Covid Campania, 929 nuovi casi su 6.687 tamponi esaminati

Campania

Il tasso di incidenza è al 13,89%, in crescita rispetto all'11,07%. I ricoverati in terapia intensiva sono 159, sei in più rispetto alle 24 ore precedenti

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

 

Sono 929 i casi positivi al Covid registrati nelle ultime ore in Campania a fronte di 6.687 tamponi esaminati, con un tasso di incidenza pari al 13,89%. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTIMAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

17:10 - Imprese pronte a protesta, 15 croci in piazza a Napoli

Quindici croci, in piazza del Plebiscito a Napoli, in rappresentanza dei quindici settori in crisi a causa "della pandemia e dello scarso sostegno". E' cosi che il prossimo 7 aprile (ore 10.30) le imprese di Confesercenti Campania protesteranno: lo faranno, spiegano, "rimettendo idealmente nelle mani del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella le proprie licenze commerciali". "Saremo tutti in piazza - annuncia Vincenzo Schiavo, presidente di Confesercenti Campania - dal mondo del turismo a quello della moda e abbigliamento, dal wedding alla ristorazione, dagli albergatori ai B&B al trasporto privato, dai parrucchieri e dal mondo dell'estetica ai lavoratori dello spettacolo, dagli agenti di commercio, di viaggio alle guide/accompagnatori ai mercatali, dalle società di eventi e dai negozi di arredamenti a tutte le partite Iva. Insieme tutti i presidenti di categoria, una grande mobilitazione per chiedere risposte serie al Governo: molti di noi non sanno come riaprire, quando sarà: sono sommersi dai debiti e dalla disperazione".

16:52 - Napoli e provincia, 309 sanzioni tra ieri e oggi

È di 309 sanzioni, finora, il bilancio dei controlli per il rispetto delle norme anticovid effettuati a Pasqua e Pasquetta dai Carabinieri del Comando provinciale di Napoli. Ieri le multe sono state 203: 105 nella città di Napoli, 50 nell'area sud (Torre Annunziata e comuni limitrofi) e 48 nell'area nord della provincia partenopea. Il bilancio dei controlli nel Lunedì in albis - eseguiti anche con il contributo del nucleo carabinieri Elicotteristi e delle motovedette dell'Arma - è di 106 sanzioni, di cui 40 nella città di Napoli. A Castellammare e nei comuni limitrofi le sanzioni sono state 36, 30 quelle elevate nell'area nord della provincia partenopea

16:45 - Napoli, oggi più gente in strada rispetto a Pasqua

A Pasqua la città è rimasta semivuota, oggi molto meno: la splendida giornata di sole ha spinto molti napoletani a scendere in strada per una passeggiata, malgrado le restrizioni anticovid, con vistosi affollamenti nel quartiere collinare del Vomero ma anche nel centro, dove ad esempio i carabinieri sono stati costretti ad intervenire per gli assembramenti venutisi a creare in piazza del Plebiscito intorno alle 12.30. Non si sono verificati invece problemi particolari nell'area cruciale del lungomare, tradizionale meta delle passeggiate primaverili: i serrati controlli delle forze dell'ordine, con transenne per filtrare il passaggio dei soli residenti, hanno impedito che si creassero affollamenti. Bloccate anche le vie di accesso a spiagge e scogliere, altri luoghi di potenziale criticità. È in vigore da settimane in Campania l'ordinanza regionale che chiude parchi e giardini pubblici. A questo provvedimento si è aggiunta, solo per il ponte di Pasqua, una ordinanza del Comune di Napoli per prevenire assembramenti nelle strade che conducono al mare.

16:20 - Priore suantuario Madonna dell’Arco: “Fedeli hanno capito”

“La fede non è mancata, ed i fujienti hanno capito anche quest'anno che la privazione del pellegrinaggio in presenza è necessaria per farci tornare quanto prima ad una vita normale, la resurrezione dopo la passione”. Lo ha detto il priore del santuario della Madonna dell'Arco a Sant'Anastasia (Napoli), padre Alessio Romano, che per il secondo anno consecutivo ha celebrato le messe del Lunedì in Albis senza la presenza del popolo. La frazione di paese è interdetta da un'ordinanza del presidente della Regione Campania. Il priore aveva già predisposto però la chiusura del santuario fino al 7 aprile. “Si stringe il cuore a vedere la chiesa vuota in questo giorno - ha spiegato padre Alessio - un sentimento comune per chi vive il santuario, ma che noi dobbiamo vedere con altri occhi. La fede non manca, è solo stato mortificato il momento di folklore e festa successivi all'ingresso nel santuario delle varie squadre di fujienti. Ma noi abbiamo la speranza che ci guida. La Madonna è là come una stella che illumina il cammino e che non ci fa perdere la speranza di resurrezione dopo la passione”.

