccinazioni previste per gli invalidi. Così quando siamo arrivati all'accettazione i miei familiari non hanno firmato l'autocertificazione di invalidità ed hanno spiegato il disguido e non sono stati vaccinati, e così è capitato ad altri, infatti gli operatori si sono scusati per l'errore." "Occorre assolutamente andare a fondo in questa vicenda ed è per questo che abbiamo inviato una comunicazione all'Asl affinché si verifichino le responsabilità di quello che accaduto al centro vaccinale e se effettivamente ci sia stato un errore della piattaforma per le prenotazioni. Se poi davvero delle persone si sono registrate in modo furbesco come disabili o "fragili" pur non essendolo ed hanno preteso pure violentemente di esser vaccinate allora devono essere denunciate e punite in modo esemplare." le parole dii Borrelli.

16:32 – In Campania in lieve calo la curva del contagio

Sono 1.994 i nuovi positivi al Covid in Campania nelle ultime 24 ore di cui 748 sintomatici, su 19.495 tamponi molecolari esaminati. La curva del contagio cala in modo lieve con un indice di positività (relativo ai soli test molecolari) del 10,22% rispetto al 10,94% precedente. Nel bollettino dell'Unità di crisi, aggiornato alla mezzanotte scorsa, le nuove vittime sono 31 e 1.520 i guariti. I posti letto occupati in terapia intensiva calano da 136 a 131; in calo anche quelli di degenza ordinaria: 1.507 rispetto a 1.557 precedenti.

13:54 - Vaccini, riprende somministrazione a Capri 

È ripresa oggi a Capri la somministrazione dei vaccini al Centro vaccinazioni ubicato nella tendostruttura San Costanzo. Circa 200 persone prenotate sulla piattaforma con l'aiuto dei sanitari dell'Asl Na 1 e dei volontari della Protezione civile del Comune di Capri hanno ricevuto ll dosi. Si tratta di residenti a Capri e ad Anacapri over 70 e 80, di pazienti fragili e "caregiver" per completare la prima fase della vaccinazione. Domani, è previsto l'inizio della vaccinazione della classe di età compresa tra i sessanta e i sessantanove anni, mentre domenica si chiuderà con la somministrazione della dose di richiamo a tutti gli over 70 e 80 che avevano già ricevuto la prima dose tre settimane fa. Secondo il sindaco di Capri Marino Lembo e le indicazioni dell'Asl Na 1 potrebbe essere mantenuto il ritmo, rispettando le priorità di età, il che realizzerebbe nel giro di qualche settimana l'isola di Capri il progetto della vaccinazione diffusa. In piattaforma sono già iscritti centinaia di giovanissimi over 16 in attesa della chiamata che arriverà con un sms dall'Asl Na 1.

13:31 - Vaccini, in Campania 881mila persone hanno ricevuto prima dose

Ammontano a 881.129 i vaccinati con la prima dose in Campania. Lo rende noto l' Unità crisi regionale. Di essi,. 321.947 hanno ricevuto anche la seconda dose. Le somministrazioni di vaccini effettuate sono state, in totale, 1.203.076;. I i dati sono aggiornati alle ore 12 del 16 aprile.

12:20 - Controlli nel Napoletano, sei sanzioni

Ottantuno persone e cinquantaquattro veicoli controllati, sei sanzioni covid notificate ad altrettante persone: è il bilancio di un servizio straordinario di controllo del territorio a Portici e San Giorgio a Cremano (Napoli). Nell'ambito dell'attività, i Carabinieri della Compagnia di Torre del Greco hanno anche arrestato, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Avellino, un 42enne di Pollena Trocchia (Napoli) che dovrà scontare tre mesi e undici giorni di detenzione domiciliare per reati inerenti la spendita di monete falsificate, commessi a Bisaccia, in provincia di Avellino. Medesimo provvedimento, ma questa volta in carcere, è stato notificato a un 33enne di Portici. Il 33enne era già ai domiciliari ed è stato condotto al penitenziario di Poggioreale: sconterà otto anni e un mese di reclusione per truffe consumate anche nel territorio di Milano.

11:10 - Falso e norme Covid, 108 persone multate a Napoli 

Norme anti Covid, spaccio di sostanze stupefacenti, contrabbando di sigarette, contraffazione e pirateria audiovisiva. Oltre 1.870, tra persone e attività commerciali, sono state sottoposte a controllo dalla guardia di finanza a Napoli nel corso della settimana. 108 le sanzioni complessive.

10:22 - Campania verso il passaggio in zona arancione

La Campania dovrebbe passare da zona rossa a zona arancione alla luce dei dati del monitoraggio settimanale Ministero della Salute-Iss. I dati sono ora in valutazione da parte della cabina di regia e come sempre saranno valutati dal comitato tecnico scientifico a supporto delle decisioni del ministro della Salute Roberto Speranza che deciderà le ordinanze.

10:10 - Addetti turismo tornano in piazza l'1 maggio a Pompei 

Scenderanno di nuovo in piazza il prossimo primo maggio, alle 10 i lavoratori della filiera del turismo della Costiera sorrentina, e questa volta, per farlo, hanno scelto un'altra località turistica, Pompei. A deciderlo le varie sigle dei sindacati dei lavoratori delusi dalle posizioni non risolutive per rendere Sorrento e le altre località turistiche Covid Free. "Senza vaccini, senza lavoro e senza ristori adeguati siamo tutti in forte affanno", fa sapere Rosario Fiorentino responsabile sindacale e annuncia "insieme ed uniti possiamo farcela". 

7:54 - In Campania 2.224 nuovi casi su 20.325 tamponi

Sono 2.224 i nuovi positivi al Covid in Campania, di cui 609 sintomatici, su 20.325 tamponi molecolari esaminati. Malgrado le settimane in zona rossa non accenna a flettere la curva del contagio, con un indice di positività (relativo ai soli test molecolari) del 10,94%. Nel bollettino dell'Unità di crisi, aggiornato alla mezzanotte scorsa, ben 40 nuove vittime (23 registrate nelle ultime 48 ore, 17 risalenti ai giorni precedenti) e 2.168 guariti. Balzo in avanti dei posti letto occupati in terapia intensiva che passano in un giorno da 127 a 136 (+9) mentre quelli di degenza ordinaria calano di 28 unità e si attestano a 1.557. 

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.