15:43 - In Campania 929 casi su 6.687 tamponi

Meno tamponi effettuati ma aumenta il tasso di incidenza in Campania. Nelle ultime 24 ore, secondo i dati dell'Unità di crisi della Regione Campania, sono 929 i casi positivi, 401 sintomatici, su 6.687 tamponi esaminati. Ieri il tasso di incidenza era pari all'11.07%, oggi è pari all'13,89%. Nove le persone decedute nelle ultime 48 ore e 1386 i guariti. In merito alla situazione degli ospedali, aumentano i posti letto occupati in terapia intensiva, ieri erano 153 ed oggi sono 159, e anche quelli di degenza passando dai 1509 di ieri ai 1599 di oggi.

15:30 - A Pasqua oltre 50 multe nel Napoletano

Oltre cinquecento persone controllata da 132 carabinieri che hanno sanzionato cinquanta persone. È l'esito dei controlli predisposti nella giornata di Pasqua dal comando provinciale dell'Arma di Napoli sul rispetto delle normative anti-contagio tra Torre Annunziata, Castellammare di Stabia, Torre del Greco e Sorrento, nel Napoletano. I soggetti multati sono stati trovati in strada senza giustificato motivo e in molti casi lontani dal loro comune di residenza. Durante le attività i carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale un uomo di 41 anni di Santa Maria la Carità, già noto alle forze dell'ordine. I militari lo hanno notato in via Napoli mentre riceveva un involucro da un ragazzo. A questo punto sono intervenuti. Per evitare i controlli, il quarantunenne ha ingerito ciò che aveva appena ricevuto. Dopo una breve colluttazione è stato bloccato ed arrestato. Portato in ospedale per verificare se quanto ingerito potesse nuocergli, ora è in attesa di giudizio.

15:14 - Polizia interrompe festa con decine di giovani a Napoli

Decine di giovani sorpresi a ballare, senza mascherina, in un appartamento di corso Umberto I a Napoli, la scorsa notte, dalla Polizia di Stato. Gli agenti dei Commissariati Vicaria-Mercato e Decuman sono intervenuti per una segnalazione di schiamazzi e musica ad alto volume provenienti da un'abitazione. I poliziotti, giunti sul posto, hanno udito forti rumori, musica e voci provenienti dall'interno dello stabile e, con il supporto delle volanti dell'Ufficio Prevenzione Generale, sono entrati nell'appartamento dove hanno sorpreso decine di giovani intenti a ballare, senza mascherina e senza alcun distanziamento. Una parte di loro si è allontanata mentre altri 41 sono stati identificati e sanzionati per inottemperanza alle misure anti Covid. Due di questi, R.L. e A.F., napoletani di 32 e 29 anni, hanno iniziato ad inveire contro gli agenti ed a spintonarli per ostacolarne l'intervento, invitando gli altri giovani a fare altrettanto; per tale motivo sono stati arrestati per minaccia, resistenza e istigazione a delinquere, il secondo anche per lesioni a pubblico ufficiale. L'impianto audio e la consolle per la musica sono stati sequestrati.

14:46 - Sorrento vuota, ristoratori sperano nella ripresa estiva

Piazze vuote, strade con pochi abitanti in giro per brevi tratti. Una pasquetta insolita per la Costiera sorrentina, di norma presa d'assalto in questo giorno. Oggi tutti hanno rispettato le regole imposte per contenere la pandemia. Ristoratori e albergatori, subito dopo queste feste, si incontreranno per definire una strategia comune. Giuseppe Aversa, patron de Il Buco di Sorrento, ristorante con Stella Michelin, afferma: "Stiamo ricevendo molte telefonate dagli Stati Uniti e dal resto dell'Europa, clienti che ci fanno sentire il loro affetto e che appena possibile verranno di nuovo a Sorrento”.

13:27 - In Campania seconda dose a oltre 260mila cittadini

In Campania sono stati vaccinati con la prima dose 673.390 cittadini. Di questi 260.693 hanno ricevuto la seconda dose. Le somministrazioni effettuate sono state, in totale, 934.083;. Questi dati diffusi dall'Unità di crisi, aggiornati alle 12 di stamane.

13:15 - Area Nord della provincia di Napoli: 48 sanzioni dei carabinieri

Alle 155 sanzioni per violazioni delle norme anticovid elevate ieri dai carabinieri a Napoli e nella zona costiera della provincia (Castellammare, Sorrento, Torre del Greco e Torre Annunziata) si sommano le 48 comminate fino a stamattina durante i controlli della parte nord della provincia napoletana, tra Casoria, Marano, Giugliano in Campania e Nola. I militari, rende noto il comando provinciale, stanno presidiando i maggiori punti nevralgici delle città e anche oggi sono in corso servizi a largo raggio su tutto il territorio.

12:08 - Napoli, controlli interforze nella zona dei 'baretti'

Sabato e ieri gli agenti del Commissariato San Ferdinando, i militari dell'Arma dei Carabinieri e del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, nell'ambito dei servizi di controllo del territorio sulle norme anti Covid, sono stati impegnati nella zona dei "baretti", via Caracciolo e via Partenope. Sono stati controllati 51 veicoli e identificato 354 persone, di cui due sanzionate per inottemperanza alle misure anti Covid-19 poiché sorprese a consumare in strada bevande alcoliche e cinque perché trovate fuori dal proprio domicilio o dal proprio comune di residenza senza valida motivazione.

11:57 – A Pasqua 105 sanzioni dei carabinieri a Napoli, 50 in provincia

Sono state 105 le persone sanzionate ieri dai carabinieri del comando provinciale di Napoli in città per mancato rispetto delle normative anticovid. I militari stanno presidiando il territorio con pattuglie e posti di blocco nei luoghi nevralgici (il lungomare, il bosco di Capodimonte, il centro storico, i quartieri Vomero e Posillipo) mentre a sorvegliare le coste provvedono le motovedette dei Carabinieri della compagnia Napoli centro. I controlli continueranno anche oggi e si avvarranno del monitoraggio fornito dai Carabinieri del nucleo Elicotteristi. Le sanzioni elevate ieri hanno riguardato il mancato utilizzo della mascherina, la presenza non giustificata secondo quanto previsto dalle normative anti contagio e la residenza in altro comune. Durante i controlli i Carabinieri del nucleo radiomobile hanno denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e sanzionato per le normative anti contagio un 21enne di Pozzuoli. I carabinieri lo hanno sorpreso all'una di notte a bordo del suo scooter in viale Traiano angolo via Andronico. Gli hanno intimato l'alt. Non si è fermato, ha accelerato ma ha perso il controllo cadendo a terra. I carabinieri - dopo essersi sincerati delle sue condizioni - lo hanno sanzionato per le norme anti-covid. Sanzioni anche per il mancato uso del casco e perché senza la prevista assicurazione. Nessuna sanzione è stata accertata nei confronti degli esercizi commerciali della città. Controlli a tappeto anche in provincia. Il comando provinciale Carabinieri di napoli ha disposto controlli per il rispetto delle normative anti-contagio a Torre Annunziata, Castellammare, Torre del Greco e Sorrento. Durante la giornata di Pasqua i carabinieri hanno sanzionato 50 persone. La loro presenza non era giustificata o erano residenti in altro comune. 132 i Carabinieri impiegati che hanno identificato 512 persone. Durante i controlli i carabinieri della compagnia di Castellammare hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale un 41enne di Santa Maria la Carità già noto alle forze dell'ordine. I militari lo hanno notato in via Napoli mentre riceveva un involucro da un ragazzo. I carabinieri sono intervenuti, il 41enne ha ingerito ciò che aveva appena ricevuto ed ha tentato di sottrarsi al controllo. Dopo una breve colluttazione é stato bloccato ed arrestato. Il 41enne - portato in ospedale per verificare se quanto ingerito potesse nuocergli - sta bene ed è in attesa di giudizio. In queste ore è in corso un controllo a largo raggio nella città di Castellammare. Presidiato il lungo mare monitorato anche del nucleo carabinieri Elicotteristi.

11:52 – Napoli, secondo anno senza 'fujienti' a Madonna dell'Arco

Le porte del santuario della Madonna dell'Arco a Sant'Anastasia (Napoli), sono state aperte alle tre in punto per il secondo anno consecutivo solo per il priore, padre Alessio Romano, e non per le decine di migliaia di pellegrini, i cosiddetti 'fujienti' che il lunedì in Albis accorrono nel luogo sacro. Il santuario, blindato dalle forze dell'ordine per effetto di un'ordinanza del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, è rimasto deserto, per la seconda volta in 570 anni di pellegrinaggi, per evitare assembramenti. Secondo quanto riferito dai vigili urbani, non ci sarebbero stati tentativi di forzare i posti di blocco, nè sarebbero stati visti 'fujienti' avvicinarsi alle zone interdette dall'ordinanza regionale. Il priore, nei giorni scorsi, dopo aver disposto la chiusura del santuario fino al 7 aprile, aveva anche chiesto alle associazioni di fedeli della Madonna dell'Arco di non recarsi nel luogo sacro, rispondendo ad alcuni che, attraverso i social, annunciavano di non voler rispettare l'ordinanza. Le campane anche quest'anno alle tre in punto hanno cominciato a suonare a festa, mentre padre Alessio attendeva in ginocchio davanti al santuario che le porte fossero aperte dai padri domenicani, per poi accendere la lampada votiva e percorrere la lunga navata della chiesa con alcuni doni da deporre ai piedi dell'immagine sacra, che da oltre mezzo secolo richiama a sé fedeli provenienti da tutta Italia. ''Siamo tristi - ha detto padre Alessio durante la messa trasmessa in diretta facebook - ma non dobbiamo esserlo, perchè il mio cuore è qui, davanti alla Madonna, e nel mio cuore ci siete tutti voi''.

8:07 - In Campania 1.908 nuovi positivi

Sono 1.908 i nuovi positivi al Covid in Campania, di cui 635 sintomatici, su 17.228 tamponi molecolari analizzati. Il tasso di incidenza risulta dell'11,07%, in lieve calo rispetto all'11,92 di ieri. I dati dell'unità di crisi segnalano anche 1.019 guariti e un numero di vittime, 7, per il primo giorno in netto calo rispetto alle ultime settimane. I posti letto occupati in terapia intensiva sono 153, uno più di ieri, mentre quelli di degenza diminuiscono di ben 68 unità, attestandosi a 1.509.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.